Pagelle/ Milan-Torino: i voti della partita (Serie A 22ma giornata)

- La Redazione

Le pagelle di Milan-Torino: i voti della partita. Anticipo serale delicatissimo in questa ventiduesima giornata di Serie A per i rossoneri. I protagonisti si vedono subito, ma l’esito finale

darmian_pazzini
(INFOPHOTO)
Pubblicità

Partita vivace che si accende al diciassettesimo con il gol di Immobile. Il Diavolo cerca di recuperare, ma prima Padelli e poi il muro granata impediscono di portare a casa i tre punti fondamentali per la rincorsa all’Europa.

Milan 6: come al solito la squadra gioca a sprazzi e non riesce ad imporre il proprio gioco per tutto il match. Avrebbe anche molte occasioni per ribaltare il risultato, ma la precisione alcune volte sembra un optional (clicca qui per le pagelle del Milan)

Torino 6,5: mantiene i quattro punti di distanza dal Milan e si mantiene in piena corsa per un posto in Europa League. Cerci e Immobile sono in forma mondiale e trascinano la squadra anche in questa impresa (clicca qui per le pagelle del Torino)

Pubblicità

Il primo tempo di Milan-Torino (voto 6,5), anticipo serale di serie A finisce 0-1 per un ottimo Torino (voto 6,5) che ha messo in difficoltà il Milan (voto 6) di Seedorf (voto 6) reduce da due vittorie consecutive in campionato. Le due formazioni si presentano così sul terreno di gioco: i padroni di casa schierano il solito 4-2-3-1 con i confermatissimi Honda (voto 5), Robinho (voto 5) e Kakà (voto 6) dietro un ritrovato Pazzini (voto 6,5) (sostituisce l’espulso Balotelli); il Torino invece mette giù un 3-5-2 con Cerci (voto 6,5) e Immobile (voto 7) scelti per scardinare la difesa rossonera. Sono proprio questi ultimi due che mettono in difficoltà la linea difensiva del Milan con le loro accelerazioni e scambi palla veloci. Partita vivace sin dai primi minuti, con occasioni da entrambe le parti, subisce una brusca impennata al diciassettesimo con un gran gol di Ciro Immobile: approfitta della disattenzione di Rami (voto 6), che abbassa la linea del fuorigioco, per involarsi verso la porta avversaria, fa tempo a dribblare Bonera (voto 5,5) e di piatto desto batte Abbiati (sv). La partita si accende e il Milan non vuole abbandonare proprio stasera, davanti al suo pubblico, la chance di giocarsi una competizione europea l’anno prossimo. Reazione rabbiosa con le occasioni che fioccano da tutte le parti: Pazzini in rovesciata e Kakà  con un tiro a giro nell’angolo basso. Padelli (voto 6,5) decide che sta sera non si passa e ferma il risultato sullo 0-1. Nel secondo tempo ci aspettiamo una reazione del Milan più vivace e decisa, così non si può pensare di vincere.

Migliori: Pazzini 6,5: va vicinissimo al gol per due volte, lo limita solo un grande Padelli.

Immobile 7: gol a parte mette in difficoltà tutta la retroguardia rossonera. Se continua così difficilmente Prandelli lo lascerà a casa questa estate

Peggiori: Robinho 5: perde una dozzina di pallone e rallenta il gioco quando dovrebbe velocizzarlo. Pioggia di fischi a San Siro.

Farnerud 5,5: si mangia un gol clamoroso che avrebbe (quasi) chiuso la partita sullo 0-2.

(Francesco Ballerini)

Milan

 

Abbiati 6: impegnato soltanto nell’occasione del gol su cui è incolpevole. Mantiene la tranquillità e fa muovere bene la difesa. Coraggioso in qualche uscita.

Pubblicità

De Sciglio 6: non è in forma smagliante: in fase difensiva non sbaglia mai mentre in quella propositiva è impreciso e fatica a saltare l’uomo. Mette comunque a disposizione degli attaccanti un gran numero di cross.

Bonera 5: un vero disastro; il gol ne è l’esempio: tiene immobile in posizione regolare, lo recupera e si fa saltare facilmente. Ogni volta che lo puntano in velocità si trova in affanno e ha bisogno di un rinforzo.

Rami 7,5 (il migliore): in fase difensiva dimostra uno strapotere fisico e grande rapidità. Il gol nella ripresa è un siluro che sfonda la rete. Sul francese si è capito che ci si può fare affidamente.

Emanuelson 6: discorso analogo fatto per De Sciglio, ma sulla fascia opposta. Anche lui come il compagno di reparto mette in area un gran numero di cross, ma quando c’è bisogno di penetrare si tira sempre indietro.

Muntari 5: si vede che non gioca da un po’ di tempo e la condizione fisica non lo supporta nel momento di ripiegamento.  Serve l’assist per il gol di Rami, ma più di questo manda solo qualche pallone in terzo anello.

Montolivo 5,5: dovrebbe giocare da metronomo, ma i tempi non li riesce a dettare. Impantanato nel centrocampo del torino. Le gomme da neve le ha lasciate nel box.

Honda 5: se il numero di cross azzeccati dal giapponese fosse direttamente proporzionale al numero di fotografie fatte dai suoi connazionali sta sera allo stadio probabilmente il risultato non sarebbe lo stesso. La peggior prestazione con la maglia del Milan.

Kakà 6: gran primo tempo dove incanta con le sue accelerazioni e ripartenze. Dialoga molto con la punta centrale, ma sul più bello viene sempre fermato.  Nella ripresa cala parecchio e non è pungente come prima.

Robinho 5: può soffrire anche di saudade, ma se continua a giocare così difficilmente andrà a giocare il mondiale a casa sua. Fischiato ripetutamente dal pubblico di san siro.

Pazzini 6: come sempre il lavoro sporco lo fa lui. Lotta come un toro su ogni pallone e si procura buoni falli e calci di punizione che non vengono trasformati.

Torino

 

Padelli 6,5: salva il risultato in 15 occasioni, tutte quelle in cui il milan ha tirato in porta. 3 quelle clamorose su Kakà e Pazzini nel primo tempo. Plasticità ed elasticità per mr. Ventura.

Glik 6,5: combatte per tutto il match ed esce dal campo con parecchie botte prese sul volto e su tutto il corpo. Comanda la difesa e limita Pazzini con la sua arma migliore: la fisicità.

Moretti 6: come il suo compagno di reparto interpreta la partita alla perfezione, mettendola sul piano fisico non permettendo ai trequartisti di girarsi. Se Honda non fa niente è anche merito suo.

Darmian 6,5: non si confonde con i continui scambi di posizione voluti da Seedorf. Emanuelson è cosa sua. Difficilmente si lascia superare.

Maksimovic 5: in ritardo ogni volta che prova ad anticipare il diretto concorrente; rischia più volte di essere sbattuto fuori e non aiuta nel raddoppio difensivo.

Masiello 5: va a vuoto sui trequartisti e mette in serio pericolo la sua retroguardia. Per sua fortuna gli attaccanti brasiliani sta sera non sono in forma sottoporta.

Vives 6: polmoni e aggressività a centrocampo. Mette a bada Montolivo e gli impedisce di fare il regista e creare gioco.

Basha 5: lascia tirare Rami indisturbato e questo vale l’insufficienza. Non aiuta e collabora con vives a chiudere sui centrocampisti di regia.

Farnerud 5,5: potrebbe chiudere la partita nel primo tempo con un colpo di testa facile facile. Si dimentica di giocare in Serie A e manda alto incredibilmente

Cerci 6,5: uomo mercato tanto sognato dai tifosi rossoneri, che lo vedono a San Siro, ma sempre con la maglia del Toro. La sua velocità mette in crisi chiunque cerchi di stargli dietro. Magari la prossima estate cerci sogni si realizzeranno…

Immobile 7 (il migliore): la media gol non la rovina nemmeno in trasferte così difficili. Prandelli, anche sta sera, deve prendere in seria considerazione l’idea di chiamarlo per il mondiale. Il gol è da ‘Gol Parade’: scappa sulla linea del fuorigioco, dribbla nettamente Bonera e di piattone sinistro batte Abbiati sul palo opposto.

 

(Francesco Ballerini)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

I commenti dei lettori