Pagelle/ Empoli-Lazio (2-1): Fantacalcio, i voti della partita. I top e i flop (Serie A 2014-2015 11^ giornata)

- La Redazione

Pagelle Empoli-Lazio: i voti della partita di Serie A, valida per l’undicesima giornata di campionato. I protagonisti, i migliori e i peggiori al Castellani: i giudizi per il Fantacalcio

EmpoliPalermo_volo
Foto Infophoto

Sconfitta inattesa della Lazio di Pioli, che al Castellani di Empoli cade sotto i colpi dei padroni di casa. Il match si conclude infatti con il risultato di due a uno in favore della compagine allenata da Maurizio Sarri, con i biancocelesti che tornano a Roma con le ossa rotte e con il terzo posto sfumato dopo il contemporanea successo del Napoli a Firenze. Analizziamo i voti e le pagelle del fantacalcio per individuare i giocatori migliori e peggiori del match. Non poteva che essere di Big Mac Maccarone, la palma di migliore dellEmpoli ed anche di man of the match. Lattaccante sempreverde è il vero leader della squadra toscana e lo si vede quando realizza la rete che permette ai suoi di ottenere un successo davvero inatteso. Una prova convincente dallinizio allultimo minuto, un uomo solo in attacco ma che mette davvero paura alla retroguardia dei biancocelesti. Nessun giocatore bocciato in casa Empoli. Fra quelli meno brillanti vi è pero Zielinski, che schierato in posizione da trequartista pensa più a difendere e tamponare le invettive di Lucas Biglia piuttosto che a farsi vedere in fase avanzata. E comunque suo il passaggio vincente per Maccarone. Nonostante la Lazio perda, ancora una volta Lucas Biglia è più che positivo. La mente della compagine biancoceleste realizza una prova convincente, non ai livelli eccelsi delle ultime uscite, ma comunque quel tanto che basta da meritarsi la palma di migliore dei suoi: da clonare. Mai in partita lesperto attaccante della nazionale tedesca. Non riesce ad incidere e a rendersi quasi mai pericoloso, ingabbiato dagli avversari. Per lex Bayern davvero una partita insufficiente.

Bella partita al Castellani dove l’Empoli batte 2 a 1 la Lazio grazie ai ben organizzati calci da fermo di mister Sarri. Dopo un primo tempo intenso dove sono gli ospiti a sfiorare la rete con almeno tre occasioni, a cui Maccarone risponde calciando di poco a lato una punizione dalla trequarti, nella ripresa i toscani scendono sul terreno di gioco con maggiore impegno e al 52′, sul corner battuto da Valdifiori, il giovane centrale Barba stacca più in alto di tutti e trova la rete del vantaggio. Solo tre minuti dopo, al 55′ capitan Maccarone firma il raddoppio smarcandosi, con l’aiuto dei compagni, dietro la barriera e fulmina Berisha con un tiro al volo. La Lazio prova a reagire e al 66′ Biglia, dopo una bella azione personale, apre per Candreva che crossa in mezzo per Djordjevic, pronto a colpire di testa per accorciare le distanze. Gli ospiti insistono mentre l’Empoli prova a coprirsi ma alla fine i tre punti vanno proprio alla formazione di casa.  Bei goal, gli schemi dell’Empoli sono davvero ben studiati, e gioco intenso.  Trova la vittoria utilizzando le sue migliori caratteristiche di squadra. Parte bene ma quando perde Mauri per infortunio si disunisce e paga a caro prezzo il calo nella ripresa. Gestisce bene con qualche imprecisione.

Empoli-Lazio è 0-0 al termine del primo tempo. Pomeriggio soleggiato al Castellani dove Empoli e Lazio giocano un bel primo tempo senza però trovare la via della rete. Sono gli ospiti ad avere le occasioni più ghiotte per passare in vantaggio, in particolare tra il 10′ e il 15′ sfiorano la marcatura per ben tre volte facendo correre più di un brivido alla difesa di casa. Nonostante ciò, i due centrali dell’Empoli, Barba e Rugani, giocano una partita attenta e senza grosse sbavature. In avanti inoltre i toscani guadagnano molti calci di punizione sulla trequarti avversaria, mettendo in evidenza un Michael Ciani (il peggiore della Lazio: voto 5) in difficoltà tra le fila laziali, e con uno di questi tiri liberi Massimo Maccarone (il migliore dell’Empoli: voto 6,5) va vicino alla segnatura. Vincent Laurini (il peggiore dell’Empoli: voto 5,5) col passare dei minuti perde concentrazione e concede un po’ troppo sulla sua fascia mentre Lucas Biglia (il migliore della Lazio: voto 6,5), impegnato dal pressing di Zielinski, riesce comunque a ripiegare bene come difensore aggiunto e lotta in mezzo al campo. La Lazio nel finale è costretta a sostituire Mauri con Ederson a causa di un problema muscolare e probabilmente anche Braafheid non riuscirà a proseguire il match.

Trasmette sicurezza ai compagni compiendo interventi decisi spesso a fermare i cross avversari.

Resiste a fatica ma mette l’intensità per colmare le sue lacune.

Sempre molto attento, trova la prima rete in serie A portando momentaneamente in vantaggio i suoi.

Partita praticamente perfetta, gioca come un veterano.

Copre bene la fascia recuperando diversi palloni.

Ottimo in mezzo al campo nel fermare la manovra avversaria.

Il cervello del centrocampo di Sarri, permette la gestione della manovra.

Prova concreta, lotta e difende bene.

Nonostante la posizione da trequartista, oggi lavora per impedire la manovra laziale pressando Biglia. Non combina molto altro ma fornisce l’assist per il goal di Maccarone.

Si muove molto e forse non viene cercato a sufficienza dai compagni ma nel finale, prima di essere sostituito, ha un moto di orgoglio e infiamma il pubblico con le sue giocate.

Vero leader della squadra, fa reparto da solo e firma il goal vittoria.

Entra bene in partita e cerca di mettere in difficoltà gli avversari col suo pressing.

Anche lui ha un buon impatto sul match anche se potrebbe essere più attento.

Pochi minuti nel finale per contrastare una Lazio in cerca del pareggio.

All. SARRI 7 La vittoria di oggi è frutto del suo lavoro durante la settimana: due reti da calcio da fermo, come ormai ci ha ben abituato il suo Empoli.

Incerto ma sicuramente non aiutato dalla prestazione dei suoi difensori.

CAVANDA 5,5 Alterna buoni recuperi con interventi imprecisi.

Fa bella figura rispetto al compagno di reparto ma si fa imbambolare, come tutta la difesa, sui calci da fermo.

Nonostante il gran numero di palle recuperate, commette un gran numero di errori e si perde Barba sul primo goal.

Si muove bene in fascia facendo valere la propria atleticità.

Ha l’occasione di portare in vantaggio i suoi ad inizio partita ma spara incredibilmente a lato, senza regalare altre particolari emozioni.

Il migliore dei suoi, nel primo tempo si crea spazio per entrare nel gioco nonostante la difficile presenza di Zielinski e nella ripresa riesce a correre di più. Fondamentale per la manovra laziale.

Come Parolo, sfiora la rete nel primo tempo per poi spegnersi con il passare dei minuti.

E’ il giocatore che porta più apprensione alla difesa toscana grazie alla sua velocità e i dribbling. Il cross per il 2 a 1 è un assist perfetto.

Davvero bello il goal di testa a scavalcare Sepe anche se è un peccato che non sia riuscito a portare avanti i suoi con una grossa occasione sullo 0 a 0.

Costretto ad uscire giò al 43′ per un problema muscolare, perde un pallone non dà lui ma l’Empoli non punisce la sua disattenzione, patendo piuttosto il suo movimento in attacco.

Prende il posto di Mauri facendone sentire la mancanza.

Non è in grado di entrare in partita non riuscendo a smarcarsi e a trovare feeling coi compagni durante la manovra offensiva.

Entra per l’assalto finale e spara alto l’ultimo pallone del match.

All. PIOLI 5 Viene penalizzato dall’infortunio di Mauri già nel primo tempo ma non azzecca le sostituzioni. Inoltre, ad inizio ripresa, i suoi non tengono il ritmo della prima frazione finendo col subire lo svantaggio.

(Alessandro Rinoldi)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori