GIRO D’ITALIA 2013/ Le squadre: Bmc Racing Team

- La Redazione

Un grande capitano come l’australiano Cadel Evans e altri elementi interessanti come Phinney, Oss, Santaromita e Cummings: così si presenta la Bmc al Giro d’Italia 2013

Evans_chiodi
Cadel Evans (Infophoto)

La formazione americana – con una forte componente svizzera – è tra le più importanti nell’attuale panorama del ciclismo, e anche in questa edizione del Giro d’Italia si presenta con molti nomi importanti. Il capitano è naturalmente Cadel Evans: il campione australiano è uno dei corridori più vincenti degli ultimi anni, con il Tour de France 2011 e il Mondiale 2009 come punti più alti della carriera. Personaggio amato da tutti e simbolo del ciclismo pulito, Cadel ha forti legami con l’Italia (ha sposato una ragazza lombarda e vive appena oltre il confine con il Canton Ticino) e ha voluto fortemente partecipare a questa edizione del Giro. Scelta che è giunta abbastanza a sorpresa non molto tempo prima del via di Napoli, e che arricchisce il cast della Corsa Rosa di un grande protagonista, anche se probabilmente non più in grado di lottare per il successo finale con gente del calibro di Nibali e Wiggins. Potrà però lottare per il podio e per i successi di tappa in qualche frazione tra le più prestigiose, e sarà uno dei riferimenti di tutto il gruppo. Tra gli altri componenti della squadra, ci si attende molto dal giovane americano Taylor Phinney e dai due corridori italiani del team, Daniel Oss e Ivan Santaromita. Il pubblico del Giro ha imparato ad amare Phinney l’anno scorso, quando vinse la crono inaugurale e indossò la maglia rosa per tre giorni, resistendo anche ad una caduta. Ha poi confermato le sue qualità con il secondo posto nella cronometro mondiale e con lo sfortunato doppio quarto posto alle Olimpiadi di Londra 2012 (sia nella gara in linea sia nella cronometro): lo attendiamo soprattutto nella cronometro di Saltara. Daniel Oss potrà fare bene in tutte le tappe miste, con tracciato simile a quello delle classiche tanto amate dal trentino, e magari sarà lui a regalare alla Bmc il successo di tappa, mentre Santaromita ha vinto recentemente una tappa del Giro del Trentino, e chissà che non possa fare un altro exploit sul palcoscenico più prestigioso. Altro nome importante è quello del britannico Steve Cummings, con un glorioso passato da pistard: su strada non ha avuto una evoluzione simile a quella di Wiggins, ma è comunque capace di numeri importanti.

 

61 Cadel EVANS (Aus)

62 Adam BLYTHE (Gbr)

63 Steve CUMMINGS (Gbr)

64 Klaas LODEWYCK (Bel)

65 Steve MORABITO (Svi)

66 Daniel OSS (Ita)

67 Taylor PHINNEY (Usa)

68 Ivan SANTAROMITA (Ita)

69 Danilo WYSS (Svi)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori