PAGELLE/ Roma Inter, sconfitta nel finale: i voti dei nerazzurri

- La Redazione

I nerazzurri cadono nei minuti finali a causa di un gol del montenegrino Vucinic

sneijder_a20terra_R375_25set10
Wesley Sneijder

ROMA INTER (1-0)

Julio Cesar 6: Pochi interventi di rilievo, tra cui qualche uscita  effettuata con ottimo tempismo. Sul gol è colto di sorpresa.

Maicon 6: Consueto lavoro sulla fascia che però non incide granché anche per via di un Riise che non lascia passare nulla.

Lucio 6: Quasi sempre roccioso e determinato negli interventi difensivi. In ritardo (fatale) al momento del gol giallorosso.

Cordoba 5,5: Non sempre reattivo, ha a che fare con la velocità degli attaccanti giallorossi e in qualche frangente di troppo va in difficoltà.

Chivu 5: Nervoso, forse per via delle continue incursioni di Menez sulla fascia di sua competenza. Assente ingiustificato al momento del gol di Vucinic. L’Olimpico non lo ha certo aiutato.

Stankovic 6: Una buona vena offensiva messa in campo sin dal primo tempo. L’ex Lazio sfodera tiri e spunti velenosi. 

Cambiasso 5.5: Tanto lavoro tra recuperi e ripartenze, fallisce una clamorosa palla gol servitagli su un piatto d’argento da Sneijder. Non certo la sua serata migliore.

 

Pandev 5: Si fa vedere sulla fascia, al centro, nei ritorni. Ha tanto fiato ma poca precisione e non incide come vorrebbe in zona d’attacco.

 

Muntari 6: Entra e, in neanche un minuto, commette un fallo niente male su Menez. L’ex Udinese si spende molto in fase offensiva e prova a far salire la squadra. Vano tentativo.

 

Sneijder 5,5: Imposta e organizza le geometrie offensive ma non riesce a mettere a segno alcun colpo da numero 10. Molti tiri dalla distanza, forse troppi, tutti fuori dallo specchio. Serata no.

 

Eto’o 6: Veloce e pericoloso come sempre. E’ in formissima e questa non è una novità, ma i suoi compagni non lo sostengono a dovere. E’ lui il più pericoloso tra i nerazzurri, fa perdere la testa a Cassetti sulla fascia. Ma anche a Chivu che da solo non regge il ritmo forsennato di Menez.

 

Milito 5: Corre molto, alla disperata ricerca di spazi e opportunità che però non arrivano. Ennesima, malinconica sostituzione.

 

Coutinho 6: Pochi minuti ma sufficienti per dimostrare (se ce ne fosse ancora bisogno) che questo giovanotto ha ampio margine di crescita. Buoni spunti sulla fascia.

 

Benitez 5: Squadra tosta, a tratti. Squadra aggressiva, ma soltanto di rimando. La sua Inter subisce molto la grinta dei giallorossi e non riesce ad incidere con i suoi uomini migliori. Prima battuta d’arresto in campionato e qualche cosa da rivedere in fase di impostazione del gioco.

 

(Marco Fattorini)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori