CALCIO/ Palermo, Zamparini: “Voglio l’Inter in finale”

Il Palermo ha scritto ieri sera una pagina importante nella sua storia, conquistandosi il diritto di partecipare alla finale della Coppa Italia. E’ la terza volta che accade.

11.05.2011 - La Redazione
zamparini_R375_22set08
Maurizio Zamparini (foto Ansa)

Il Palermo ha scritto ieri sera una pagina importante nella sua storia, conquistandosi il diritto di partecipare alla finale della Coppa Italia. E’ la terza volta che accade nella storia rosanero e i due precedenti hanno visto i siciliani sempre sconfitti.

In esclusiva ai microfoni di Itasportpress, il Presidente Zamparini, ha rilasciato alcune dichiarazioni sulla partita di ieri sera e sulla gara tra Inter e Roma prevista per le ore 20.45 di oggi.

“Il Palermo è ogni anno più maturo – ha detto il patron rosanero – Ieri sera ha dato un grande segno di maturità. Nei momenti cruciali, quelli più importanti riesce a fare risultato. Ieri nel momento più importante della stagione ha dato prova di carattere”.

Il presidente si è augurato di incontrare l’Inter in finale e non la Roma, ma spiega Zamparini “solo perchè la Roma metterebbe più cattiveria, anche perchè andiamo in casa loro, e il sostegno dei tifosi soprattutto in queste occasioni conta molto, per cui sono convinto che ci metterebbe maggiormente in difficoltà”.

Il patron trova anche il tempo per una battuta sul mercato: “Non so dove militerà la prossima stagione Sannino (allenatore del Varese accostato ai rosanero), per quanto mi riguarda il nostro allenatore è Rossi. Non so ancora se andrà via e se dovesse essere così solo allora, decideremo il da farsi. In questo momento non ho altro da dichiarare a riguardo, ed è ovvio che se ci fossero dei movimenti in corso non starei quì a dirli, mettendo a rischio trattative”.

CLICCA SUL SIMBOLO >> PER CONTINUARE A LEGGERE LE PAROLE DI ZAMPARINI SU INTER, MILAN E IL CALCIOMERCATO

Battuta finale sul futuro. Dove si vede Zamparini nell’avvenire? ” Tutte le mattine mi alzo, mi guardo allo specchio e mi do del deficiente – dice il patron – per essere il Presidente di una squadra di calcio, perchè spendere dei soldi e soffrire così non va bene. Ho una grande passione però, ed è quella che mi fa andare avanti, quindi continuo”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori