PROBABILI FORMAZIONI/ Fiorentina-Palermo, ultime novità (37esima giornata Serie A)

Partita decisiva per il Palermo, impegnato alle 12.30 nella trasferta contro la Fiorentina. La squadra di Sannino ha assolutamento bisogno dei 3 punti per restare in Serie A.

12.05.2013 - La Redazione
migliaccio_arevalorios
Foto: InfoPhoto

Partita decisiva oggi al Franchi di Firenze, probabilmente la più delicata di questa penultima giornata del massimo campionato italiano. Alle ore 12.30, infatti, scendono in campo Fiorentina e Palermo, due formazioni alla ricerca di punti per motivi diametralmente opposti: i padroni di casa tentano di mettere pressione al Milan (impegnato questa sera nel posticipo contro la Roma) con il difficile intento di agguantare un posto nell’Europa che conta, al momento distante quattro lunghezze. I siciliani, invece, continuano a lottare per garantirsi la permanenza in Serie A: gli uomini di Sannino si trovano attualmente nella zona “rossa” a quota 32 punti, ben quattro meno del Genoa che oggi, alla stessa ora, affronterà un’Inter in netta difficoltà. Mancano solamente due partite alla fine della stagione e il Palermo non può davvero permettersi passi falsi: una sconfitta, infatti, significherebbe essere condannati definitivamente alla Serie B. Andiamo dunque a vedere le due formazioni che potrebbero essere schierate oggi.

Vincenzo Montella, che ha da poco spento ogni voce riguardo al suo futuro confermando la sua permanenza sulla panchina viola, carica i suoi e chiede che non ci siano cali di tensione: “Di rumors ce ne sono sempre tanti. E’ stato estrapolato un tema da un contesto più ampio. Non c’è nessuna possibilità che io non continui il mio rapporto con la Fiorentina”, ha annunciato il tecnico alla vigilia. “Ogni elemento della squadra domani merita solo applausi. Anche Toni e Jovetic a prescindere dal loro futuro, e io sarò il primo a battergli le mani. Toni? Noi come società non abbiamo deciso nulla, abbiamo situazioni aperte ma ancora non c’è niente di definitivo. E’ una trappola, adesso hanno uno spirito combattivo che gli ha trasmesso l’allenatore. Potrebbero essere meno preoccupati e quindi giocare più liberi”. “Il Milan le partite le deve ancora vincere, al di là del logo della Champions che hanno già messo sulla nuova maglia”, ha concluso Montella. “Noi non ci rimproveriamo nulla. Abbiamo giovani interessanti che in futuro potranno giocare nella Fiorentina. Ma adesso, anche per rispetto di chi ha giocato poco, preferisco dare spazio a chi ho a disposizione”. Montella potrà nuovamente contare su Pizarro e Aquilani, mentre in difesa rientra Tomovic dalla squalifica. Toni, invece, viste anche le assenze di Ljajic e Larrondo, potrebbe partire da titolare (anche se è in ballottaggio con El Hamdaoui).

In panchina per i viola si accomoderanno con ogni probabilità i seguenti giocatori: Neto, Lupatelli, Roncaglia, Hegazy, Compper, Llama, Migliaccio, Mati Fernandez, Romulo, El Hamdaoui, Rossi.

Oltre allo squalificato Ljajic (per una giornata), Montella dovrà rinunciare agli indisponibili Camporese, Sissoko e Larrondo.

 – Il tecnico dei siciliani Sannino è consapevole della grande difficoltà che attende la squadra: “Il mio compito è sempre quello di cercare di fare alzare la testa, ma anche i calciatori devono sapere che hanno ancora le sorti di un’intera città tra i loro piedi. Non dico che ci sia ancora qualche possibilità, ma si deve andare a Firenze sapendo che il calcio ci lascia a volte esterrefatti. C’è sicuramente scoramento dopo quello che è avvenuto mercoledì, ma io non voglio avere un domani un rimpianto per il mancato risultato di Firenze, sarebbe stupido. Dobbiamo andare a prenderci al Franchi quello che a volte, non meritandolo, abbiamo lasciato sul campo“. “Ricordo qualche anno fa – spiega Sannino – che il Lecce di Delio Rossi, a due giornate dalla fine, andò a giocare fuori casa pensando di essere retrocesso, poi alla fine scoprì che se avesse conquistato un punto si sarebbe salvato. Dobbiamo essere in grado di avere sempre la coscienza pulita e la consapevolezza di aver dato sempre tutto“. In attacco è probabile l’utilizzo dal primo minuto di Abel Hernandez insieme a capitan Miccoli, mentre sono certe le assenze di Barreto, squalificato, e di Ilicic.

– Così la panchina dei rosanero nella delicatissima sfida di oggi a Firenze: Benussi, Brichetto, Anselmo, Mantovani, Garcia, Viola, Faurlin, Nelson, Formica, Sanseverino, Sperduti, Dybala.

 – Come detto, oltre allo squalificato Barreto (per una giornata) mancherà anche Ilicic, grande trascinatore della squadra in queste ultime settimane.

Viviano; Tomovic, Rodriguez, Savic; Cuadrado, Migliaccio, Mati Fernandez, B. Valero, Pasqual; Toni, Jovetic.

A disposizione: Neto, Lupatelli, Roncaglia, Hegazy, Compper, Llama, Aquilani, Pizarro, Romulo, Wolski, El Hamdaoui, Rossi. All.: Montella.

Squalificati: Ljajic.

Indisponibili: Camporese, Sissoko, Larrondo.

: Sorrentino; Muñoz, Von Bergen, Aronica; Morganella, Rios, Donati, Kurtic, Dossena;Hernandez, Miccoli.

A disposizione: Benussi, Brichetto, Anselmo, Mantovani, Garcia, Viola, Faurlin, Nelson, Formica, Sanseverino, Sperduti, Dybala. All.: Sannino.

Squalificati: Barreto.

Indisponibili: Ilicic.

 

Arbitro: Damato

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori