PAGELLE/ Chelsea-Basilea (3-1): i voti e il tabellino della partita (Europa League, semifinale ritorno)

- La Redazione

Le pagelle e il tabellino di Chelsea-Basilea, semifinale di ritorno dell’Europa League 2012-2013: i voti, i marcatori e gli ammoniti della partita di Stamford Bridge (Londra)

oscar_benitez
(INFOPHOTO)

Il Chelsea vince 3-1 la gara di ritorno contro il Basilea e si qualifica così per la finale di Europa League, la seconda finale internazionale consecutiva dopo aver giocato (e vinto) quella di Champions League dello scorso anno. Si era messa non benissimo nel primo tempo con il gol di Salah, poi l’uno-due di Torres e Victor Moses hanno girato tutto, prima che David Luiz chiudesse i giochi. Una bella rivincita per Rafa Benitez, che continua a non andare giù al pubblico di Stamford Bridge ma intanto si giocherà un trofeo importante. Sembra di rivedere la storia di Roberto Di Matteo dello scorso anno… il Basilea esce comunque a testa alta, al termine di un grande torneo.

4 gol, alcuni bellissimi, tante giocate, ritmo altissimo per lunghi tratti. Insomma, una vera semifinale europea. Poi, con una cornice come lo Stamford “sold out”, tutto è infinitamente più bello!

Amnesia nel finale del primo tempo, quando prende il gol. Ma prima era stato tremendo, e gli era mancata la concretezza in fase finale. Poi, nella ripresa, quando viene fuori anche quella, diventa una squadra devastante, come testimoniano anche le “riserve” che entrano nel finale.

Già aver dato senso a metà di questa partita, è stata una grande impresa. Tuttavia, stavolta Davide non riesce nel miracolo, e Golia se la ride. Ma occhio, perchè la fionda è carica: nei prossimi anni, sbaglieranno ancora mira?

Direzione perfetta, nessuna sbavatura, non cerca protagonismi ed è puntuale in ogni occasione.

Cech, 6.5: sicurezza a palate, nelle uscite basse come nei tiri da fuori.

Azpilicueta, 6: sbaglia qualche cross, ma in generale disputa una gara onesta.

G. Cahill, 5.5: non brilla anche lui particolarmente, soprattutto quando il Basilea cerca le infilate centrali.Ivanovic, 6: un po’ meglio del collega, anche se pure lui non ricorderà quella di stasera tra le sue migliori partite.

Bertrand, 5: l’unico bocciato: erroraccio in occasione dello svantaggio, in generale sembra a disagio.

David Luiz, 7.5: voto altissimo per la sua prestazione, in realtà non eccezionale. Ma il gol che mette sotto il sette, è qualcosa di fantasmagorico per un difensore centrale!Lampard, 7: talento evergreen. Se non ha più la corsa, mantiene un’intelligenza ed una visione di gioco di un altro livello. Legend.

Ramires, 6: inizialmente sbaglia tanto, un gol pazzesco e tanti passaggi facili. ma si riscatta nei venti minuti della ripresa: dinamico, mobile, guizzante.

Hazard, 7.5: migliore in campo. Talento sopraffino, è costantemente un pericolo.

Victor Moses, 7: l’uomo di coppa colpisce ancora. Decisivo con le sue scorazzate sulla sinistra, dalla difesa all’attacco.

Torres, 6.5: gol di rapina che avvia la rimonta. Gioco di fisico e di grande prestanza.

Oscar, s.v.

Mata, s.v.

Ake, s.v.

All.: Benitez, 6.5: la squadra, a parte il finale di primo tempo, è in netta superiorità. Lo spagnolo, a parte il Mondiale per club, ha dalla sua tutti i risultati. Non poi così male…

Sommer, 6.5: tanti interventi decisivi, non può del resto erigere un muro.

Voser, 5.5: prova a sopperire alle mancanze tecniche con la tenacia fisica, ma non riesce esattamente nell’impresa.

Schar, 5.5: appena messo sotto pressione, evidenzia le sue lacune.

Gaston Sauro, 5: il divario tra la sua qualità e quella degli attaccanti del Chelsea è troppo ampio, e nel secondo tempo lo paga.

Steinhofer, 6: bene nel primo tempo, quando è ovunque. Scompare nel secondo.

Serey Die, 5.5: fallosissimo in avvio, scompare nel resto della partita, per riapparire alla fine quando si becca il giallo.

Stocker, 6.5: prima frazione di grande intelligenza e qualità, esce dopo che l’impresa è definitivamente tramontata.

F.Frei, 6: molto fisico, con intelligenza tattica.

Salah, 6.5: gol molto bello, e diversi spunti di alta qualità. Sinistro molto interessante.

Elneny, 5: solo un tiro dalla distanza, altissimo. Per il resto, davvero poca roba.

Streller, 6.5: nel primo tempo è perfetto, gioca con fisico e qualità e a momenti sfiora un gol memorabile.

Degen, s.v.

Zoua, s.v.

Diaz, s.v.

All.: M. Yakin, 6.5: fa un miracolo anche solo a far credere per 45 minuti ai suoi che l’imprsa è possibile. Poi, quando vengono fuori i reali valori, la favola finisce. Ma esce a testa altissima.

 

(Giovanni Gazzoli)

 

Marcatori: 45′ Salah (B), 5′ st Torres (C), 7′ st Moses (C), 14′ st David Luiz (C)

 Cech; Azpilicueta, Ivanovic, G. Cahill, Bertrand; David Luiz (36′ st Aké), Ramires (21 st Oscar); Lampard, Hazard (30′ st Mata), Moses; Torres. A disp.: Turnbull, Ferreira, Terry, Benayoun. All.: Benitez

 Sommer; Voser, Schar, Sauro, Steinhofer; Serey Die, Stocker (17′ st Degen), F. Frei (30′ st Diaz); Salah, Elneny, Streller (17′ st Zoua). A disp.: Vailati, Park Joo Ho, Ajeti, Cabral. All.: Murat Yakin

Arbitro: Eriksson (Svezia)

Ammoniti: Azpilicueta (C), Schar (B), Steinhofer (B), Serey Die (B)

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori