CALCIOMERCATO/ Milan, Napoli, Roma: piace Isla dell’Udinese

- La Redazione

La grande stagione dell’Udinese ha messo in mostra anche il giovane esterno di centrocampo cileno Mauricio Isla, autore di un’annata positiva, giocata ad alti livelli di rendimento.

Isla_r400
Mauricio Isla (foto Ansa)
Pubblicità

La grande stagione dell’Udinese ha messo in mostra, oltre ai talenti purissimi Sanchez, Di Natale e Armero, anche il giovane esterno di centrocampo cileno Mauricio Isla, autore di un’annata molto positiva, giocata costantemente ad alti livelli di rendimento.

Il ragazzo cileno (classe 1988) calcisticamente è cresciuto in patria, nel vivaio dell’Universidad Catolica, senza però giungere all’esordio in prima squadra. Sale alla ribalta del grande calcio all’interno delle nazionali giovanili, arrivando anche ad essere il capitano del Cile Under-20 ai Mondiali di categoria del 2007.

Proprio qui, acquisendo visibilità, attira l’attenzione degli osservatori di diversi club europei, tra i quali è l’Udinese a metterlo sotto contratto, facendogli firmare un quinquennale.

Le voci di mercato su Isla non sono nuove: già la scorsa estate si era vociferato di un interesse sia del Manchester United che dell’Inter, anche se poi non se ne fece nulla. Ma nelle ultime settimane Napoli, Milan e Roma avrebbero fatto saper alla famiglia Pozzo di essere molto interessate al giocatore.

 

CLICCA SUL SIMBOLO >> PER CONTINUARE A LEGGERE LA NEWS DI CALCIOMERCATO SU ISLA E L’INTERESSE DI MILAN, NAPOLI E ROMA

Pubblicità

L’agente del cileno, parlando ai microfoni di sportmediaset.it, ha spiegato la situazione del suo assistito: “Ancora è presto per il mercato. A fine campionato parleremo del futuro di Mauricio. Presto parlerò con la società, tutto dipenderà dalla qualificazione dell’Udinese alla prossima Champions League. Nel giugno scorso la Roma è stata molto vicina a prendere il giocatore. Certo che giocare o meno la Champions è un fattore determinante e non ho ancora parlato con Pozzo per sentire se vuole fare cassa in caso di quarto posto o tenerlo per giocare l’Europa”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

I commenti dei lettori