PAGELLE/ Atalanta – Catania (1-1): i voti, la cronaca e il tabellino (quindicesima giornata)

- La Redazione

L’Atalanta raggiunge il Catania sull’1 a 1 grazie ad una rete di Tiribocchi nella ripresa. Inutile il gol del momentaneo vantaggio di Legrottaglie. L’espulsione di Spolli condiziona il match

vincenzo_montella_catania_r400
Vincenzo Montella (Foto: ANSA)

L’Atalanta raggiunge il Catania sull’uno a uno grazie ad una rete di Tiribocchi nella ripresa. Inutile il momentaneo vantaggio di Legrottaglie. L’espulsione di Spolli costringe infatti gli etnei ad una ripresa con l’inferiorità numerica.

All’Azzurri di Italia arriva un Catania determinato e subito concentrato sul pezzo. Gli uomini di Montella paiono determinati a riscattare la brutta sconfitta interna con il Cagliari e premono sull’acceleratore cingendo d’assedio l’area bergamasca. La logica conseguenza di un avvio di gara del genere è il vantaggio etneo che infatti arriva al minuto numero 18. Legrottaglie si mette in proprio e, dopo esser salito per gli sviluppi di un calcio piazzato, raccoglie il cross di Marchese e di testa insacca alle spalle di Consigli incolpevole nell’occasione. Un’Atalanta che, almeno nel primo tempo, non è brillante come di consueto e fatica a reagire infrangendosi sul muro rossoazzurro sempre attento nella copertura ed insidioso nelle ripartenze. Appurate le difficoltà offensive dei nerazzurri, a dare la sveglia agli orobici ci pensa allora Spolli. Il difensore argentino raccoglie due cartellini gialli nell’arco di tre minuti e lascia in 10 i suoi uomini con 45 minuti ancora da giocare.

Forti dell’uomo in più, i ragazzi di Colantuono rientrano sul terreno di gioco con la tranquillità e la convinzione che alla lunga la superiorità numerica frutterà. Una convinzione che non viene minimamente scalfita neanche quando il Catania appare capace di contenere le folate offensive degli orobici e si dimostra insidioso in ripartenza. A questo punto Colantuono e Montella ricorrono alle panchine sperando di cambiare qualcosa. Colantuono rispolvera il bomber di mille battaglie Tiribocchi e Bonaventura in luogo di Bellini per un’Atalanta a fortissima trazione anteriore. Il Catania, invece, richiama Maxi Lopez in casa base e lancia Bergessio. Più dei cambi però, è la stanchezza il miglior alleato dei padroni di casa. Al minuto 25 ci pensa allora Tiribocchi a punire le larghe marcature degli etnei tagliando con l’esterno il bel cross di Cigarini e mettendo fuori causa Andujar. Raggiunto il pari e con l’inerzia favorevole l’Atalanta forza il pressing inserendo anche Marilungo per il tridente pesante. Stavolta però le mosse orobiche non portano ad un altro cambio di risultato; merito o colpa della poca lucidità e di Andujar abile a dire di no in più di un’occasione e regalare ai suoi un pareggio che ha il merito di spezzare il momento no degli etnei.

Il Tabellino

Atalanta-Catania 1-1

Atalanta: Consigli; Masiello, Ferri, Manfredini, Bellini (60′ Bonaventura); Schelotto, Cigarini, Carmona (50′ Tiribocchi), Padoin; Moralez (85′ Marilungo); Denis. A disposizione: Frezzolini, Peluso, Raimondi, Minotti.

Catania: Andujar; Spolli, Legrottaglie, Bellusci; Potenza, Almiron, Lodi (90′ Capuano), Delvecchio, Marchese; Lopez (67′ Bergessio), Barrientos (76′ Sciacca). A disposizione: Campagnolo, Ricchiuti, Sciacca, Alvarez.

Arbitro: Giannoccaro di Lecce.

Reti: 18′ Legrottaglie (C), 71′ Tiribocchi (A).

Ammoniti: Spolli, Marchese, Delvecchio (C), Carmona, Tiribocchi (A).

Espulso Spolli (C) al 43′ per doppia ammonizione.

Atalanta

 

Consigli 6.5: Bravo in un paio di occasioni, nessuna responsabilità sul gol di Legrottaglie.

Masiello 6.5: Una furia sulla corsia di destra; pericolosissimo in attacco, attento in difesa sfiora anche un bel gol di testa.

Manfredini 6: Se la cava con qualche affanno, la superiorità numerica nella ripresa lo favorisce.

Ferri 5.5: Non impeccabile, lanciato da Colantuono soffre e non poco Maxi Lopez.

Bellini 5.5: Attraversa una giornata non buonissima. (Dal 15’st Bonaventura 6: Ritorna utile nel forcing finale).

Schelotto 6: Vive un periodo di leggera flessione rispetto all’ultimo mese. Alterna comunque buoni spunti a passaggi a vuoto.

Cigarini 5.5: Fatica a dettare i ritmi con precisione e perde palloni pericolosi che innescano i contropiedi etnei.

Carmona 5: Non convince. Preso spesso d’infilata da Almiron e Delvecchio. (Dal 5’st Tiribocchi 7: Una grande rete che vale un punto e scaccia i pensieri dopo una prima parte di stagione vissuta all’ombra di Denis).

Padoin 5.5: Supera raramente il suo uomo ed è lo specchio della giornata no dei suoi.

Moralez 5.5: Folletto a intermittenza, oggi sono più le occasioni in cui non incide rispetto a quelle in cui crea. (Dal 40’st Marilungo sv)

Denis 6: Poco presente in area di rigore ha il merito di forzare l’espulsione di Spolli subendo tutte e due le scorrettezze da cui nasce la doppia ammonizione.

 

All. Colantuono 6: Un buon punto considerando l’andamento della gara nettamente a favore degli etnei sino all’espulsione di Spolli.

Catania

 

Andujar 6.5: Ottimi interventi, ci mette una pezza quando serve ed è possibile.

Bellusci 5.5: Pesa sulla valutazione l’errore di marcatura da cui nasce il gol di Tiribocchi. Meglio da esterno che da centrale.

Legrottaglie 7: Oltre al gol una presenza fisica e tattica fondamentale per la retroguardia catanese.

Spolli 5: Giannoccaro non lo aiuta ed appare troppo fiscale, ma il doppio giallo è ingenuo per passare inosservato.

Potenza 6: Fa il minimo sindacale senza gettare mai la testa oltre la metà campo bergamasca.

Almiron 7: Il faro della manovra etnea, fa sempre la cosa giusta nel momento giusto.

Lodi 6: I compagni lo cercano molto, lui non sempre ripaga la fiducia sbagliando spesso gli appoggi decisivi. Merita comunque la sufficienza nel complesso. (Dal 45’st Capuano sv)

Delvecchio 6.5: La rovesciata che regala nel primo tempo è l’emblema della sua gara: bella, importante ma anche poco fortunata.

Marchese 7: Due i meriti principali: contenere Schelotto e regalare l’assist per il gol di Legrottaglie.

Barrientos 6.5: Ottimo il primo tempo, impreziosito dal colpo di tacco che innesca l’azione del gol. Nella ripresa cala sino alla sostituzione. (Dal 31’st Sciacca sv)

Maxi Lopez 6: Come spesso gli capita quest’anno si sbatte e mette in apprensione la difesa atalantina ma non è presente sotto rete. (Dal 22’st Bergessio 6: Ci mette cuore e grinta nel momento di maggior sofferenza dei suoi).

 

(Massimiliano de Cesare)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori