Internazionali d’Italia / Tennis Roma, oggi esordio di Sara Errani, Fognini-Nadal, derby Burnett-Vinci. Il programma

- La Redazione

Programma fitto quello degli Internazionali d’Italia: a Roma c’è Fognini contro Nadal, il derby italiano Burnett-Vinci e l’esordio di Sara Errani. Il programma completo dei singolari

Burnett
Foto Infophoto

Si continua a giocare agli Internazionali d’Italia. Il torneo di Roma arriva oggi al terzo turno dei tabelloni maschile e femminile: i big hanno esordito ieri (Federer ha battuto nettamente il nostro Potito Starace), oggi altri fanno la loro comparsa. Come Rafa Nadal: il campione spagnolo che qui detiene il record di vittorie (6) scende in campo alle 19:30 per il suo incontro di secondo turno. Contro Fabio Fognini, che ha eliminato Andreas Seppi nel derby e ora spera che Rafa non sia nelle migliori condizioni per avere qualche possibilità in una partita altrimenti dal pronostico chiuso. I due giocano sul centrale; sul Pietrangeli due match consecutivi che vedono impegnate tre italiane. Si inizia alle 11 con il derby tra la favorita Roberta Vinci e l’outsider Nastassja Burnett. La tarantina ha più esperienza e una classifica decisamente migliore, ma ieri ci ha messo tre ore per battere Elena Vesnina e potrebbe accusare la stanchezza; la romana invece (di madre polacca, da cui ha preso il cognome) ha un giorno in più di riposo alle spalle e la consapevolezza di non avere niente da perdere. Vedremo. Subito dopo questa partita ecco Sara Errani: per lei è l’esordio, Christina McHale le ha cancellato la possibilità di derby con Karin Knapp. Per la bolognese turno sulla carta agevole, agli ottavi potrebbe trovare la Kirilenko o, come già accaduto a Madrid, la Lepchenko; per il momento però si tratta di superare questa partita. Non abbiamo più italiani in gara, ma ci sono altri motivi di interesse in questa giornata: ad esempio, l’esordio sul centrale per Jo-Wilfried Tsonga (contro Janowicz) e a seguire di Andy Murray (contro Granollers). Dopo queste due partite entrerà in campo Maria Sharapova, finalista a Madrid, per affrontare la qualificata Garbine Muguruza, spagnola di origine venezuelana, 20 anni e grande entusiasmo ma probabilmente oggi vittima sacrificale. Entra nel torneo anche David Ferrer (derby con Verdasco), sul campo 1 c’è un interessante derby serbo tra Jelena Jankovic e Bojana Jovanovski, mentre come doppio abbiamo in campo Cipolla e Volandri, Seppi e Bracciali (contro Berdych e Stepanek), Flavia Pennetta che gioca in coppia con Svetlana Kuznetsova e proverà a vendicare la sconfitta subita da Errani/Vinci a Miami da Lisa Raymond e Laura Robson, Paolo Lorenzi e Potito Starace, Paolo Lorenzi e Potito Starace e infine le stesse Errani e Vinci, teste di serie numero 1 del torneo che aprono contro Mladenovic e Voskoboeva. L’obiettivo? Ripetere la vittoria dello scorso anno.

 

(8) Jo-Wilfried Tsonga (FRA) – Jerzy Janowicz (POL)

Marcel Granollers (SPA) – (3) Andy Murray (GBR)

(Q) Garbine Muguruza (SPA) – (2) Maria Sharapova (RUS)

Non prima delle 19:30

Fabio Fognini (ITA)  – (5) Rafael Nadal (SPA)

Non prima delle 21

Julia Goerges (GER) – (3) Victoria Azarenka (BLR)

 

Jie Zheng (CHN) – Na Li (CHN)

Mikhail Youzhny (RUS) – Gilles Simon (FRA)

(16) Kei Nishikori (JPN) – Jeremy Chardy (FRA)

Carla Suarez Navarro (SPA) – Romina Oprandi (SUI)

Non prima delle 19

Viktor Troicki (SRB) – (Q) Ernests Gulbis (LAT)

 

(WC) Nastassja Burnett (ITA)(13) Roberta Vinci (ITA)

(7) Sara Errani (ITA) – Christina McHale (USA)

Alexandr Dolgopolov (URK) – (15) Stanislas Wawrinka (SUI)

(4) David Ferrer (SPA) – Fernando Verdasco (SPA)

 

Bojana Jovanovski (SRB) – Jelena Jankovic (SRB)

Albert Ramos (SPA) – Philipp Kohlschreiber (GER)

 

(Q) Melanie Oudin (USA) – (14) Dominika Cibulkova (SVK)

Non prima delle 13

Shuai Peng (CHN) – (9) Samantha Stosur (AUS)

Yanina Wickmayer (BEL) – (LL) Lourdes Dominguez Lino (SPA)

Urszula Radwanska (POL) – Ayumi Morita (JPN)

 

Benoit Paire (FRA) – Julien Benneteau (FRA)

(16) Sloane Stephens (USA) – Kiki Bertens (OLA)

 

Varvara Lepchenko (USA) – (12) Maria Kirilenko (RUS)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori