PAGELLE/ Sampdoria-Sassuolo (1-1): i voti, la cronaca il tabellino (nona giornata)

Sampdoria-Sassuolo è la partita delle 12.30 di questa nona giornata del campionato cadetto. Vede di fronte due squadre che cercano punti per le zone alte della classifica

09.10.2011 - La Redazione
logo_SerieBwin_R400
La Serie B-Win

Sampdoria-Sassuolo è la partita delle 12.30 di questa nona giornata del campionato cadetto. Vede di fronte due squadre che cercano punti per le zone alte della classifica; entrambe arrivano da un pareggio per 1-1, i Doria a Verona mentre gli emiliani di Pea mercoledì avevano ottenuto un pareggio contro il Pescara di Zeman.
– È il Sassuolo a partire subito bene con un ottimo possesso balla disciplinato ed efficace che gli permette di andare subito in vantaggio al 16’; Sansone in possesso palla al limite vede Marchi e gli serve un assist che il numero 77 di Pea, spalle alla porta, insacca con una splendida girata. La Samp cerca di agguantare il pareggio ma non riesce mai a costruire azioni pericolose, merito soprattutto di un pressing collettivo degli ospiti. Al 26’ Palombo ci prova da punizione ma la palla termina a lato, poi sul finire del match la palla buona è sulla testa di Pozzi che colpisce bene ma Marzoratti allontana sulla linea di porta a portiere battuto e sul proseguo dell’azione è Cofie che ribalta l’azione ed in area non riesce a segnare il 2 a 0. La Sampdoria dovrà metterci più grinta se vuole regalare la vittoria ai suoi tifosi perché il Sassuolo è veramente in forma.  
– Nel secondo tempo Atzori cambia i due esterni iniziali Dessena e Soriano per Lacko e Semioli che si rendono subito protagonisti di azioni più vivaci e pericolose; è soprattutto il giocatore ungherese che mette in difficoltà gli emiliani con le sue sgaloppate che costano ben tre ammonizioni rispettivamente a Magnanelli, Laverone e Marzoratti. La Samp ci prova con Pozzi al 60’ che dopo un’azione solitaria calcia un pallone debole e centrale, al 73’ gli subentra Piovaccari ed è proprio l’ex Cittadella a regalare lo sperato pareggio ai compagni dopo 8 minuti: l’azione del gol si sviluppa in seguito ad un calcio d’angolo e nella mischia ha la meglio la punta di Atzori che insacca. Il Sassuolo al 75’ sfiora il doppio vantaggio prima con un bel tiro dal limite di Masucci, respinto da Da Costa e poi a 5’ dal termine Laribi, entrato al posto di Sansone, costringe il portiere di casa all’intervento provvidenziale con una diagonale pericolosa. La partita si conclude sull’uno pari e non permette alla Samp di agganciare a 16 punti gli avversari che hanno giocato un primo tempo da grande squadra ma che comprensibilmente sono calati nella ripresa facendosi sfuggire una buona occasione per portarsi a ridosso della capolista Torino. Atzori deve lavorare di più sulla sua squadra che si affida troppo spesso a lanci lunghi e inefficaci che denotano poca lucidità in costruzione di gioco.

Sampdoria-Sassuolo 0-1
Marcatori: 15′ pt Marchi (Sas), 36′ st Piovaccari (Sam)
Sampdoria: Da Costa, Rispoli, Costa, Accardi, Castellini, Palombo, Dessena (1′ st Semioli), Bentivoglio, Soriano (1′ st Laczko), Bertani, Pozzi (27′ st Piovaccari).
A disposizione: Fiorillo, Obiang, Foti, Rossini. All.: Atzori
Sassuolo: Pomini, Laverone, Marzoratti, Piccioni, Longhi, Manganelli, Cofie, Bianchi, Sansone (38′ st Laribi), Marchi, Masucci. 
A disposizione: Bassi, Vaccari, Noselli, Bianco, Cappelletti, Falcinelli. All.: Pea
Arbitro: Pinzani di Empoli
Note. Ammoniti: Rispoli (Sam), Magnanelli (Sas), Laverone (Sas), Marzoratti (Sas), Bentivoglio (Sam), Laribi (Sas)

PAGELLE

SAMPDORIA

Da Costa 6.5: sul primo gol poteva fare di più, ma nella ripresa salva la sua squadra sulle conclusioni di Masucci e Laribi.
Rispoli 5: subisce troppo l’avversario e spinge poco.
Accardi 5: non dà sicurezza al reparto ed è spesso in ritardo sugli avversari.
Costa 5: come il compagno è fuori forma e i numerosi lanci lunghi a scavalcare il centrocampo servono a poco.
Castellini 6: ci mette corsa e caparbietà, numerosi cross dal fondo ma troppo imprecisi.
Palombo 5: non garantisce alla sua squadra i giusti palloni che dovrebbero passare tutti dai sui piedi, da un giocatore che fino all’anno scorso era in nazionale ci si aspetta di più.
Bentivoglio 5.5: un pizzico di mobilità in più rispetto a Palombo ma anche lui inventa poco niente per i compagni.
Dessena 4,5: non entra mai in partita, per questo Atzori lo cambia all’intervallo.
Soriano 4.5: dovrebbe essere ficcante e propositivo sull’esterno ma queste qualità oggi non gli appartengono.
Bertani 5: ci mette la buona volontà ma l’ex bomber del Novara è degno di nota solo al 39’ quando sfrutta uno schema da punizione battuta da Palombo calciando di poco alto.
Pozzi 4: oggi non è giornata, i difensori avversari lo costringono a trasformarsi spesse volte da ala neutralizzando la sua pericolosità in area.
Lacko (dal 45’) 6.5: entra per dare freschezza e corsa, svogle bene il compito.
Semioli (dal 45’) 6: si fa sentire sulla sua fascia costringendo Longhi a stare più sulla difensiva.
Piovaccari (dal 73’) 7: fa quello che tutto lo stadio gli chiedeva, porta al pareggio la Samp sfruttando la sua abilità in area.

SASSUOLO

Pomini 6: impegnato veramente poche volte ma quando è chiamato in causa risponde presente ogni volta; incolpevole sul gol del pareggio.
Laverone 6: partita diligente.
Marzoratti 6.5: chiude spesso le azioni avversarie e con eleganza fa ripartire l’azione.
Piccioni 6: come il compagno di reparto gioca un partita senza macchie.
Longhi 6.5: quando ne ha la possibilità spinge bene sulla sua corsia proponendosi spesso in sovrapposizione.
Cofie 7.5: sicuramente il migliore in campo della partita nonostante la sua giovane età (classe ’91); ogni azione passa dai suoi piedi educati quando c’è da impostare, onnipresente quando deve fare filtro davanti alla difesa. Da seguire.
Magnanelli 6: accanto a Cofie chiude e fa ripartire i suoi proponendosi per numerosi inserimenti.
Bianchi 6: buona partita soprattutto nel primo tempo.
Sansone 6.5: le azioni offensive si svolgono principalmente su suo lato e lui non manca mai di fornire cross pericolosi e tagli che o portano la limite dell’area come in occasione del vantaggio della sua squadra.
Marchi 6.5: primo tempo ben giocato e coronato da un gol di pregevole fattura, cala nel secondo tempo.
Masucci 6: gli manca il guizzo finale e sulla conclusione al limite nel secondo tempo e sfortunato.Laribi (dal 83’) 6: sufficienza guadagnata in quanto poteva regalare la vittoria ai compagni con un’ottima diagonale nei minuti finali.   

(Giorgio Davico)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori