Probabili formazioni/ Anderlecht-Psg, le ultime novità (Champions League, gruppo C)

- La Redazione

Le probabili formazioni di Anderlecht-Psg, partita valida per la terza giornata del gruppo C della Champions League 2013-2014: le ultime notizie. Obiettivi opposti per le due squadre

ibrahimovic_psg_pallone
infophoto

Alle ore 20.45 lo stadio Constant Vanden Stock ospiterà la partita Anderlecht-Paris Saint Germain, valida per la terza giornata del gruppo C della fase a gironi della Champions League 2013-2014. Si tratta del più classico testa-coda tra due formazioni che hanno una situazione di classifica diametralmente opposta: i padroni di casa belgi sono ancora fermi a quota zero punti, a causa delle due pesanti sconfitte rimediate nelle prime due giornate del gruppo, dunque ora se vogliono avere ancora qualche speranza di andare avanti nelle Coppe (fosse anche in Europa League, dove passa chi arriva terzo) devono a tutti i costi fare risultato contro i francesi. Mica facile: il Psg negli ultimi anni sta diventando una potenza del calcio europeo, come dimostrano le due belle vittorie con cui ha iniziato il cammino in questa Champions League, per la quale non nasconde ambizioni molto importanti dopo avere già raggiunto i quarti nella scorsa edizione. Temi che accendono l’interesse attorno a questa partita fra due squadre che non si affrontavano più da ben ventun anni: ecco dunque le probabili formazioni e le ultime notizie su Anderlecht-Paris Saint Germain, incontro che sarà arbitrato dallo spagnolo Borbalan.

La grande rinascita del calcio belga, dimostrata da una Nazionale che sta impressionando tutti ed è una outsider molto temuta per il prossimo Mondiale, non sembra però avere molti effetti sulle squadre di club. L’Anderlecht, che è comunque la migliore come provano i sei campionati vinti nell’ultimo decennio (due consecutivi nel 2012 e 2013), sta vivendo grosse difficoltà in questa Champions League. Accettabile perdere sul campo del Benfica (2-0), molto meno crollare in casa propria davanti all’Olympiakos (0-3). Morale: cinque gol subiti e nessuno segnato, attacco e difesa entrambi sotto accusa. Per provare ad invertire la tendenza ecco un 4-4-1-1 nel quale il numero 10 Praet assisterà la punta centrale Mitrovic, con Matias Suarez che partirà dalla fascia sinistra.

Ecco i sette giocatori a disposizione dell’allenatore Van den Brom: Roef, Deschacht, De Zeeuw, Milivojevic, Tielemans, Cyriac e Acheampong. L’elemento di spicco è proprio quest’ultimo, giovane attaccante ghanese grande protagonista della vittoria della squadra belga nell’ultimo Torneo di Viareggio.

La lista degli assenti comprende soprattutto il portiere Proto, che sarà sostituito dalla riserva Kaminski, e poi il centrocampista venezuelano Vargas e l’attaccante colombiano Alvarez.

Le prospettive sono logicamente molto diverse per la formazione transalpina, che punta a chiudere nel più breve tempo possibile la pratica della qualificazione per gli ottavi di finale, possibilmente anche con il primato in classifica, che a dire il vero non appare in discussione contro avversari di livello inferiore, come dimostrano le due nette vittorie ottenute finora contro l’Olympiakos (1-4 in trasferta) e il Benfica (3-0 in casa). Nulla di clamoroso quando si ha a disposizione una rosa di livello assoluto. Buon per Laurent Blanc, che nelle ultime giornate sta cominciando a marciare a ritmi altissimi anche in Ligue 1, dove ha staccato il Monaco ed è ora primo da solo. Questa sera i parigini scenderanno in campo con un 4-3-3 nel quale davanti troveranno posto Ezequiel Lavezzi, Zlatan Ibrahimovic ed Edinson Cavani: non servono presentazioni per capire che non ci sono paragoni con l’Anderlecht. Il Psg è molto italiano: tra i titolari abbiamo anche tre azzurri, cioè Salvatore Sirigu in porta e poi Marco Verratti e Thiago Motta a centrocampo, ai quali si aggiungono le vecchie conoscenze Maxwell e Marquinhos, forse l’unico rimpianto della nuova Roma, che sotto la torre Eiffel si è scoperto pure goleador.

Anche tra i sette uomini a disposizione del mister francese c’è l’imbarazzo della scelta: spiccano in particolare il brasiliano Lucas, anche se finora non ha avuto sul calcio europeo l’impatto che ci si poteva aspettare, e l’ex romanista Jeremy Menez, collante tra l’anima francese del Psg e la folta colonia italiana (compresi i reduci dalla serie A).

Non che trovare le alternative sia difficilissimo per Blanc, tuttavia le assenze del Psg sono piuttosto pesanti: basterebbe dire che in difesa manca Thiago Silva e che in avanti non potrà esserci Javier Pastore – a proposito di ex “italiani” – per capire che i parigini possono essere ancora più forti di quanto saranno stasera. Oltre a loro, mancherà pure il difensore Jallet.

 

Kaminski; Mbemba, Kouyate, Nuytinck, N’Sakala; Bruno, Kljestan, Gillet, Suarez; Praet; Mitrovic. All. Van den Brom.

A disp.: Roef, Deschacht, De Zeeuw, Milivojevic, Tielemans, Cyriac, Acheampong.

Squalificati: nessuno.

Indisponibili: Proto, Vargas, Alvarez.

Sirigu; Van der Wiel, Marquinhos, Alex, Maxwell; Verratti, Thiago Motta, Matuidi; Lavezzi, Ibrahimovic, Cavani. All. Blanc.

A disp.: Douchez, Camara, Digne, Menez, Rabiot, Lucas, Ogenda.

Squalificati: nessuno.

Indisponibili: Thiago Silva, Pastore, Jallet.

 

Arbitro: Borbalan (Spagna).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori