PAGELLE/ Milan-Lazio (0-0): i voti, la cronaca, il tabellino (ventitreesima giornata)

- La Redazione

Rossoneri fermati dal bunker eretto da Reja

ibrahimovic_grintoso_R400_11nov10
Zlatan Ibrahimovic (Foto: ANSA)

Il Milan si fa bloccare sullo 0-0 a San Siro dalla Lazio nell’anticipo della 23° giornata, turno infrasettimanale. I rossoneri dopo un primo tempo sottotono, giocano una ripresa vibrante, ma sono decisamente poco fortunati sottoporta. I biancocelesti si difendono con i denti e tornano a Roma con un punticino d’oro.

Formazioni largamente rimaneggiate in avvio. Rossoneri senza praticamente tutto il centrocampo titolare. Thiago Silva si sposta sulla mediana, coppia difensiva Bonera-Yepes, davanti Robinho-Pato-Ibra con Cassano in panchina. Lazio senza Zarate e Floccari, in attacco inedito tandem Sculli-Kozak. Dietro torna dalla squalifica Andrè Dias, turno di riposo in mezzo al campo deciso da Reja per Mauri.

SINTESI PRIMO TEMPO: I primi 45 minuti non sono certo un inno allo spettacolo. Parte bene la Lazio, che con Ledesma costringe alla presa difficile a terra Abbiati dopo pochi minuti. Poi sale di tono il Milan. Flamini di sinistro calcia alto dal limite, poi è Emanuelson ad avere l’occasione d’oro sul sinistro. L’olandese, servito con i tempi giusti da Ibrahimovic, calcia però altissimo. Tutto il resto è noia. Male al ritorno da titolare Pato, imballato come non mai negli scatti. La Lazio fatica a creare presupposti di pericolosità. Hernanes è poco ispirato, Sculli si vede poco e Kozak perde il duello fisico con Yepes.

SINTESI SECONDO TEMPO: Il Milan inizia la ripresa con un altro piglio. I rossoneri tengono i biancocelesti nella loro metà campo. Fioccano le occasioni. Ibrahimovic trova il varco giusto al 52’, destro dal limite, palla prima sul palo alla destra di Muslera, poi ancora sul palo opposto. Incredibile, doppio legno. Subito dopo è ancora Ibra: lo svedese semina il panico in area e incrocia dalla sinistra, tiro fuori di centimetri. Al 70’ altra clamorosa palla gol per i padroni di casa con Robinho. Il brasiliano sfrutta un rimpallo e in diagonale batte Muslera, ma Biava è appostato sul secondo palo e salva sulla linea. Non c’è che dire, il Milan non è baciato dalla buona sorte. La Lazio resiste. Entra Cassano, esce Pato, ma cambia poco. I rossoneri creano qualche mischia in area, ma non trovano il pertugio per bucare la retroguardia biancoceleste. All’88’ Cassano si fa anticipare da Muslera in uscita disperata. Poco brillante il barese nell’occasione. Al 95’ l’ultima emozione: batti e ribatti in area, palla a Ibra che svirgola a lato. Finisce 0-0, il bunker di Reja ha retto agli assalti degli uomini di Allegri.

CLICCA QUI SOTTO PER LEGGERE TABELLINO E PAGELLE DI MILAN-LAZIO 0-0 

TABELLINO MILAN-LAZIO 0-0

 

Milan-Lazio 0-0

 

MILAN: Abbiati; Oddo, Bonera (46′ Legrottaglie, 83′ Sokratis), Yepes Antonini; Flamini, Thiago Silva, Emanuelson; Robinho; Pato (63′ Cassano), Ibrahimovic. All. Allegri

 

LAZIO: Muslera; Lichsteiner, Biava, Dias, Radu; Brocchi, Ledesma, Gonzalez (73′ Bresciano); Hernanes; Kozak, Sculli (80′ Mauri). All. Reja

 

Arbitro: Damato

 

Ammoniti: Oddo (M), Kozak (L), Ledesma (L)

 

CLICCA QUI SOTTO PER LEGGERE LE PAGELLE DI MILAN-LAZIO 0-0

PAGELLE MILAN-LAZIO 0-0

 

 

ABBIATI 6 Blocca un destro da fuori di Ledesma in avvio, poi passa la serata in solitudine al freddo

ODDO 6 La corsa è tornata quella di un tempo, ora va ricalibrato un po’ il piede. Poi il Milan potrà dire di aver recuperato il terzino della Champions 2007

BONERA 6 Rimedia una botta al volto nel primo tempo e abbandona il campo di battaglia

LEGROTTAGLIE (DAL 46’) 6 Esordio positivo fino all’entrataccia di Kozak che lo mette k.o.

PAPASTATHOPOULOS (DALL’83’) s.v.

YEPES 6,5 Fa a sportellate con Kozak e il più delle volte ha la meglio, sebbene il laziale non si risparmi il gioco sporco

ANTONINI 6 Solita spinta propositiva sulla sinistra. Ogni tanto però sembra non sapere manco dove va…

FLAMINI 6 Nel primo tempo è il più positivo della mediana rossonera, poi nella ripresa, proprio quando la squadra si proietta in avanti, lui cala un po’ in fase offensiva

THIAGO SILVA 6,5 Ormai è a suo agio anche da centrocampista

EMANUELSON 5,5 Qualche buona giocata, ma per due volte ha la palla giusta sul sinistro e la spara sulla luna

ROBINHO 6 Dei tre davanti è l’unico a correre anche senza palla. Si smarca, aiuta la mediana, ma quando c’è da buttarla dentro passa la mano. Se poi ci si mette pure Biava…

PATO 4,5 Lo avevamo già visto svogliato, imballato, prudente in altre occasioni. Oggi scopriamo una nuova variante: il Pato al rallentatore. Si muove come fosse frenato da forze oscure che lo tirano per la maglia

CASSANO (dal 63’) 5 Entra e da lui ci si aspetta sempre la giocata. Invece Fantantonio oggi è avaro di idee. In più, si fa anticipare da Muslera in uscita sciupando una ghiotta palla gol. Con un briciolo di reattività in più, magari…

IBRAHIMOVIC 6,5 Non segna e di questi tempi è una notizia da prima pagina. Ma gioca un secondo tempo devastante. Gli dei gli remano contro, lui combatte controvento. Gli avversari non riescono a contenerlo, ma se Apollo aiuta Paride, anche Achille per una volta non vince

 

ALL. ALLEGRI 6 L’emergenza lo costringe a scelte obbligate. E poi perde altre due pedine (Bonera e Legrottaglie) a partita in corso. Serata sfortunata

 

CLICCA QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE LE PAGELLE DI MILAN-LAZIO 0-0

 

 

MUSLERA 6 Un paio di incertezze, ma nel finale è prontissimo su Cassano

LICHSTEINER 6,5 È svizzero e si vede: puntuale e ordinato fino all’ossessione

A.DIAS 6 Ibra è un osso duro e il brasiliano è costretto a concedere qualcosa. Ma ha il merito di non affondare mai

BIAVA 6,5 Partita gagliarda. Il salvataggio sul diagonale di Robinho vale come un gol.

RADU 6 Qualche errore di misura, ma anche tanta concretezza nei momenti topici

BROCCHI 6,5 Chiusure impeccabili e corse generose per 90 minuti

LEDESMA 5,5 Parte bene, poi si spegne. Quanti tocchi sbagliati nella ripresa!

GONZALEZ 5 Dovrebbe essere una spina nel fianco sinistro milanista. Invece per i rossoneri è più comodo di un cuscino

BRESCIANO (dal 73’) s.v.

HERNANES 5,5 Reja lo aveva fatto riposare con la Fiorentina, ma è servito a poco. Poco ispirato

SCULLI 5 Non ha ancora smaltito i guai fisici rimediati ai tempi del Genoa. Impalpabile

MAURI (dall’80’) s.v.

KOZAK 5,5 Il ragazzino ha mezzi e caratteri. Ma a un certo punto sembrava più impegnato a darle ai difensori del Milan che a puntare la porta di Abbiati. Esagerato

 

ALL. REJA 6 Anche lui era in emergenza, senza praticamente tutto l’attacco titolare. Decide di arroccarsi dietro nel secondo tempo e gli va (molto) bene

 

Arbitro DAMATO 5,5 Permissivo fino all’impunibilità con Kozak. Si perde un paio di falli di troppo. Rivedibile.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori