CALCIOMERCATO/ Juventus, esclusiva, Piazon è bianconero! Inter e Milan difficoltà per Ganso

- La Redazione

SABATINO DURANTE esperto di calcio brasiliano parla di due nomi caldissimi del mercato

piazon_R400_26gen11
Lucas Piazon, foto Ansa

Lucas Piazon è un giocatore della Juventus. Ieri il giovane brasiliano, accompagnato dal suo entourage, sarebbe stato avvistato nei pressi della sede bianconera, per chiudere gli ultimi dettagli per il suo trasferimento a giugno. Il diciassettenne calciatore del San Paolo è nel mirino di numerose società europee, tra cui Inter e Real Madrid e questa accelerata di Marotta brucia di fatto la concorrenza di questi club. Per confermare questa pista abbiamo chiesto un commento, in esclusiva a ilsussidiario.net, all’agente Fifa Sabatino Durante, noto conoscitore del calcio brasiliano, che ci ha parlato anche di Ganso, altro fenomeno cercato da molte società italiane.

Secondo alcune indiscrezioni Piazon è in Italia e ieri avrebbe fatto visita alla sede della Juventus. Può confermare?

Non so nulla del suo arrivo in Italia, non faccio parte del suo entourage. Quello che posso dire è che la Juventus ha già acquistato il giocatore, trattativa chiusa da tempo.

I bianconeri potrebbero portarlo già da subito in Italia?

No perchè il giocatore non ha ancora 18 anni. Le cose potrebbero cambiare qualora Piazon ottenesse la cittadinanza italiana. A quel punto potrebbe arrivare subito in Italia.

Un altro giocatore molto seguito dalle italiane è Ganso, che novità ci sono su di lui?

Chiarisco subito una cosa: non ho un mandato per trattare Ganso in Italia. Posso solo dire che nel 2008 io portai il ragazzo in Italia per un torneo giovanile, allora costava 850 mila euro e nessuna società italiana intravide le grandi qualità del giocatore. Il discorso Ganso però è abbastanza complesso..

Ci spieghi meglio?

Sento parlare di un possibile arrivo di Ganso in Italia già a gennaio. In primis c’è il discorso degli extracomunitari, una scelta scellerata della Federazione che penalizza ancor di più il calcio italiano ormai di terzo livello. L’altro discorso è l’aspetto economico. Per lui si parla di un costo che varia dai 30 ai 40 milioni di euro. In più il ragazzo è corteggiato anche da Real Madrid e Chelsea.

Ganso ha anche qualche problema fisico…

Sta smaltendo un infortunio e prima della metà febbraio non potrà giocare. E infine c’è un discorso tattico. Ganso assomiglia molto a Rivaldo, ex fenomeno del Barcellona. E’ meno attaccante di Rivaldo, ha una tecnica sopraffina ma ha un limite: è lento. In Italia secondo me per imporsi dovrebbe cambiare ruolo, magari giocando alla Pirlo. Un po’ come successo con Armero dell’Udinese..

 

In che senso?

Armero in Italia non sarebbe mai stato un buon terzino sinistro, adesso invece è stato trasformato a centrocampista con buoni risultati.

 

Ci sono altri giovani brasiliani già pronti per il campionato italiano?

Il discorso è un altro, ovvero che le squadre italiane non hanno soldi e hanno perso molto fascino. Non a caso un giocatore come Miller è passato al Bursaspor e non alla Fiorentina, il motivo è prettamente economico. E gli stadi? In Turchia ho visto una partita nello stadio del Galatasaray Ali Sami Yen e sono rimasto sbalordito perchè è un posto meraviglioso. In Italia invece abbiamo impianti vecchi, alcuni fatiscenti. Per questo penso che difficilmente vedremo molti altri campioni in serie A.

 

Chi è il più forte in Italia secondo lei?

 

Eto’o senza dubbio, un calciatore che è decisivo sempre: non solo contro il Bologna ma anche in  una finale di Champions League.

 

(Claudio Ruggieri)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori