Pagelle/ Guingamp-Fiorentina (1-2): i voti della partita (Europa League 2014-2015, gruppo K)

- La Redazione

Le pagelle di Guingamp-Fiorentina 1-2, partita valida per la quinta giornata del gruppo K di Europa League 2014-2015: i voti del match disputato giovedì 27 novembre 2014 in Francia

guingamp_coreografia
(dall'account Twitter ufficiale @EAG_Officiel)

La Fiorentina vince per 2-1 allo Stade de Roudourou contro il Guingamp ma non senza faticare. Il match parte alla grande per i viola che fin da subito mettono in chiaro le cose e passano in vantaggio al 6′ grazie al goal di Marin, su assist di Aquilani, propiziato Babacar e da un pasticcio della difesa francese. Al 13′ arriva anche il raddoppio proprio di Babacar, servito dalla sinistra da Vargas, senza ricevere alcuna opposizione da parte dei difensori di casa. A questo punto però la Fiorentina prende sotto gamba il Guingamp, lasciandolo giocare molto e al 43′ Beauvue riesce a smarcare Marveaux che sentendo l’arrivo di Basanta si lascia cadere: per l’arbitro Eskov è rigore ed espulsione con Beauvue pronto a trasformare dal dischetto al 45′. I viola si preparano così ad un secondo tempo di sofferenza in inferiorità numerica e l’entrata di Cuadrado non si rivela utile per la squadra. Marveaux continua a creare ma il compagno di reparto spreca ben 4 occasioni da goal e l’occasione migliore per il Guingamp arriva al 79′ con la traversa colpita da Yatabare su cross del neo entrato Schwartz. Nel recupero Tomovic si fa ammonire regalando una punizione dal limite dell’area che proprio Schwartz calcia alta sopra la traversa.

Grandissima qualità mostrata dalla Fiorentina anche nonostante l’inferiorità numerica e gran cuore del Guingamp.

La squadra poteva fare sicuramente meglio ma scende in campo in maniera sbagliata soprattutto dal punto di vista tattico.

Grande prova di forza nel portarsi sul 2 a 0 e nel resistere ad un tempo in 10 uomini.

Rigore regalato al Guingamp così come l’espulsione. Nel corso del match fischia spesso a favore dei padroni di casa su molte situazioni dubbie e forse c’era un rigore per una spinta di Savic su Schwartz all’81’.

Primo tempo: Harakiri della Fiorentina nei minuti finali del primo tempo contro il Guingamp lasciando riaprire agli avversari una partita che sembrava già chiusa. L’inerzia del match è tutta a favore dei viola contro una difesa francese in chiara difficoltà fin dall’inizio ed infatti l’1 a 0 arriva subito al 6′ quando Babacar (il migliore della Fiorentina: voto 7) scappa alle spalle dei centrali rossoneri Kerbrat (il peggiore del Guingamp: voto 4,5) e Sorbon, protagonisti in negativo, propiziando il goal del vantaggio di Marin servito da Aquilani. Il raddoppio viene raggiunto già al 13′ quando Vargas a sinistra cross in mezzo per Babacar, preciso nel tocco sotto porta. Da questo momento gli uomini di Montella, nonostante le imprecazioni dalla panchina di quest’ultimo, si adagiano e lasciano giocare i francesi che acquistano man mano fiducia. Al 43′ accade quello che non ci si aspetta: Marveaux, lanciato a rete da Beauvue, cade in area sull’arrivo da dietro di Basanta e l’arbitro decide per il calcio di rigore con espulsione. Beauvue (il migliore del Guingamp: voto 6,5), il più attivo dei suoi nonostante venga pescato spesso in offside, dal dischetto trasforma e la Fiorentina ora dovrà resistere ad un agguerrito Guingamp. Tra le fila italiane, il più in difficoltà sembra essere Kurtic (il peggiore della Fiorentina: voto 5,5) schierato fuoriposizione dal mister come alternativa tattiva. (Alessandro Rinoldi)

Guingamp

Incolpevole sui goal, frutto dell’errato posizionamento dei suoi difensori.

Si nasconde per il campo senza difendere come si deve e senza mai spingere sulla sua fascia.

Malissimo su entrambi i goal, rincorre a vuoto i giocatori che gli scappano.

Si lascia sfuggire Babacar per ben due volte e propiziando le azioni dei due goal viola. Nel finale ha l’occasione per riscattarsi ma la difesa devia in corner.

Si spinge molto all’attacco cercando di creare difficoltà agli avversari dalla sua fascia.

Inizialmente spaesato, dopo aver cambiato corsia un paio di volte si rende man mano più pericoloso ma sulla traversa colpita al 79′ poteva fare molto meglio.

Con la superiorità numerica diventa un attaccante aggiunto sfruttando i suoi buoni inserimenti.

Tanti lanci sbagliati e poco controllo del centrocampo.

Si mangia un’occasione clamorosa tirando su Richards e a parte una buona giocata non si vede molto.

Il più pericoloso del Guingamp, trasforma bene il rigore ma spreca ben 4 palle-goal per replicare la prima segnatura.

Il migliore dei suoi, si procura astutamente il rigore, mostra giocate deliziose e Beauvue non riesce ad approfittare dei suoi grandi assist.

Molta voglia e buona tecnica per l’assedio finale. Forse poteva essere schierato prima.

All.GOURVENNEC 5 Sbaglia completamente l’approccio, con i due esterni offensivi in chiara difficoltà. Recupera la partita solo grazie all’espulsione di Basanta.

Fiorentina

Nonostante le diverse buone prove in coppa, oggi è sembrato un po’ incerto, sbagliando anche un rinvio che poteva portare ad una situazione pericolosa.

Tiene bene la posizione e, quando la difesa passa a 4, non disdegna l’azione offensiva passando in area un paio di volte.

Regge la difesa seppur non avendo impedito a Beauvue di lanciare a rete Marveaux per il rigore.

Probabilmente non c’era nè il rigore nè l’espulsione, quindi analizzando la sua prestazione fino all’espulsione si può dire che si sia ben comportato.

Si impegna moltissimo anche se è evidente la sua difficoltà in un ruolo non ideale per lui.

Tiene bene il campo con Aquilani nonostante l’inferiorità numerica.

Paga l’espulsione di Basanta venendo sostituito prematuramente con Savic ma gestisce sempre bene palla e mostra la consueta personalità cercando la conclusione da lontano.

Grande regia in mezzo al campo, chiude bene anche sui traversoni avversari.

Regala l’assist a Babacar per il 2 a 0 e fa valere la sua forza fisica in fascia sinistra.

Il più atteso della Fiorentina mette subito la sua firma con il goal al 6′. Aggiunge 50 minuti nelle gambe con la gara di oggi facendo presagire il meglio per il futuro.

Oltre al 2 a 0 e ad aver propiziato l’iniziale vantaggio di Marin, si batte per tutti i 90 minuti come un leone, reggendo da solo il peso dell’attacco viola.

Ottima prova, l’intesa con Tomovic è ben consolidata.

Irriconoscibile, non riesce a far esplodere la sua velocità e a far salire la squadra. Non una prestazione da lui.

Entra bene per contrastare l’attacco finale dei francesi.

All. MONTELLA 6,5 Azzecca quasi tutto ma purtroppo non riesce a tenere alta la concentrazione dei suoi per il primo tempo. Si fa sentire negli spogliatoi a frittata ormai fatta e la Fiorentina riesce a resistere al Guingamp.

 

(Alessandro Rinoldi)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori