Probabili formazioni/ Francia-Ucraina, ecco le ultime novità (ritorno playoff Mondiali)

- La Redazione

Le probabili formazioni e le ultime notizie su Francia-Ucraina, partita di ritorno dei playoff di qualificazione ai Mondiali 2014 (andata 0-2). Ultima spiaggia per gli uomini di Deschamps…

Ribery_bandierone
Franck Ribery (infophoto)

Serata da dentro o fuori a Parigi. Alle ore 21.00 si gioca infatti Francia-Ucraina, partita di ritorno dei playoff di qualificazione ai Mondiali Brasile 2014. Venerdì a Kiev hanno vinto 2-0 i padroni di casa, dunque ora la strada è tutta in salita per i Bleus, che devono come minimo vincere con lo stesso punteggio per portare la sfida ai tempi supplementari. Fondamentale per gli uomini di Didier Deschamps sarà non subire nessun gol, altrimenti ne dovranno segnare almeno quattro. L’assenza di Ribery e compagni desterebbe sensazione, anche se va detto che non sarebbe una notizia così clamorosa: già sei volti infatti la Francia non si è qualificata per i Mondiali, l’ultima volta nel 1994. Per l’Ucraina invece sarebbe la seconda partecipazione, dopo gli ottimi quarti raggiunti nel 2006 al debutto (ma va ricordato che l’Ucraina partecipa alle qualificazioni solo dal 1998). Eccovi dunque le ultime notizie e le probabili formazioni della partita, che sarà arbitrata dallo sloveno Skomina.

L’ambiente in casa transalpina è elettrico. Il c.t. Deschamps ha chiesto ai suoi giocatori “una partita totale, con una prestazione fuori dal comune che mischi padronanza tecnica e un briciolo di follia”. Follia che non manca: tutti ricordano ancora lo sciopero del 2010, l’opinione pubblica considera i giocatori della Nazionale dei ricchi viziati e capricciosi, e non mancano validi motivi per pensarlo. Giroud ha denunciato di non avere ricevuto palloni all’andata perché il clan di Nasri e Ribery gli preferisce Benzema, che infatti oggi dovrebbe tornare titolare, ma con Nasri in panchina dopo la pessima prestazione di Kiev. Al suo posto Valbuena, che però è un altro giocatore che ha pessimi rapporti con Ribery, che da parte sua con la maglia dei Galletti è solo lontano parente del fenomeno del Bayern, fatto che tra l’altro potrebbe costargli il Pallone d’Oro. Situazione esplosiva, chissà se basterà Pogba, già leader del centrocampo, e se la difesa affidata all’inedita coppia centrale Varane-Sakho (nessuno dei due è però titolare nel rispettivo club) saprà centrare l’obiettivo di non subire gol.

I grandi nomi non mancano tra i giocatori a disposizione: basterebbe citare appunto i vari Giroud e Nasri come alternative in attacco, e poi altri nomi illustri per gli altri reparti, come ad esempio Abidal e Clichy. Ma la cosa fondamentale sarà – almeno per una sera – remare tutti nella stessa direzione.

La squalifica di Koscielny, espulso all’andata per il fallo che è costato il rigore del raddoppio, complica la situazione della difesa. Problema di cui Deschamps avrebbe fatto volentieri a meno, visto che sono già tanti i problemi di questa squadra.

La compattezza del gruppo invece è un punto di forza di una Ucraina che non avrà grandi stelle (ad Euro 2012 è finita l’era di Shevchenko) ma che è avversario ostico per chiunque. Nel girone ha chiuso seconda con un solo punto di ritardo dall’Inghilterra, e ora vede il Brasile ad un passo dopo la splendida vittoria nella partita d’andata. I numeri sono importanti anche in trasferta: gli ex sovietici sono imbattuti nelle ultime sei trasferte, ed anzi hanno vinto le ultime quattro. Numeri che devono lanciare un chiaro messaggio alla Francia, che dovrà stare particolarmente attenta a Yarmolenko e Konoplyanka, i due esterni offensivi del 4-2-3-1 del c.t. Fomenko, che si affida invece a Zozulya come punta centrale già capace di segnare all’andata. Un altro punto di forza è il portiere Pyatov, a cui naturalmente sarà affidato stasera un compito decisivo, al pari dell’intera difesa.

Due nomi spiccano tra i probabili panchinari a disposizione dell’allenatore. Stiamo parlando di due veterani come il centrocampista Tymoshchuk e l’attaccante Gusev. Qualità ed esperienza da immettere in caso di necessità.

Sono ben due gli squalificati per gli ucraini: si tratta dei difensori Fedetski e Kucher, indisponibilità che complicheranno il lavoro di un reparto difensivo che non avrà vita facile contro le stelle dell’attacco francese.

 

Lloris; Debuchy, Varane, Sakho, Evra; Pogba, Cabaye, Matuidi; Valbuena, Benzema, Ribery. All.: Deschamps.

A disp.: Mandanda, Landreau, Abidal, Clichy, Sagna, Grenier, Payet, Sissoko, Remy, Nasri, Mavuba, Giroud.

Squalificati: Koscielny.

Pyatov; Mandzyuk, Shevchuk, Rakitsky, Khaceridi; Rotan, Stepanenko; Yarmolenko, Edmar, Konoplyanka; Zozulya. All.: Fomenko.

A disp.: Koval, Hudzhamov, Dedechko, Tymoshchuk, Gusev, Bezus, Moroziuk, Sydorchuk, Khudzhamov, Seleznov, Devic, Homchenovski.

Squalificati: Fedetski, Kucher.

 

Arbitro: Skomina (Slo).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori