Pagelle/ Bari-Avellino 4-2: i voti della partita (Serie B 9^giornata)

- La Redazione

Le pagelle per di Bari-Avellino, posticipo domenicale della 9^giornata del campionato di Serie B 2014-2015: i voti della partita giocata allo stadio San Nicola domenica 19 ottobre 2014

sannicola_nord
(dall'account Twitter ufficiale @fcb1908)

Pronti via Stevanovic tira fuori una punizione che poteva portare a un’azione molto pericolosa. E’ solo l’antipasto, perchè al settimo arriva il gol di Romizi che calcia da fuori trovando impreparato Gomis. L’Avellino reagisce con un tiro da fuori di Kone, ma è il Bari a segnare ancora. Palla dentro di Sciaudone e gol da attaccante puro per Caputo. Reagisce l’Avellino con un Castaldo in grande spolvero. Donnarumma in un paio di interventi salva la porta del Bari fino a che non arriva il pari che porta la firma di Comi su palla dentro proprio di Castaldo. Dopo un tiro da fuori di Sabelli è ancora l’Avellino a passare. Sponda di Castaldo e rete di Comi, che però è in fuorigioco. Su una palla dentro di Bittante Schiavon e Castaldo non riescono nella deviazione a rete, ma dimostrano che l’Avellino c’è. Appena cominciata la ripresa è Sabelli a mettere un altro punto esclamativo alla gara del Bari, si infila dentro e ruba la conclusione a Caputo superando Gomis. Ci prova poi Defendi da fuori, senza grandi risultati. Subito dopo ha una grande occasione la squadra di Mangia, palla dentro di Romizi su cui Sciaudone è in ritardo colpisce però di destro Defendi e para a terra Gomis. Tiraccio successivamente del neo entrato Zito, che ha preso il posto di Bittante, che però termina alto. Problema fisico per Schiavon che esce in barella, al suo posto entra Soumarè. Castaldo la ripare con un grande colpo di testa che lascia di sasso Donnarumma, proprio nel momento in cui Comi è costretto a uscire e al suo posto fa ingresso in campo Pozzebon. Mangia intanto manda dentro Galano per Stevanovic. Grande intervento di Chiosa in chiusura su Caputo che era stato mandato dentro da Sciaudone. Nel finale il Bari aumenta il divario con un rigore realizzato da Caputo su cui rimangono molti dubbi. Pisacane sembra non toccare nell’incrocio Sciaudone;

– Gara divertente e nonostante il passivo aperta fino alla fine. Ci si diverte senza pause, da una parte e dall’altra. Due squadre di livello che saranno protagoniste di questo campionato fino alla sua conclusione;

La squadra di Mangia è maggiormente cinica e sfrutta le occasioni che gli capitano con maggiore cattiveria, lo dimostra la rete di Sabelli. A centrocampo hanno qualcosa di più i galletti rispetto agli irpini; 

Nonostante la sconfitta che sembra pesante la squadra di Rastelli è stata in gara fino alla fine, giocando a tratti anche meglio del Bari. Manca qualcosa a centrocampo;

Una partita così equilibrata non può essere rovinata da un errore come quello di Fabbri alla fine, rigore assolutamente inventato nei minuti di recupero. 

Pronti via Stevanovic (voto 6) tira fuori una punizione che poteva portare a un’azione molto pericolosa. E’ solo l’antipasto, perchè al settimo arriva il gol di Romizi (6.5) che calcia da fuori trovando impreparato Gomis (5). L’Avellino reagisce con un tiro da fuori di Kone (6), ma è il Bari a segnare ancora. Palla dentro di Sciaudone (6.5) e gol da attaccante puro per Caputo (6.5). Reagisce l’Avellino con un Castaldo (7) in grande spolvero. Donnarumma (6.5) in un paio di interventi salva la porta del Bari fino a che non arriva il pari che porta la firma di Comi (6.5) su palla dentro proprio di Castaldo. Dopo un tiro da fuori di Sabelli (6) è ancora l’Avellino a passare. Sponda di Castaldo e rete di Comi, che però è in fuorigioco. Su una palla dentro di Bittante (6) Schiavon (6) e Castaldo non riescono nella deviazione a rete, ma dimostrano che l’Avellino c’è.

Partita divertente e piena di colpi di scena. Il Bari passa 2-0, ma la gara non è finita lo dice l’Avellino col gol di Comi e una buona prestazione;

Veloce e di grande spessore la manovra davanti, lento e con qualche problema il reparto arretrato. I galletti stanno vincendo, ma hanno rischiato troppo e sopra di due gol non hanno chiuso la partita facendosi mettere sotto;

E’ lui la spina nel fianco della difesa degli irpini, salta uomini sulla destra e non solo regala l’assist del 2-0 a Caputo. Gioca la palla semplice, senza strafare e si rende protagonista di un’ottima prestazione;

Ancora una volta si trova in difficoltà senza riuscire a guidare una difesa che viene attaccato quando la squadra è sul 2-0. Non comanda il reparto e anzi soffre quando cresce l’Avellino;

Dietro va male la gara, con poca esplosività e reattività nel reparto. Davanti invece Comi e Castaldo fanno paura e la situazione che sembrava difficilissima è stata riaperta;

E’ l’uomo in più là davanti, ha fisico e grande intelligenza. Suo l’assist per il gol di Comi e anche la sponda che aveva portato al 2-2 con l’attaccante ex Reggina in fuorigioco;

Premiato da Piscedda e chiamato dalla B Italia soffre la qualità dell’attacco avversario, che si muove tra le linee e crea sempre problemi. Soffre tantissimo nel primo tempo;

Nessuna decisione rilevante da prendere, gara condotta con polso e intelligenza. (Matteo Fantozzi)

Bari
Donnarumma 6.5: decisivo quando sul 3-1 para con un grande riflesso un colpo ravvicinato di testa di Comi. Reattivo tra i pali, qualche problema nelle uscite. Bella anche una risposta su Soumarè che ci prova da fuori. Incolpevole sui gol;
Sabelli 7: a parte il gol, gioca con una cattiveria agonistica invidiabile. Ha passo, gamba e grande qualità. Salta l’uomo e sa difendere. Terzino e giocatore completo, esce tra gli applausi; (76′ Calderoni sv)
Ligi 5.5: ha grinta e grande determinazione, ma gli scontri di testa con Comi e Castaldo li perde tutti;
Contini 5: non comanda la difesa con autorità perdendosi sempre Castaldo che lo fa impazzire. Da un giocatore della sua esperienza ci si aspetta di più;
Salviato 6: sulla corsia controlla bene prima Bittante e poi Zito anche se con più fatica. Unica pecca si spinge davanti pochissimo;
Defendi 6.5: ha grande passo e salta l’uomo con facilità, ma lo fa solo a fasi alterne;
Romizi 6: un suo tiro da fuori sblocca la gara, colpo da grande giocatore. Poi però si eclissa e rimane al centro, toccando molti palloni ma con poca incisività;
Sciaudone 7: uno dei migliori dei suoi, mettendo dentro dozzine di palloni e arrivando sempre primo sulla corsia. E’ sua la palla per Caputo in occasione del 2-0;
Stevanovic 5: sulla corsia non riesce mai a pungere, sbagliando spesso il movimento che gli chiede spesso Mangia. Il gioco del Bari si svolge tutto dall’altro lato forse anche per colpa sua. Negli ultimi 15 viene sostituito da Galano; (75′ Galano 6): entra e dopo pochi minuti ci prova da fuori, viene da un lungo ko, ma sembra perfettamente recuperato;
De Luca 6: gioca con grande determinazione e abnegazione nel primo tempo, andando a prendere il pallone sulla corsia e mettendolo spesso dentro. Non riesce però a essere incisivo sotto porta e sparisce nella ripresa. Esce nel finale per far spazio a un altro difensore; (87′ Rossini sv)
Caputo 7: ha il fiuto del bomber mettendo dentro un pallone che arriva dalla destra dai piedi di Sciaudone. E’ attento e si tiene sempre sulla linea del fuorigioco. Attentissimo, quando l’azione cresce. Freddo dal dischetto alla fine;

All.Mangia 6.5: la sua squadra vince in maniera ampia, ma rischia troppo di rovinare tutto in diverse occasioni. Serve maggiore attenzione, ma va bene così;

Avellino
Gomis 4: sul gol di Romizi compie un errore che un portiere a questi livelli non deve fare, tiro non irresistibile su cui lui arriva in ritardo. Troppo distratto anche in altre occasioni;
Pisacane 5: il rigore finale non c’è, ma lui è sempre poco attento e non riesce a giocare con la solita precisione;
Ely 5.5: va sotto anche lui quando cresce la squadra avversaria. Gara da rivedere in tutte le sue definizioni, soprattutto quando viene aggredito dall’azione;
Chiosa 6: l’unico a salvarsi. Dopo un primo tempo inguardabile, cresce e si fa vedere in uno splendido ripiego in scivolata su Caputo che fuggiva verso la porta;
Bittante 5.5: nel primo tempo sbaglia diversi movimenti difensivi, quando viene sempre scartato dai De Luca e Caputo quando si allargano. Mette dentro una palla con i tempi sbagliati facendo infuriare Schiavon e Castaldo. Esce nella ripresa; (55′ Zito 6): ha grande velocità e ottima tecnica, palle dentro messe per la testa di Castaldo sono diverse e tutte pericolose;
Arini 6.5: tecnica e intensità al centro del campo, buona gara e ottima intelligenza;
Kone 5.5: non riesce a dare il suo contributo in fase offensiva, cala e scompare dalla gara nella ripresa;
Schiavon 6.5: è sempre pericoloso quando si accentra, sfiora il gol con una palla messa dentro da Bittante; (67′ Soumarè 6.5): entra e da vivacità al reparto, se quel tiro poi entra può cambiare la gara;
Visconti 6: sulla corsia ha velocità e grande intelligenza, mette diversi palloni dentro con precisione;
Castaldo 7: segna la rete del 3-2 con un grande colpo di testa, ma prima fa due sponde decisive per Comi. Gioca per la squadra e ha grande ritmo;
Comi 6.5: mette dentro due palloni di testa, il secondo però in fuorigioco e quindi annullato. Ha ritmo e grande fisicità. Si fa male scontrandosi col palo quando Donnarumma gli nega la gioia del 3-2; (70′ Pozzebon sv)

All.Rastelli 6: la sua squadra gioca bene, ma davanti non riesce a finalizzare e non porta a casa nemmeno un pari.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori