Serie A/ Video, Cagliari-Inter (1-1): gol, sintesi e highlights (sesta giornata)

- La Redazione

Video Cagliari-Inter 1-1: le parole di Walter Mazzarri dopo la partita sono di grande rammarico per l’occasione sprecata. Gol, sintesi e highlights della partita giocata al Nereo Rocco

ranocchia_nainggolan
foto Infophoto

Cagliari-Inter finisce per i gol di Mauro Icardi e Radja Nainggolan, entrambi a segno per la seconda volta in campionato. Il Cagliari ottiene il quarto pareggio consecutivo e sale a quota 7 in classifica. L’Inter resta nei quartieri alti (14) ma perde punti rispetto a Roma (18), Napoli e Juventus (16). Nella prossima giornata i nerazzurri riceveranno proprio la Roma prima a punteggio pieno, mentre i sardi giocheranno in trasferta contro l’Udinese. Le statistiche del match descrivono una partita combattuta in cui l’Inter ha cercato maggiormente la vittoria. Il possesso di palla risulta per il 45% appannaggio del Cagliari e per il 55% dell’Inter. Il computo dei calci d’angolo è di 6-3 a favore dell’Inter. I nerazzurri hanno totalizzato anche un numero superiore di conclusioni totali: 14 di cui 7 nello specchio avversario, mentre il Cagliari ha effettuato 9 tiri di cui 3 hanno centrato la porta di Handanovic. Su quello decisivo per il pareggio, sferrato da fuori area da Radja Nainggolan, resterà sempre un dubbio: avrebbe centrato lo specchio senza la deviazione fortuita di Rolando? Dubbi che non cambiano il risultato finale, possono al massimo acuire il rimpianto per un’Inter positiva ma non abbastanza cinica per vincere. La supremazia territoriale, ovvero il tempo di occupazione della metacampo avversaria, vede l’Inter in vantaggio con 12’45” contro gli 8’37” del Cagliari. Elevati entrambi gli indici di pericolosità: 45,5 per la formazione rossoblù, 66.6% per quella nerazzurra che ha creato più pericoli. Positivi anche gli indicatori difensivi come la protezione della propria area: 55,6% per il Cagliari, 60,7 per l’Inter. A livello individuale spiccano i 59 passaggi riusciti da Mateo Kovacic: il centrocampista croato dell’Inter è primo in questa speciale classifica, seguito dai compagni Yuto Nagatomo (57) e Alvaro Pereira (42) e dal cagliaritano Gabriele Perico (42). Fredy Guarin è invece il giocatore che ha provato più tiri: 4 di cui 2 molto pericolosi ma abilmente sventati dal portiere del Cagliari, Micheal Agazzi.

Molto bella l’azione del vantaggio nerazzurro. Nagatomo riceve sulla fascia destra, in zona d’attacco. il giapponese smista a Kovacic e scatta in avanti; Kovacic tocca per Palacio che premia lo scatto di Nagatomo, ingresso in area dal lato e cross preciso per Icardi, che di testa fa centro da pochi passi. 1-1 Cagliari all’83’: pareggio del Cagliari otto minuti dopo il vantaggio interista. Radja Nainggolan riceve palla poco oltre il limite dell’area nerazzurra, nella fascia centrosinistra, e tenta il tiro di destro senza esitare: il rasoterra è potente ma incoccia il polpaccio di Rolando, deviando la traiettoria verso sinistra e spiazzando Handanovic, che resta immobile. 

Cagliari-Inter finisce 1-1, e Walter Mazzarri si rammarica. I nerazzurri perdono l’opportunità di restare agganciati a Napoli e Juventus, ma il punto non è questo. Siamo all’inizio dell’anno ed è ancora possibile recuperare il terreno perduto; tuttavia il tecnico toscano sa bene che i punti persi si contano sempre, non soltanto in primavera quando la classifica si fa pressante. Anzi: spesso a inizio stagione si sprecano occasioni che poi diventano grossi rimpianti nella volata conclusiva. E allora, Mazzarri è dispiaciuto per una squadra che ha creato tante occasioni da rete ma non è stata capace di finalizzarle, se non in una sola occasione che è stata quella in cui l’Inter è passata in vantaggio e sembrava aver chiuso la pratica. “Il campo era un po’ pesante”, ha detto l’allenatore dei nerazzurri, “e questo ha un po’ condizionato la partita”. Stavolta non ci sono stati accenni sulle tante partite giocate e sul poco tempo per recuperare la situazione. Le polemiche non sono comunque mancate: Mazzarri non ha perso l’occasione, stimolato dai cronisti, per attaccare nuovamente Vincenzo Montella, che lo aveva apostrofato dicendo che non è in grado di complimentarsi con gli avversari a fine partita e lo fa soltanto prima. “Su Montella avrei tante cose da dire”, ha detto il tecnico livornese, ribadendo poi che sulla questione del monte ingaggi si è sbagliato e“piuttosto che dire certe cose bisognerebbe stare zitti”. L’Inter ripartirà dalla Roma, in questo momento la partita più difficile che i nerazzurri potessero giocare. 

Si gioca oggi alle ore 15 Cagliari-Inter, partita valida per la sesta giornata del campionato di Serie A 2013-2014. Una gara che potrebbe lanciare i nerazzurri, galvanizzati dalla vittoria in rimonta contro la Fiorentina: per la prima volta in stagione sono andati sotto e hanno ribaltato il risultato con pazienza e costanza, prendendosi tre punti e rimanendo al secondo posto in classifica. Il Cagliari ha avuto un inizio di stagione più o meno positivo: cinque punti in classifica, e soprattutto al di là delle graduatorie c’è una squadra che sa giocare a calcio, fa possesso palla e costruisce occasioni. La salvezza sarà affare complicato, ma se i rossoblu sono questi potrebbe rivelarsi una strada più in discesa di quanto si possa pensare. Cagliari-Inter sarà arbitrata da Rocchi, coadiuvato dai guardalinee Barbirati e Liberti; quarto uomo De Pinto, giudici di porta Gervasoni e Baracani. Sono tanti i modi per vedere e seguire la partita di oggi pomeriggio: sul satellite la diretta è affidata a Sky Sport 1 (canale 201) e Sky Calcio 1 (251) con la telecronaca di Geri De Rosa, il commento tecnico di Antonio Di Gennaro e gli interventi da bordocampo, comprensivi di interviste, ad opera di Veronica Baldaccini e Massimiliano Nebuloni. Sul secondo flusso audio ci sarà la possibilità di seguire la telecronaca tifosa, di parte nerazzurra, ad opera di Roberto Scarpini. Sky mette a disposizione anche Diretta Gol, che su Sky Supercalcio (canale 204) si collega a partire dalle ore 15 con tutti i campi della Serie A; a raccontare la partita del Nereo Rocco di Trieste sarà Maurizio Compagnoni. Il digitale terrestre invece offre la diretta su Premium Calcio 2 (canale 372) con la telecronaca di Fabrizio Ferrero e il commento tecnico di Nando Orsi, con contributi e interviste da bordocampo di Angiolo Radice. Sul secondo flusso audio sarà inoltre possibile avere accesso alla telecronaca tifosa, di parte nerazzurra, ad opera di Christian Recalcati. Attenzione allo streaming video, garantito grazie a Sky Go e Premium Play che sono i due servizi, per satellite e digitale terrestre, riservati in modo gratuito a tutti gli abbonati, per seguire Cagliari-Inter su PC, tablet e smartphone. Per chi non si potesse mettere davanti al televisore e non avesse a disposizione un supporto visivo digitale, ecco la possibilità di ascoltare la radio: su Rai Radio 1 (frequenza 89.30) va in onda la celebre trasmissione Tutto il calcio minuto per minuto, condotta in studio da Filippo Corsini: a raccontarci la partita del Nereo Rocco sarà Riccardo Cucchi. Infine i social network, che raccontano Cagliari-Inter con informazioni su risultato e marcatori: ci sono le pagine Facebook ufficiali delle due squadre, ci sono gli hashtag di Twitter #SerieA e #CagliariInter e ci sono gli account ufficiali, sempre su Twitter, di Cagliari (@CagliariCalcio) e @inter.it)





© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori