CALCIOMERCATO/ Bronzetti: Neymar al Real? Nulla di vero. Kakà- Milan? Costa troppo (esclusiva)

- La Redazione

ERNESTO BRONZETTI, esperto delle vicende di casa Real, commenta con ilsussidiario.net le voci che danno per fatto l’acquisto del brasiliano Neymar  dal Santos

Neymar_R400_5ott10
Neymar (Ansa)

Il Real Madrid ha preso il giovane brasiliano Neymar. E’ questa la clamorosa notizia di calciomercato lanciata oggi che porterebbe all’apertura di alcune interessanti finestre di mercato per le formazioni italiane, in particolare per la Juventus che potrebbe tentare l’assalto ad Aguero, bomber dell’Atletico Madrid.

Al giovane sudamericano sarebbe infatti stato proposto un contratto di circa due milioni di euro all’anno per cinque anni. Abbiamo chiesto a Ernesto Bronzetti, noto conosciutore delle vicende di casa Real, un commento sulla vicenda e su altre operazioni (Kakà-Milan e Diarra-Juventus), in esclusiva per ilsussidiario.net.

Bronzetti allora è fatta per Neymar al Real?

Assolutamente no.

Sull’edizione online di As si legge che lei conferma il buon esito dell’affare…

Non ho mai detto che l’affare sia andato in porto. Anche in Italia mi hanno attribuito frasi che confermavano un passaggio del giocatore alle merengues ma non c’è nulla di vero.

Ma il Real lo sta trattando?

Sì, segue Neymar come altri giocatori. Il brasiliano piace a tantissimi club. Tra l’altro mi dicono che anche il Santos abbia smentito ogni accordo definitivo con il presidente Perez.

 

Parlando di altre operazioni in casa Real: Kakà può tornare rossonero?

Al momento non c’è nulla, sono solo ipotesi di lavoro. Credo che Kakà non si muoverà la prossima stagione. E poi il suo ingaggio annuo si aggira intorno ai dieci milioni di euro netti a stagione. Una cifra fuori dalla portata dei club italiani

 

L’arrivo di Lassana Diarra alla Juventus è possibile?

Marotta ne ha parlato un mese fa con Florentino Perez, nel famoso incontro che il numero uno dei blancos ebbe con la dirigenza bianconera. Da allora non ci sono stati sviluppi. Tutto è fermo, anche su questo versante.

 

(Claudio Ruggieri)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori