Probabili formazioni/ Chievo Cagliari: ultime novità (serie A, diciottesima giornata)

- La Redazione

Le probabili formazioni di Chievo-Cagliari: le ultime novità sulla partita valida per la diciottesima giornata del campionato serie A. Il fischio d’inizio è previsto per le ore 15.00

Pulga_Lopez
Infophoto

La diciottesima giornata di Serie A si apre oggi alle ore 15 con Chievo-Cagliari. Una partita che vale molto in chiave salvezza: 15 punti dei veneti contro 20 degli isolani, che al momento sono messi bene in classifica e aspirano a tirarsi definitivamente o quasi fuori dai guai con una vittoria. Momento positivo per Diego Lopez, che nelle ultime cinque partite non ha mai perso (pur avendo vinto solo una volta); il Chievo di Corini ha invece perso le ultime due dopo una striscia di tre vittorie che l’hanno tolto dall’ultima posizione e addirittura fuori dalla zona retrocessione. Arbitra Bergonzi. 

Queste sono state le parole del tecnico Eugenio Corini nella conferenza stampa della gara contro il Cagliari al Bentegodi: “Dopo le feste ho trovato i giocatori con grande voglia di reagire alle ultime due partite negative. Ci vorrà equilibrio, il Cagliari ha giocatori di qualità  e velocità nel ripartire con Ibarbo, Sau e Cossu”.  Una breve parentesi è stata anche aperta sulla situazione di Alberto Paloschi: “E’ un giocatore giovane, ha 23 anni ma già un’esperienza notevole a certi livelli; deve ancora maturare ma ha la stoffa per farlo e lo ha dimostrato. Con il Cagliari dobbiamo giocare come sappiamo fare. Con il Livorno ci è riuscito tutto benissimo abbiamo dimostrato non solo carattere ma anche gioco e qualità. A Torino non siamo riusciti a sfruttare le nostre caratteristiche se non per un tempo. Il Cagliari è una buona squadra e noi dovremo essere bravi a far pressing e metterli in difficoltà. Thereau dietro le punte? E’ una soluzione  possibile ma non è l’unica”. Qualcuno ha provato a far partire la polemica chiedendo il parere di Corini  sui rigori non fischiati alla formazione clivense, ma il tecnico è stato abile a smorzare i toni: “Beh, nell’altro senso non li abbiamo nemmeno subiti. Noi dobbiamo cercare altre vie per vincere e non possiamo dar colpa ai rigori non assegnati. Dobbiamo cercare altre soluzioni per segnare”. Confermato il 4-3-3, con il dubbio Sestu-Lazarevic per la posizione di esterno a sinistra, mentre ancora una volta dovrebbe partire Thereau come titolare al centro dell’attacco.

In panchina dunque Alberto Paloschi, citato da Corini nella conferenza stampa della vigilia. Per lui sono tempi difficili: un solo gol nelle ultime quindici partite di campionato dopo l’avvio scoppiettante. Ha già dimostrato di avere la rete nel sangue, per cui dovrà solo aspettare il suo momento. Attenzione ad Acosty, le cui accelerazioni possono mettere in difficoltà la difesa del Cagliari. 

Il solo Calello è ai box: per lui previsti altri 20 giorni circa prima di rientrare in campo.

Alla vigilia della gara in trasferta contro il Chievo, l’allenatore del Cagliari Diego Lopez ha rilasciato delle dichiarazioni sulla partita che attende la sua squadra: “E’ una squadra difficile da affrontare, molto agguerrita, che sa quel che deve fare e lotta su ogni pallone con dei giocatori validi. All’inizio ha stentato, ma dopo il cambio di allenatore si è rimessa a posto grazie a tre vittorie consecutive: anche se ha perso le ultime due gare rimane una compagine tosta. Tatticamente è passata dal 4-3-3 contro la Sampdoria al 3-5-2. Al di là dei numeri, penso che sarà una partita nella quale non troveremo occasioni facilmente: il Chievo fa dell’organizzazione una delle sue armi migliori, concede poco. Dovremo essere bravi a gestire il pallone e fare la partita. Sarà fondamentale tenere alta la concentrazione: non ho dubbi che sarà così, perché ho visto lavorare bene i ragazzi dal 28 dicembre”. Confermato il tandem d’attacco Sau-Pinilla, con Cossu a supporto; dietro di loro agiscono i soliti tre con Nainggolan che potrebbe essere all’ultima partita con la maglia rossoblu, pur se ancora non è chiaro il suo futuro e non c’è niente di definitivo. In porta il ballottaggio lo vince ancora Avramov, e la sensazione è che sarà così fino al termine della stagione. Murru favorito su Avelar come terzino sinistro.

Parte dalla panchina Victor Ibarbo: il colombiano rappresenta un’arma tattica importante perchè la sua velocità e la capacità di saltare l’uomo possono risultare l’ago della bilancia a gara in corso, quando le squadre si allungano e i giocatori iniziano a stancarsi. Cabrera e Ibraimi devono ancora dimostrare di valere la Serie A: il primo ha già segnato ma poi si è un perso, per entrambi un’occasione potrebbe essere rappresentata dalla cessione eventuale di Nainggolan che liberebbe spazio. 

Nené è squalificato, ma in ogni caso non avrebbe potuto giocare per infortunio: lo dovremmo rivedere tra fine gennaio e inizio febbraio. Fuori anche Eriksson, per lui potrebbe trattarsi di un paio di partite da seguire dai box. 

 

 1 Puggioni; 21 N. Frey, 3 Dainelli, 12 Cesar, 93 Dramé; 8 Radovanovic, 27 L. Rigoni, 56 P. Hetemaj; 20 Estigarribia, 77 Thereau, 10 Sestu. All. Corini

A disp: 28 Silvestri, 18 Squizzi, 2 Bernardini, 17 Sardo, 15 Pamic, 9 Bentivoglio, 16 Improta, 22 Acosty, 43 Paloschi, 7 Lavarevic, 90 Ardemagni, 31 Pellissier

Squalificati:

Indisponibili: Calello

 25 Avramov; 14 F. Pisano, 15 Rossettini, 13 Astori, 29 Murru; 20 Ekdal, 5 Conti, 4 Nainggolan; 7 Cossu; 9 Sau, 51 Pinilla. All. Diego Lopez

A disp: 26 Adan, 24 Perico, 34 Del Fabro, 8 Avelar, 21 Dessena, 22 Cabrera, 10 Ibraimi, 23 Ibarbo

Squalificati: Nené

Indisponibili: Eriksson, Nené

 

Arbitro: Bergonzi

Si avvicina la partita Chievo Cagliari, le voci di mercato possono destabilizzare le due formazioni ma la concentrazione deve essere massima. La  ‘sfida salvezza’ è delicata e gli allenatori stanno studiando le formazioni migliori da schierare per la sfida. Il Cagliari perde Eriksson per risentimenti muscolari quindi la mediana dovrebbe essere composta da Ekdal, Conti, Nainggolan. In attacco ancora panchina per Ibarbo.

 Il calcio di serie A torna in scena con la diciottesima giornata a partire dall’anticipo tra Chievo e Cagliari che si giocherà alle ore 15.00 domenica 5 gennaio. Dopo l’esaltante ritorno di Corini in veste d’allenatore sulla panchina del Chievo, la formazione veneta ha subito due sconfitte che tuttavia non hanno spinto la squadra nelle ultime tre posizioni che valgono la retrocessione. Attualmente i clivensi si trovano di una sola lunghezza al di sopra delle sabbie mobili della classifica a quota 15 e oggi proveranno a fare perno sul fattore campo per strappare punti al Cagliari. La formazione di Lopez sta disputando un buon campionato e i punti capitalizzati fino a questo momento son 20, trattasi di una situazione molto più rilassata rispetto ai diretti avversari di oggi. Tutto è pronto per il match che andrà in scena domani al Bentegodi, ora andiamo a vedere quali sono le notizie alla vigilia in casa delle due squadre per capire che tipo di partita ci attende.

Corini insiste con il 4-3-3, questo sembra essere il miglior modulo con il quale intraprendere il viaggio verso la salvezza e anche oggi il Chievo scenderà in campo con questo assetto. Visto che la linea mediana si compone di soli tre giocatori, il tecnico ha chiesto alla società di andare sul mercato di gennaio per portare in gialloblu giocatori che possano interpretare al meglio il modulo prediletto, ma nel frattempo conterà su Radovanovic, Hetemaj e il solito Rigoni, la mente del centrocampo. Per quanto concerne l’attacco, il rinato Thereau verrà affiancato da Estigarribia e uno tra Lazarevic e Sestu. Stando alle statistiche, il Chievo ha un possesso palla medio di 21’:52’’, gioca 486 palle e completa il 60,9% dei passaggi effettuati. Per quanto riguarda la fase offensiva, i veneti vantano una supremazia territoriale di 8’:33’’ e calciano nello specchio della porta mediamente 4 volte a partita su un totale di 11 tentativi.

I sardi sono indubbiamente distratti dalle voci di calcio mercato che riguardano Nainggolan, Astori e Agazzi. Questi pezzi pregiati della scuderia di Cellino potrebbero abbandonare Cagliari già a partire dai prossimi giorni ma nel frattempo Lopez deve pensare alla delicata trasferta di Verona per portare al casa altri tre punti preziosi. Probabilmente il tecnico opterà ancora per Avelar in difesa a sinistra, al posto di Murru; a centrocampo spazio a Ekdal oltre ai soliti Conti e Nainggolan, mentre in attacco la maglia da titolare si trova a metà strada tra Pinilla e Ibarbo. Diamo un’occhiata ai dati statistici per capire che tipo di gioco imposterà il Cagliari. I sardi hanno un possesso palla medio di 25’:59’’, giocano mediamente 595 palle e mandano a buon fine il 67% dei passaggi effettuati. Per ciò che riguarda la fase offensiva, il Cagliari calcia tra i pali della porta avversaria 5 volte su un totale di 15 tentativi. I giocatori più pericolosi della formazione rossoblu sono Conti e Sau con 4 reti all’attivo, mentre gli assist man sono Cossu e Nainggolan con 20 passaggi ai compagni prima del tiro verso il portiere avversario.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori