REAL MADRID-BARCELLONA/ Xavi: ho imparato molto da Mou. Ronaldo? Il più individualista che abbia mai visto

- La Redazione

Xavier Hernández Creus (Xavi), centrocampista del Barcellona e della nazionale spagnola, ha tracciato un ritratto di alcuni dei membri del Real Madrid.

Xavi_r400
Xavi (foto Ansa)
Pubblicità

Xavier Hernández Creus (Xavi), centrocampista del Barcellona e della nazionale spagnola, ha tracciato un ritratto di alcuni dei membri del Real Madrid, squadra contro la quale questa sera giocherà la semifinale di Champions League al Santiago Bernabeu. Xavi ha tenuto a precisare che gli scontri di gioco con i suoi compagni di nazionale Casillas e Sergio Ramos sono sempre rimasti sul campo e che, fuori dal terreno di gioco, è legato a loro da una bella amicizia.

Xavi ha parlato delle qualità di alcuni dei suoi rivali di oggi: eccone quindi un quadro generale, rilasciato ai microfoni dell’emittente televisiva “Cautros”.

Su Marcelo il centrocampista ha detto che “è un giocatore dalla forza innata, sempre pericoloso sulla fascia”, mentre con Xabi Alonso ci dice di avere “un grande rapporto con lui. E’ un giocatore che ama giocare la palla e sa fare la differenza”.

Ecco il giudizio su Özil: “E’ come Xabi, nel senso che vuole sempre la palla. Sa fare grandi giocate e dobbiamo vedere la sua evoluzione nei prossimi anni perché è un grande giocatore.”

CLICCA SUL SMBOLO >> PER CONTINAURE A LEGGERE LE PAROLE DI XAVI SUI GIOCATORI DEL REAL MADRID

Di Maria: “Sono rimasto sorpreso perché lo conoscevo poco: è un giocatore capace di rompere gli equilibri ed è molto pericoloso.”

Pubblicità

Cristiano Ronaldo: “E’ il calciatore più individualista che ho visto in vita mia, ma non va inteso come una critica: lui può decidere una partita da solo. Non credo che sia paragonabile con Messi… sono due giocatori diversi.”

Mourinho: “Ho un grande rapporto con lui, ho un grande rispetto per gli anni in cui abbiamo lavorato insieme: ho imparato molto da lui, è una persona molto competitiva.”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

I commenti dei lettori