NAPOLI-CHIEVO/ Mazzarri non ci sta: «L’arbitro non ha visto due episodi a nostro favore…»

Il tecnico partenopeo recrimina contro la direzione di gara

23.09.2010 - La Redazione
Mazzarri_R375_5ott09
Walter Mazzarri (Foto: ANSA)

NAPOLI-CHIEVO – Dopo il successo a Genova contro la Sampdoria ci si aspettava un Napoli più maturo e convinto dei propri mezzi ma la sconfitta interna contro il Chievo fa riemergere in un colpo i problemi di un tempo. I campani, forse stanchi, lasciano il San Paolo con 0 punti. L’avversario, il Chievo, è sembrato più un palla dal primo all’ultimo minuto e alla fine l’1 a 3 è eloquente.

Walter Mazzarri, però, non cercando scuse, si sente di recriminare qualcosa contro l’arbitraggio della gara: «Non cerco l’alibi delle troppe partite, di quanto costa essere impegnati su tanti fronti. Ma succede di attraversare una serataccia. Stavolta in tanti si sono espressi sotto tono. Ma, consentitemi, ci sono episodi che hanno inciso sul risultato. Il rigore su Lavezzi poteva consentirci di rimetterci sul 2-2; sul 2-1 del Chievo c’è un fallo di mani». Poi il tecnico toscano ha aggiunto: «Non trovo motivi validi. Sapevo che sarebbe stata difficile e invece è stata durissima. Abbiamo pagato a livello fisico la fatica di domenica sera. Il Chievo ci ha pressato, ci ha messo in difficoltà».

Quindi l’allenatore precisa: «Non invochiamo scuse, loro ci hanno tolto la possibilità di giocare. Il Chievo ci raddoppiava ovunque, non ci ha mai lasciato il campo. Loro, rispetto a noi, non hanno le coppe, hanno potuto fare il ritiro. E poi ci abbiamo messo del nostro, regalando il 3-1: un errore, tutto qua». Infine uno sguardo all’immediato futuro: «Mi piacerebbe che esprimesse immediatamente una prestazione tipo Marassi. Ma non voglio illudere. So che sarà dura ripetersi sempre a quei livelli. La partita con il Chievo per me rappresenta una partita storta».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori