CALCIO/ Palermo, Zamparini: “Favotiri per la Coppa Italia”

- La Redazione

Zamparini, non definendosi sconfitto in partenza: “Il risultato non e’ affatto scontato – sostiene il presidente ai microfoni di Radio Anch’io Sport – se mai lo è per la nostra vittoria”.

zamparini_delio_rossi_R400_28feb11
Delio Rossi (foto Ansa)

La Coppa Italia? “Per il Palermo e’ come vincere lo scudetto, è un risultato importantissimo” dice il patron rosanero Zamparini. Una finale di Coppa che mancava da oltre 30 anni e che riempie d’orgoglio tutta la società rosanero. Ma Zamparini va oltre, non definendosi sconfitto in partenza, anzi: “Il risultato non e’ affatto scontato – sostiene il presidente ai microfoni di Radio Anch’io Sport – se mai lo è per la nostra vittoria”.

Un presidente che, dunque, non teme la scaramanzia, ma che trova anche il tempo per tracciare un bilancio dell’annanta del Palermo, positiva ma non troppo: “Sicuramente l’esperienza conta moltissimo. Dobbiamo farci quella cultura ed esperienza necessarie per raggiungere certi livelli: abbiamo una squadra molto buona, lo abbiamo dimostrato con le grandi. Abbiamo preso tanti gol ma non e’ vero che si tratta di una difesa di ragazzini. Abbiamo Sirigu, Cassani e Balzaretti che sono nel giro della nazionale, Bovo che ha molta esperienza e Gojan che e’ anche lui nazionale rumeno”.

 

CLICCA SUL SIMBOLO >> PER CONTINUARE A LEGGERE LE PAROLE DI ZAMPARINI

C’è tempo anche per una battuta sul tecnico Delio Rossi: “Con Rossi ci incontreremo a fine campionato. Lui avanzera’ le sue richieste mettendo sul piatto le sue ragioni, io pero’ ho le mie, abbiamo preso 60 gol del resto, che sono un po’ troppi. Non sara’ semplice anche sotto l’aspetto economico. Ma questo vale per tutte le squadre. Non mi sono incontrato con lui prima per non disturbare la finale. C’e’ stima reciproca ma dobbiamo verificare”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori