CALCIOMERCATO/ Inter: è fatta per Tevez, Casemiro a gennaio. Su Roma e Juventus dico che… José Alberti in esclusiva

- La Redazione

Josè Alberti, agente Fifa e grande esperto di calcio sudamericano, è intervenuto in esclusiva a ilsussidiario.net per parlare di alcuni grandi affari di mercato per i club italiani.

Tevez_r400
Carlos Tevez (foto Ansa)

Inter, Roma e Juventus sono scatenate. L’apertura al secondo extracomunitario ha ridato linfa alle operazioni di mercato dei club italiani, che sono tornati a rivolgere l’interesse al mercato sudamericano, capace di mettere in luce – anche grazie alla Copa America – talenti purissimi, che non possono non affascinare gli addetti ai lavori. Non passa giorno senza che si parli di Casemiro, Coates, Lugano o Chico, tutti giovani fenomeni di scuola sudamericana accostati quotidianamente ai nostri club. Per fare il punto della situazione è intervenuto in esclusiva a ilsussidiario.net Josè Alberti, agente Fifa e grande esperto di calcio sudamericano, che ha parlato a tutto campo delle principali trattative di mercato.

Si parla sempre molto di Casemiro. Prima o poi lo vedremo in Italia?

Casemiro è un giovane talento – è un classe 1992 – capace di giocare da protagonista assoluto nel centrocampo del San Paolo, che ha le carte in regola per approdare nel nostro campionato. Lo vedrei bene nell’Inter e non è un mistero che la squadra di Moratti lo segua da tempo.

Quanto costa il cartellino del ragazzo?

L’ultima valutazione parlava di 9/10 milioni di euro. Una cifra alla portata dei nerazzurri…

Infatti sembra che Branca sia in procinto di volare in Brasile per chiudere l’affare. Le risulta?

E’ vero, ma non credo che l’Inter abbia intenzione di portarlo subito a Milano. Penso che Branca chiuderà l’affare ma che prima di gennaio Casemiro non si muoverà dal Brasile: nell’immediato l’Inter ha altri progetti.

Quali?

A breve l’Inter chiuderà l’affare con il City per Tevez.

Ne è sicuro?

Certo, sono mesi che lo dico. Sneijder andrà allo United e l’Inter reinvestirà parte dei soldi nell’affare per Tevez. L’Apache arriverà a Milano con la formula del prestito oneroso: 15 milioni di euro subito e altrettanti alla fine della prossima stagione. L’Inter si porta a casa un campionissimo, affermato e di grande esperienza.

Tevez in partenza prelude all’arrivo di un altro big alla corte di Mancini, vero?

Il problema non si pone dato che il Kun Aguero è di fatto già un giocatore del City. Tutta la vicenda che vedeva la Juventus protagonista mi è sempre sembrata poco veritiera: Aguero non ha mai avuto l’intenzione di andare in un club dove non avrebbe giocato la Champions.

A proposito di Juventus, a Torino si segue molto Lugano del Fenerbache. Le risulta?

Questo, storicamente, è un momento d’oro per gli uruguaiani. Lugano è un difensore non più giovanissimo, ma su cui puntare ad occhi chiusi. E’ adattissimo al campionato italiano, ha grande esperienza e grande carisma: la Juventus deve fare uno sforzo economico e puntare forte su di lui.

Un altro uruguaiano di cui si parla molto è Sebastian Coates… vale la pena investire su di lui?

E’ molto giovane, anche se ha già vinto l’ultima Copa America. Gioca da difensore nel Nacional: è forte, ma non credo che sia già pronto per fare il salto nel campionato italiano. Il rischio che i tempi di adattamento di questi giovani sia lunghissimo è molto elevato. Io aspetterei ancora qualche tempo…

Le risulta che la Roma stia monitorando Chico del Palmeiras?

Il ragazzo ha un contratto che scade a dicembre 2012 con il proprio club. Ha 24 anni e sarebbe un ottimo investimento, soprattutto se la corsa a Kjaer non dovesse andare a buon fine. Il club non ha intenzione di lasciarlo partire facilmente, ma di fronte ad un’offerta seria Chico verrà lasciato libero di accasarsi dove ritiene opportuno.

Magari a Roma?

Chico in giallorosso? Sarebbe l’ennesimo grande colpo di Sabatini.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori