L’INTERVISTA/ De Biasi (ct): che entusiasmo in Albania, puntiamo agli spareggi mondiali (esclusiva)

GIANNI DE BIASI ci parla della sua esperienza come commissario tecnico della Nazionale dell’Albania, che sta facendo molto bene nelle qualificazioni mondiali, tanto che si sogna il Brasile

02.05.2013 - int. Gianni De Biasi
cana_lazio_albania
Immagine d'archivio

Tra gli allenatori italiani che si stanno mettendo in ottima luce all’estero c’è anche Gianni De Biasi, che sta portando la Nazionale di calcio dell’Albania a quelli che probabilmente sono i risultati migliori nella storia delle Aquile balcaniche. L’Albania infatti attualmente si trova al secondo posto della classifica del gruppo E delle qualificazioni mondiali con 9 punti in cinque partite, frutto di tre vittorie e due sconfitte. Guida la classifica la Svizzera con 11, poi seguono a pari merito due sorprese come l’Islanda e appunto l’Albania, che per ora tengono dietro squadre più quotate come Norvegia e Slovenia. In particolare, per l’Albania è stata storica la vittoria ottenuta lo scorso 22 marzo in Norvegia, e sognare la clamorosa qualificazione per la fase finale in Brasile – o almeno per i playoff – non è proibito. A giugno l’Albania ospiterà proprio la Norvegia, e se dovesse concedere il bis si potrebbe iniziare davvero a cullare progetti ambiziosi. Tra i giocatori più famosi di Tirana e dintorni ci sono molti protagonisti del calcio italiano, come il portiere del Chievo Ujkani, il centrocampista della Lazio Cana e quello del Torino Basha, l’attaccante del Siena Bogdani. Insomma, una “piccola Italia” a partire appunto dall’allenatore. Abbiamo allora contattato proprio il c.t. Gianni De Biasi: ecco cosa ci ha detto in esclusiva per IlSussidiario.net.

Come sta andando la sua esperienza come tecnico dell’Albania? I risultati sono buoni. Abbiamo nove punti come l’Islanda, altra sorpresa del girone. Sono state disputate cinque partite e ne mancano altrettante: siamo a metà del girone. Ci giocheremo fino in fondo le nostre possibilità di andare ai Mondiali.

La Svizzera è la squadra più forte del girone? Certamente è la formazione tecnicamente più attrezzata, favorita per la qualificazione diretta. Noi saremmo già contenti di arrivare allo spareggio come seconda.

Avrete una partita quasi decisiva il 7 giugno in casa contro la Norvegia…

Vincerla sarebbe molto importante, c’è già molta attesa in Albania per questa partita. In ogni caso la gente è molto contenta dei risultati della Nazionale. C’è molto entusiasmo.

Come ha fatto a costruire una nazionale di buon livello tecnico? Siamo andati a cercare i migliori giocatori albanesi in tutta Europa e li abbiamo assemblati.

Ci può indicare un giocatore di grande livello dell’Albania? No, non me la sento. Preferisco non fare nomi.

(Franco Vittadini)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori