PROBABILI FORMAZIONI/ Fiorentina-Cagliari: ultime novità (38esima giornata serie A)

- La Redazione

Per l’ultima giornata di campionato scendono in campo alle 15 anche Fiorentina e Cagliari. Entrambe le formazioni non hanno ormai più niente da chiedere alla stagione

alessio_cerci_r400
Alessio Cerci, attaccante Fiorentina (Infophoto)

Per l’ultima giornata di campionato scendono in campo alle 15 anche Fiorentina e Cagliari. Entrambe le formazioni non hanno ormai più niente da chiedere alla stagione, dopo un’annata certamente non facile. La Fiorentina partiva con ben altre ambizioni, ma ha dovuto lottare fino all’ultimo per salvarsi, ha vissuto un doppio esonero in panchina, contestazioni alla società e episodi disdicevoli: ce l’ha fatta, ma non è questa la stagione che sognavano i tifosi. Forse nemmeno quelli del Cagliari si aspettavano che, dopo un ottimo girone d’andata, la squadra sarda sarebbe affondata fino a doversi giocare la permanenza in A a primavera inoltrata. Del resto è una costante dei rossoblu, quella di iniziare molto bene i campionati per poi accusare un calo fisico, probabilmente dovuto anche alla rilassatezza data dal risultato ottenuto.

Il campionato della Fiorentina si è dimostrato sotto diversi punti di vista fallimentare, concluso poi dall’inguardabile episodio tra Delio Rossi e Ljajic che ha portato all’esonero del tecnico. E’ arrivata la salvezza sul campo, ma quando hai in campo gente del calibro di Jovetic, Vargas, Montolivo e Amauri, non puoi certo essere soddisfatto unicamente per essere rimasto in serie A. Il neo allenatore Vincenzo Guerrini si è detto contento e sollevato del fatto che il campionato sia finalmente finito: «Meno male che è finita, questa annata è stata molto al di sotto delle aspettative, l’importante è trarre lezione dagli errori fatti per non ripeterli più in futuro», ha detto il ct viola, che dopo l’ultimo successo ottenuto contro il Lecce vorrebbe chiudere almeno con una vittoria: «Non vedo però non dovremmo scendere in campo per vincere, servirà anche a quei giocatori che sono sotto osservazione, non dobbiamo buttare via tutto. Il mio futuro? Ci metteremo ad un tavolo la prossima settimana, sarei onorato di andare avanti, per dare mano alla Fiorentina, non per fare carriera».

Ecco allora che la squadra di casa potrebbe scendere in campo con il collaudato modulo 3-5-1-1 che vede Boruc tra i pali, Camporese, Natali e Felipe a formare la linea difensiva, Cassani e Kharja subito davanti insieme a Salifu, Lazzari e Pasqual, a sostegno di Olivera e dell’unica punta Cerci. Il tecnico Guerini potrà contare su una panchina formata da Neto Rozzio, De Silvestri, Acosty, Behrami, Romulo e Marchionni, ma dovrà fare a meno degli indisponibili Jovetic, Nastasic, Kroldrup, Amauri, Vargas, Gamberini e Montolivo.

Nella Fiorentina attenzione alla voglia di Cerci, già autore del gol salvezza contro il Lecce, mentre Felipe vede il campo dopo tantissimo tempo e vorrà dimostrare il suo valore; in mezzo Kharja è chiamato a dare ritmo alla manovra, ha giocato poco ma quando è stato chiamato in causa ha sempre fatto bene. 

Dall’altra parte, il Cagliari ha portato a conclusione una salvezza che si era fatta più complicata del previsto dopo alcuni risultati negativi di troppo. L’obiettivo comunque era questo, pertanto c’è sì un po’ di rammarico per sconfitte che si sarebbero potute evitare, ma anche la consapevolezza che forse, di più, non si poteva fare. Massimo Ficcadenti vorrebbe sfatare il tabù Firenze e concludere in bellezza la stagione, portando a casa i tre punti: «Non sarebbe male chiudere il campionato con 45 punti, anche perché nell’ultimo periodo abbiamo raccolto meno di quanto avremmo meritato», ha detto il tecnico del Cagliari. «Vogliamo terminare la stagione con un risultato positivo e vorremmo anche sfatare il tabù del Franchi, dove non vinciamo da 41 anni», ha detto in conferenza Ficcadenti, dove ha anche confermato la difficile annata: «Non è stata di certo un’annata semplice, ma siamo riusciti a centrare l’obiettivo salvezza con qualche giornata di anticipo. La nostra difesa ha fatto molto bene, mentre in avanti è normale aver fatto un po’ di fatica visto e considerato che ad inizio stagione sono arrivati tanti giocatori nuovi che non hanno mai giocato nel campionato italiano». Andando quindi a vedere la probabile formazione del Cagliari, vediamo che oltre ad Agazzi tra i pali, potrebbero essere schierati in un 4-3-1-2 Dessena, Ariaudo, Astori, Agostini a formare la difesa, Ekdal, Conti, Nainggolan a centrocampo, dietro a Thiago Ribeiro che opererà alle spalle delle punte Nené e Ibarbo. Nelle prossime pagine le probabili formazioni di Fiorentina-Cagliari.

 

 

Neto; Camporese, Natali, Felipe; Cassani, Kharja, Salifu, Lazzari, Pasqual; Olivera; Cerci. All. Guerini

A disp: Manfredini, Rozzio, De Silvestri, Behrami, Romulo, Marchionni, Acosty

Squalificati:

Indisponibili: Boruc, Kroldrup, Nastasic, J. Vargas, Jovetic, Amauri

Avramov; Perico, Astori, Canini, Ariaudo; Ekdal, Conti, Nainggolan; Ibarbo, Thiago Ribeiro, Nené. All. Ficcadenti

A disp: Agazzi, Gozzi, Murru, Bovi, Dessena, Eriksson, Larrivey

Squalificati: F. Pisano, Cossu

Indisponibili: El Kabir, Rui Sampaio

 

Arbitro: Gallione

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori