CALCIOMERCATO/ Milan, Ibra e Robinho, Allegri non si nasconde: «Faremo cose grandi»

- La Redazione

Il tecnico rossonero fiducioso per la stagione da poco iniziata

allegri_r375_18nov09
Massimiliano Allegri (Milan) - Foto Ansa

CALCIOMERCATO MILAN – Non ci sono scuse che reggono, quest’anno Massimiliano Allegri è condannato a vincere almeno un trofeo, minimo, lo Scudetto. Il tecnico livornese, alla prima esperienza su una grande, non ha scusanti: la campagna acquisti è da favola come non capitava attorno a via Turati da quasi 10 anni. Inoltre, bisogna fare i conti con i campioni in carica, l’Inter, che sono rimasti all’asciutto decidendo di confermare la squadra della scorsa stagione ma senza inserire innesti di primissimo ordine.

La Juventus sembra un cantiere aperto mentre la Roma appare un gradino più in basso rispetto alle milanesi. Allegri dovrà quindi riportare il Milan come minimo sul tetto d’Italia e se sarà sul tetto d’Europa ben venga. Il tecnico ex-Cagliari sta lavorando in quel di Milanello per trovare una soluzione che possa far convivere in contemporanea i 4 assi rossoneri, quelli che sono già stati ribattezzati i Faboulos Four, i magnifici 4 Robinho, Ronaldinho, Ibrahimovic e Pato.

E lo stesso Allegri non sembra voler nascondersi, ed intervistato da Milan Channel, confessa: «Quest’anno abbiamo iniziato bene, i ragazzi hanno iniziato benissimo. Credo che faremo qualcosa di importante. Troppe responsabilità per me? E’ normale che ci sia, si tenta sempre di dare il massimo. Allenare questa squadra dove il presidente ha fatto degli sforzi importanti è gratificante. Si deve puntare a vincere sempre, a maggior ragione adesso. Sì, mi aspettavo che la società riuscisse a prendere un campione, è nel dna del Milan».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori