Pagelle/ Sassuolo-Lazio (2-2): i voti e il tabellino della partita (Serie A, sesta giornata)

- La Redazione

Le pagelle e il tabellino di Sassuolo-Lazio 2-2, partita valida per la sesta giornata del campionato di serie A 2013-2014: voti marcatori e ammoniti del match giocato al Mapei Stadium

marchetti_ciani
(INFOPHOTO)

Bel pareggio al Mapei Stadium tra Sassuolo e Lazio. Le due squadre si sono divise la posta in palio al termine di una partita combattuta e conclusa sul punteggio di 2-2. I gol tutti nella ripresa: doppio vantaggio laziale con Dias e Candreva, rimonta neroverde firmata Schelotto-Floro Flores. Occasione persa per la Lazio che guadagna un punto e sale a 10, punto meritato per il Sassuolo che avanza a quota 2. Nella prossima giornata Parma-Sassuolo (domenica 6 ottobre, ore 12.30) e Lazio-Fiorentina (domenica 6 ore 20.45) Gara condita da tante emozioni soprattutto nel secondo tempo, che ha riservato il grosso della trama (4 gol e ritmo molto alto). Primo tempo più equilibrato, secondo quasi chiuso dall’1-2 laziale e poi riaperto dalla veemente reazione del Sassuolo, che poi fino alla fine ha cercato il go-vittoria.

Squadra viva: confermare il pareggio di Napoli era forse più importante che reagire allo 0-7 contro l’Inter. Peccato per qualche disattenzione “scolastica” (marcatura sul corner dello 0-1, spazio concesso per lo 0-2), puntualmente sottolineata da Di Francesco nel post-partita; ma il Sassuolo ha prodotto gioco, talvolta anche confusamente, meritando il risultato del campo. E forse ai punti anche qualcosa di più. Il 3-5-2 sembra reggere le due fasi meglio del 4-3-3 ma attenzione: anche il Genoa è passato da un modulo all’altro, finendo per cambiare allenatore. La prossima partita, forse meno stimolante (Parma in trasferta), sarà un banco di prova significativo.

Il doppio vantaggio è stato un raccolto ben superiore al seminato, perdipiù sprecato. Nel momentaneo 0-2 si può leggere anche del cinismo, che a questi livelli non fa mai male; restano però anche un atteggiamento più passivo e una fase difensiva traballante, che ha concesso tanto ad una squadra globalmente inferiore.

Ammonizioni giuste, lascia un dubbio nella ripresa sul contatto Ciani-Berardi: il francese tocca involontariamente con la mano, ma anche l’avversario con un piede; l’entità del contatto resta poco chiara.

Il tabellino 

Marcatori: 5’st Dias (L), 9’st Candreva (L), 10’st Schelotto (S), 31’st Floro Flores (S)

Sassuolo (3-5-2): Pegolo; Marzorati, Acerbi, Bianco; Schelotto, Kurtic (30’st K.Laribi), Magnanelli, Missiroli, Ziegler; Zaza (35’st Alexe), Berardi (23’st Floro Flores) (Pomini, Rosati, J.Rossini, Pucino, Longhi, Masucci, Farias). All.Di Francesco.

Lazio (4-5-1): Marchetti; Cavanda (31’st Cana), Ciani, Dias, Pereirinha; Candreva, Onazi (1’st A.Gonzalez), Ledesma, Hernanes, Ederson (19’st Biglia); Floccari (Strakosha, Guerrieri, Vinicius, Lulic, F.Anderson, B.Keità, B.Perea). All.Petkovic.

Arbitro: Banti (sez. Livorno) Ammoniti: Pereirinha (L), Zaza (S), Schelotto (S) per gioco scorretto, Floro Flores (S) per comportamento non regolamentare (maglia tolta dopo il gol)

Sassuolo

Un errore in uscita nel primo, poi vigilanza costante e due gol imparabili.

Qualche problema sulle “visite” di Ederson, ma non si dà per vinto.

Bene in marcatura su Floccari, aiuta l’impostazione di gioco. 

In ripresa, reattivo e deciso nei contrasti.

Festeggia col gol le 100 presenze in A. Non sempre aggiunge qualcosa ma s’impegna dal primo all’ultimo, rianimando i suoi in un momento delicato.

Non ancora al suo meglio ma è utile spina nel fianco: aiuta ad aprire la trequarti laziale.

L’azione transita quasi sempre da lui, aiuta anche in fase difensiva.

Dinamico e propositivo, buca più volte la metacampo altrui  e calcia bene i corner: da uno nasce l’1-2 dal 30’st K.LARIBI 6,5 Entra e cavalca l’onda di squadra: assist prelibato per Floro Flores, poteva valere il 3-2.

Il Sassuolo pende a destra, lui non ha ancora lo smalto che mostrò alla Sampdoria.

Elettrico, sembra avere la scossa addosso: si danna l’anima e tira più volte in porta, stavolta però il gol non arriva dal 35’st ALEXE 6 Tiene alto il tasso di pericolosità negli ultimi minuti.

Movimenti molto interessanti, da rivedere nelle esecuzioni in zona gol dal 23’st FLORO FLORES 6,5 Inclina definitivamente l’ago dalla parte del Sassuolo: tramsette grinta e segna il 2-2, peccato per la successiva occasione sventata da Marchetti.

All.DI FRANCESCO 6,5 La squadra ha mostrato idee ma anche attributi, che erano mancati nelle prime giornate.

(Carlo Necchi)

Lazio

Non impeccabile sul 2-2 di Floro Flores, ma prima e dopo compie parate notevoli contro Zaza e lo stesso Flores a tu per tu.

Un pò troppo passivo ed approssimativo in alcune giocate dal 31’st CANA 5,5 In sofferenza anche lui nel finale, non riesce a chiudere l’area.

Sciagurato in alcuni interventi, provvidenziale in altri: equilibrio sottile, stavolta è assolto.

Zaza è più giovane e reattivo: partita sudata e d’esperienza, impreziosita da un bel gol di testa.

A sinistra è un pò a disagio: subito ammonito, soffre la garra di Schelotto.

Più intermittente del solito, ma quando si accende scotta. Un gol tanto bello quanto illusorio. 

Subisce il ritmo dei dirimpettai, proprio lui che di agonismo vive. Diversi passaggi sbagliati dal 1’st Più utile di Onazi perché corre meglio e sbaglia meno.

Molto utile in aiuto alla difesa, meno in fase d’impostazione anche perché il pallino è in mano al Sassuolo.

Galleggia da centrocampo in su senza mai entrare veramente in partita: lo si vede spesso correre e inseguire, meno inventare. Vero che l’andazzo generale non lo aiuta ad accendersi.

Parte bene con qualche scintilla nel lato sinistro, si sgonfia strada facendo dal 19’st BIGLIA 5,5 Dentro per riordinare la sua metacampo: difficile se la palla ce l’hanno spesso gli altri. 

Ben marcato, non riesce a far salire la squadra ma talvolta è davvero isolato.

All.PETKOVIC 5,5 Il solito appunto: perché non provare a due punte? Per battere il Sassuolo bisogna imporsi maggiormente.

(Carlo Necchi)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori