Pagelle/ Bayern Monaco-CSKA Mosca (3-0): i voti della partita (Champions League 2014-2015, gruppo E)

- La Redazione

Le pagelle di Bayern Monaco-CSKA Mosca 3-0, partita valida per la 6^giornata del gruppo E di Champions League: i voti del match disputato all’Allianz Arena mercoledì 10 dicembre

bayern_saluti
(dall'account Twitter ufficiale @ChampionsLeague)

Il Bayern schianta il Cska vincendo per 3-0 allAllianz. Nel primo tempo Muller sblocca il risultato dal dischetto, nel secondo tempo Rode e Gotze chiudono i conti, mettendo il punto esclamativo su una superlativa prima fase del girone. I russi concludono il girone al quarto posto.

Lorganizzazione di gioco e lattenzione costante non possono non stupire. Squadra aggressiva e concentrata fino al fischio finale. Chi non vorrebbe allenare un team del genere?!

Lo strapotere avversario viene limitato da una fase difensiva non sempre attenta. Poca lucidità e fantasia nelle ripartenze.

Gestisce con polso una gara intensa ma non difficile da arbitrare.

Bayern Monaco – Cska Mosca ha chiuso il primo tempo sul parziale di 1-0. Decide il rigore siglato da Thomas Muller al 17esimo. Guardiola per lultimo turno della fase a gironi sceglie di far riposare diversi uomini. Il Bayern si schiera con il consueto 3-4-3. Neuer tra i pali è protetto da Boateng, Dante e Bernat. Sugli esterni di centrocampo Hojbjerg e Gaudino, mentre in zona nevralgica agiscono Schweinsteiger e Rode. In attacco Muller, Gotze e Ribery. Slutski risponde con il 4-2-3-1, cercando limpresa. Arbitra il portoghese Berenquença. I padroni di casa nonostante le numerose assenze giocano con assoluta convinzione. Il 3-4-3 funziona a meraviglia e nel giro di pochi minuti il Cska è imprigionato nella propria metà campo. Il tiki taka dei bavaresi irrita i russi che non riescono però a ripartire in maniera adeguata. La prima occasione del match è però degli ospiti. Doumbia salta in area da solo raccogliendo il cross di Eremenko, ma lattaccante non trova lo specchio. Il Bayern macina gioco su gioco, ma le occasioni tardano ad arrivare. Ci prova Boateng da fuori area, ma manca il senso della misura. Al 17esimo si sblocca il risultato. Natcho commette una sciocchezza steccando Ribery in area. Dal dischetto Muller non perdona, spiazzando Akinfeev. I russi accusano il contraccolpo del gol incassato e non riescono a reagire. Il solo Doumbia ci riprova, ma dopo aver saltato in dribbling mezza difesa avversaria trova sulla strada del gol un insuperabile Neuer. Nel finale Schweinsteiger viene pescato in area da unottima intuizione di Gotze, ma il capitano dei rossoblù si fa parare il destro da Akinfeev. RODE 6,5 GAUDINO 5,5 DOUMBIA 6,5 NATCHO 5 (Francesco Davide Zaza twitter@francescodzaza)

Bayern Monaco

Viene raramente chiamato in causa. Ottimo intervento nel primo tempo su Doumbia.

Attento e concentrato fino allo scadere. Ci prova spesso con tiri violenti da fuori area.

Qualche imprevisto rischia di scoraggiarlo, ma risponde con intensità e grinta.

Si avventura spesso sulla fascia, portando idee e precisione.

Cresce con il passare del tempo guadagnando coraggio.

Si muove molto bene senza palla, proponendosi di continuo. Il gol è il giusto premio dopo una prestazione impeccabile.

Quantità e qualità. Si proietta spesso in avanti migliorando con il passare del tempo precisione e misure nei passaggi.

Non impressiona. Fatica molto a proporsi, rimanendo spesso fuori dal gioco.

(dal 28’ s.t. WEISER s.v.)

Si muove molto trovando spazi importanti per colpire. Preciso nel giro palla e freddo dagli 11 metri.

(dal 1’ s.t. ROBBEN 6,5 Semina il panico quando riceve palla. Gli avversari non lo tengono ma lui spesso li grazia sbagliando diversi gol.)

Punge continuamente la retroguardia avversaria, minacciando spesso l’ingresso in area. Il ruolo da falso nueve sembra esser stato inventato per lui. Prezioso e pericoloso fino allo scadere.

Agisce bene negli spazi stretti, proponendosi continuamente e causando il calcio di rigore.

(dal 1’ s.t. LEWANDOWSKI 6 Preciso nel giro palla e sempre presente in area. Più volte vicino al gol.)

All.GUARDIOLA 7 La costanza e la maturità del Bayern di quest’anno viene ulteriormente certificata da una prestazione eccellente in una gara che non conta (quasi) nulla.

Tiene a galla i suoi finchè può.

Risolve diverse situazioni pericolose, ma lascia troppo spazio agli avversari sulla fascia.

Si contrappone bene a Muller e Lewandowski mostrando cattiveria e muscoli.

Lento e non efficace nelle chiusure.

Non riesce a contenere gli avversari che vanno a nozze dalle sue parti.

Salva diverse situazioni, proponendo grinta e determinazione.

Nel primo tempo commette un’ingenuità che provoca il rigore. Non si riprende più, convincendo il tecnico a sostituirlo prima del previsto.

(dal 21’ s.t. TOSIC 6 Ce la mette tutta, provando anche con coraggio la conclusione da fuori area.)

Almeno lui ci prova. Qualche verticalizzazione interessante. Sempre preciso nel giro palla.

Cerca di creare qualcosa ma non trova i tempi giusti. Poco convincente in fase di contropiede.

(dal 38’ s.t. MILANOV s.v.)

Si inserisce spesso, ma sbaglia troppo.

(dal 45’ s.t. EFREMOV s.v.)

Ci prova con ogni mezzo. Lotta in mezzo a molti avversari. Troppo isolato.

All.SLUTSKI 5 Non si intravedono  tentativi per ribattere allo strapotere avversario. Da rivedere la fase di contropiede, mai efficace.

 

(Francesco Davide Zazatwitter@francescodzaza)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori