Pagelle/ Udinese-Cesena (4-2 dts): i voti della partita (Coppa Italia 2014-2015, quarto turno)

- La Redazione

Le pagelle di Udinese-Cesena, partita valida per il quarto turno della Coppa Italia 2014-2015: i voti della sfida ad eliminazione diretta disputata allo stadio Friuli mercoledì 3 dicembre

widmer_brienza
(INFOPHOTO)

Quando parte la ripresa Bisoli manda in campo Defrel per Tabanelli. Dopo poco però il Cesena è costretto a un altro cambio, si fa male il giovane Valzani, tra i migliori, esce ed entra in campo Cazzola. Dopo poco Succi devia di testa una punizione calciata dentro e fa il 2-2. La partita è riaperta, ma sembra richiudersi subito dopo quando viene espulso per un intervento ingenuo a centrocampo Volta. L’Udinese però ci prova e nonostante le tante occasioni non trova il gol della vittoria. Stramaccioni manda dentro anche Thereau senza però riuscire a trovare il 3-2, si va ai supplementari. All’inizio del primo tempo Belmonte serve sull’altra corsia Pasquale che serve dentro, Agliardi sporca e Lucas Evangelista la mette dentro. E’ la rete della vittoria, che vale il passaggio del turno. E’ bello ma vale solo per le statistiche il 4-2 di Thereau nel secondo tempo supplementare.

Gara che lascia attaccati allo schermo fino alla fine. Si deve andare ai supplementari per decidere il match.

I friulani si complicano la vita da soli, costretti a 120 minuti dopo aver dominato in lungo e in largo la gara. Alla fine però arriva la qualificazione e scendono in campo anche tanti giocatori fino a ora meno utilizzati.

Nonostante il passivo merita un plauso la squadra di Bisoli che in dieci porta l’Udinese ai supplementari.

Gara diretta con giudizio e intelligenza, giustissimo il rosso a Volta. In alcune occasioni tira fuori troppo facilmente il giallo però;

Parte forte il Cesena che passa subito in vantaggio grazie a una rete di Djuric (6) servito al centro da un grande cross di Mazzotta (6.5). L’ex terzino del Crotone la fa da padrone sulla sinistra e mette palloni a profusione al centro, su un altro però lo stesso Djuric è in leggero ritardo. Viene poi fuori l’Udinese che pareggia con un gol meraviglioso. Palla dentro di Fernandes (7) per Allan (6.5) questi fa un tunnel a Capelli e salta Volta buttando il pallone alle spalle di Agliardi (5.5). I bianconeri ci provano ancora, prima ci vanno vicini con un azione a percussione. Tira da fuori Pinzi (6) respinge Agliardi sui piedi di Pasquale (6) che per due volte mette in difficoltà il portiere del Cesena. Poi ha due occasioni Geijo (6) che prima prende il palo, poi si divora un gol da due passi e poi gira alto di sinistro da fuori. Alla fine della frazione è Fernandes, assoluto protagonista a calciare violento da fuori, palla che si insacca prima colpendo il palo alla sinistra dell’estremo difensore ospite.  – Primo tempo a velocità supersonica, non ci si annoia mai. Giocate raffinate e grande intensità. Speriamo di vedere un secondo tempo allo stesso livello;- Il gol di Djuric scuote l’Udinese che reagisce e riesce a giocare un ottimo primo, ribaltando addirittura la situazione sul 2-1;  strepitoso. Prima serve dentro Allan per il gol dell’1-1, poi calcia da fuori di destro con grande violenza segnando una rete meravigliosa e portando in vantaggio i friulani;  si perde Djuric in occasione del gol del vantaggio momentaneo del Cesena, ma per tutta la prima frazione lo soffre;- Trame di gioco offensive anche pregevoli, ma dietro si fa davvero tanta fatica; – Sulla sinistra è un vero treno, non lo ferma nessuno. Assist per il gol di Djuric e altra palla messa dentro che poteva avere la stessa sorte; – Bisoli lo richiama in continuazione e il fantasista in mezzo al campo è davvero spaesato; primo tempo di temperamento, nessun errore. 

Udinese
Scuffet 6.5: non chiamato a interventi particolari, gioca una buona gara e vuole riprendersi la maglia da titolare;
Belmonte 6: gioca una partita sulla sinistra, saltando l’uomo e puntando il fondo. In occasione del gol di Lucas apre lui bene per Pasquale;
Danilo 5.5: si perde Succi in occasione del gol del 2-2, che condanna le due squadre ai supplementari. Il centrale è un pò spaesato oggi;
Bubnjic 5.5: si perde Djuric in occasione del gol del vantaggio momentaneo del Cesena, ma per tutta la prima frazione lo soffre. Lo scontro con il lungo attaccante avversario lo perde nettamente;
Piris 5.5: sulla destra non salta mai l’uomo e perde il confronto con Mazzotta che lo salta sempre e lo mette in seria difficoltà. Il gol del momentaneo 1-0 arriva proprio da un suo errore; (85′ Evangelista 7): appena entrato fa vedere subito di avere il passo di chi può far male all’avversario. A metà del primo tempo supplementare segna il decisivo gol del 3-2;
Guilherme 6.5: corre molto in mezzo al campo, recupera palloni e riesce a essere prezioso in fase di contrasto. Esce nel finale per l’assalto alla porta di Agliardi; (71′ Thereau 6.6): entra e fa tanto movimento, bella palla dietro per Geijo che si divora il possibile 4-2. Lo segna poi lui con un tiro da fuori violento e preciso;
Allan 6.5: segna un gol strepitoso, sfruttando la palla che gli serve Fernandes e saltando due uomini in un piccolo spazio. Si innervosisce nella ripresa quando prende un giallo e sfiora la rete a fine gara;
Pinzi 6: tanti muscoli in mezzo al campo, ma anche esperienza e velocità negli scambi. Buona gara;
Pasquale 6.5: sulla corsia sinistra spinge costantemente, mettendo dentro tantissimi palloni. Gioca bene e con grande velocità. Decisivo il suo cross per il 3-2 di Evangelista;
Bruno Fernandes 7: strepitoso. Prima serve dentro Allan per il gol dell’1-1, poi calcia da fuori di destro con grande violenza segnando una rete meravigliosa e portando in vantaggio i friulani. Gioca una grande partita, di quantità e qualità; (103′ Konè sv)
Geijo 5: nel primo tempo colpisce un palo con un tiro a giro, ma troppe volte gli servono la palla da solo davanti al portiere e lui la alza sopra la traversa. Se si vede la sua carriera ha sempre fatto pochissimi gol, come si può allora fare l’attaccante se non la si butta dentro?;

All. Stramaccioni 6: L’Udinese alla fine passa il turno, ma quanta sofferenza. Si poteva chiudere molto più facilmente la pratica anche se va apprezzato lo sforzo di tanti giocatori che si erano visti meno.

Cesena
Agliardi 5.5: non da sicurezza alla difesa, anche se qualche buona parata la fa. Entra da protagonista nell’occasione del 3-2 di Lucas Evangelista;
Capelli 5.5: in occasione del gol di Allan si fa saltare con grande facilità. Non è una giornata facile in cui non riesce a giocare con il solito agonismo;
Volta 4: nel primo tempo si fa smarcare nell’area piccola da Allan, arriva da questa azione l’1-1. Poi nella ripresa, a pareggio raggiunto sul 2-2, si fa espellere per un’ingenuità colossale e Bisoli si infuria;
Krajnc 5.5: soffre moltissimo la presenza in area di rigore di Geijo, che nonostante si mangi gol a grappoli si fa sempre trovare bene in area di rigore. Al 93mo compie un’ingenuità e rischia di regalare un rigore agli avversari;
Mazzotta 6.5: Sulla sinistra è un vero treno, non lo ferma nessuno. Assist per il gol di Djuric e altra palla messa dentro che poteva avere la stessa sorte Alla lunga cala;
Valzania 6.5: giovanissimo lanciato dentro da Stramaccioni ha un impatto molto importante con la gara. Gioca con ritmo e si rende pericoloso, soprattutto quando calcia da fuori chiamando Scuffet a un delicato intervento. Esce nella ripresa per un brutto colpo all’arcata sopraccigliare; (48′ Cazzola 6): entra bene in partita;
De Feudis 6: buon ritmo a centrocampo, soliti palloni rubati e grande determinazione;
Coppola 5.5: non porta grande qualità al centrocampo come fa di solito;
Tabanelli 4.5: Bisoli lo richiama in continuazione e il fantasista in mezzo al campo è davvero spaesato. Esce nell’intervallo; (45′ Defrel 5): entra per dare una svolta, non si vede praticamente mai;
Succi 6.5: nel primo tempo praticamente non si vede, poi viene fuori nella ripresa quando con uno strepitoso colpo di testa anticipa Danilo e segna il prezioso 2-2 che costringe le squadre ai supplementari. Esce a venti dalla fine dopo il rosso di Volta; (69′ Lucchini 6): il migliore della difesa, porta un pò d’ordine dopo il rosso a Volta;
Djuric 6.5: segna dopo poco con un colpo di testa. Ha fisico e si fa sentire davanti, ma deve essere più rapido;

All. Bisoli 6.5: nonostante l’evidente differenza di qualità delle due squadre, Bisoli fa giocare compatto il suo Cesena e costringe l’Udinese anche se in dieci ai supplementari.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori