Pagelle Udinese-Verona (1-3): i voti della partita (Serie A, 18^ giornata)

- La Redazione

Pagelle Udinese Verona, i voti della partita: i migliori e i peggiori della sfida andata in scena allo stadio Bentegodi e valida per la diciottesima giornata del campionato di Serie A

ambrosini_toni
Un precedente con Luca Toni protagonista (Infophoto)

Allo Stadio Friuli la partita tra Udinese-Verona si è chiusa per 1-3 a favore degli ospiti. Il 2014 non poteva iniziare meglio per il tecnico Mandorlini, che grazie ad un’ottima prestazione da parte della sua squadra è riuscito a vincere in un campo ostico.  Guidolin non può sicuramente essere soddisfatto, oltre alla sconfitta l’Udinese non è mai riuscita a prendere in mano la partita e rendersi pericolosa se non in occasione del momentaneo 1-2 realizzato allo scadere del primo tempo. Il nervosismo dell’Udinese si incarna anche con l’espulsione del tecnico Guidolin, per proteste. Gli ospiti partono subito forte e al 7’ del primo tempo trovano il vantaggio con un tiro da fuori da parte di Luca Toni sul quale trova impreparato Brick, che poteva fare sicuramente di più. Il raddoppio arriva al 39’ sempre con il solito Luca Toni che parte sul filo del fuorigioco e si trova tutto solo in area di rigore anticipa l’uscita di Brick, che questa volta è incolpevole, e insacca.  Allo scadere del primo tempo accorcia le distanze l’Udinese con Pereyra che approfitta di una respinta corta della difesa veronese e trova il gol con un grande tiro. Nella ripresa ci si aspettava la reazione rabbiosa da parte dei padroni di casa che tarda ad arrivare, quello che arriva è invece il definitivo 3-1 realizzato da Iturbe, entrato da pochi minuti, lanciato a rete a tu per tu col portiere mostrando la propria freddezza sotto porta.  Durante i primi 45’ di gioco si è visto un bel calcio disputato da entrambe le squadre. Nella ripresa ci si aspettava sicuramente una reazione più veemente da parte dell’Udinese che non è arrivata, il Verona ha addomesticato il gioco facendo passare i minuti senza subire grosse difficoltà.  : Dirige bene la gara. Nel primo tempo bravo a vedere che il fallo su Pereyra era fuoriarea. Non lascia casi di moviola.

Allo Stadio Friuli va in scena il match valido per la diciottesima giornata del girone di andata della serie A.  Scendono in campo Udinese e Verona, due squadre che prima di questa sfida sono divise da 9 lunghezzei. I padroni di casa hanno collezionato 20 punti nelle prime 17 giornate, trovando difficoltà inaspettate nell’arco di questo inizio di stagione. Chi ha sorpreso in positivo invece è sicuramente il Verona, che di punti ne ha ottenuti 29, ma come ha ricordato il tecnico dei veronesi Mandorlini, l’Udinese resta una squadra di qualità, per cui espugnare il Friuli non sara di sicuro un compito facile. Tutte e due le squadre hanno chiuso l’anno 2013 ottenendo vittorie importanti, l’Udinese ha superato in trasferta il Livorno per 2-1, il Verona ha battuto per 4-1 la Lazio. Ci si aspetta una partita combattuta dove entrambe le formazioni vogliono cominciare il 2014 come hanno chiuso l’anno passato, con una vittoria per dare una marcia in più alla propria classifica. I primi 45′ di gioco si chiudono sul risultato di 1-2 per il Verona.  Partono bene gli ospiti che vanno in vantaggio al settimo minuto grazie a un tiro da fuori di Luca toni sul quale Brkic non riesce ad intervenire. Il raddoppio arriva al 30′ sempre con il solito Toni, lasciato solo in area riesce a battere il portiere stavolta incolpevole. Allo scadere del primo tempo arriva il pareggio dei padroni di casa, punizione calciata da Di natale ribattuta dalla barriera, arriva 7′ Pereyra che trova un gran gol. Nota negativa per l’Udinese è l’espulsione di Guidolin, allontanato dal terreno di gioco per proteste. Pereyra (6,5) Brkic (5) Toni (7) Martinho (5,5)

Brkic 5: Colpevole sul primo gol mettendo la partita subito in salita per la sua squadra

Hertaux 6: Difende bene la sua zona, i pericoli arrivano altrove. Nella ripresa prova anche una conclusione da lontano.

Danilo 5: Non entra in partita, gli scontri fisici con Toni finiscono sempre a suo sfavore.

Domizzi 5,5: Spaesato, non riesce ad aiutare la difesa.

(57’ Bruno Fernanes 6: colpisce un grande palo dalla distanza, sfortunato)

Gabriel Silva 5,5: Tanta corsa ma spesso in maniera spaesata. Anche per lui giornata storta

A. Lazzari 5,5: Prova a prendere in mano la manovra dell’Udinese senza successo.  

Allan 5,5: Oggi ha dato poca qualità alla manovra  

Basta 5: Incerto sul primo gol, prova a rimediare ma le idee gli mancano.  

Pereyra 6: Partita timida, la sufficienza la prende grazie a un bel gol realizzato.  

Nico Lopez 5,5: Prova a dare grinta alla manovra dell’udinese ma spesso è disordinato

(65’ Maicosuel 6: entra bene in partita impensierendo la difesa veronese. Poi sparisce)  

Di Natale 5,5: Per l’attaccante partita non semplice, marcato molto bene dalla difesa avversaria. Pochi palloni giocabili.

All.: Guidolin 4,5: Gesto di nervosismo sul finire del primo tempo che lascia la squadra senza il tecnico per tutta la ripresa.

Hellas Verona (VOTO 7,5)

Rafael 6: Sul gol subito è incolpevole. Per il resto sempre sicuro sugli interventi.

Cacciatore 6,5: Non lascia respirare gli attaccanti avversari. Attento in ogni occasione.

Moras 7: Prende in mano la difesa e lo fa bene. I palloni che arrivano da quelle parti sono di sua proprietà

Maietta 6,5: Attento e sicuro negli interventi. 33 Agostini 6,5: Sempre presente e prestazione costante in copertura.

Romulo 6,5: Prende in mano il pallino del gioco regalando passaggi al millimetro ai compagni.

Jorginho 6,5: Il centrocampo lo segue, e di conseguenza tutta la squadra

Hallfredsson 6,5: Partita di costanza e grinta.

Martinho 6: gioca pochi palloni, ma si sacrifica molto (63’ Gomez 6: entra e da una mano al centrocampo)

Jankovic 6: Spaesato in questa partita, non riesce a trovare giocate pregevoli.

(63’ Iturbe 7: Entra subito nel vivo del gioco e trova la rete dopo pochi minuti mettendo in cassaforte il risultato)

Toni 8: due gol da vero bomber di razza, i mondiali lo stuzzicano.

All.: Mandorlini 7: Legge bene la partita e trasmette ai suoi la giusta carica.

(Francesco Vignati)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori