Mondiali Pattinaggio di Figura/ Corto donne con Carolina Kostner, il pronostico di Raffaella Cazzaniga (esclusiva)

- int. Raffaella Cazzaniga

Mondiali pattinaggio di figura Saitama 2014, il pronostico di RAFFAELLA CAZZANIGA sul programma corto della gara femminile con Carolina Kostner e sulle altre gare di questo evento

kostner_sochi_libero
Carolina Kostner (Infophoto)

Sono in svolgimento fino a domenica i Mondiali di pattinaggio artistico a Saitama, in Giappone. Questa mattina i riflettori sono puntati tutti sul programma corto della gara femminile, nella quale l’Italia spera in una nuova grande performance di Carolina Kostner, bronzo alle Olimpiadi di Sochi. Per l’atleta altoatesina dovrebbe essere l’ultima gara ufficiale di una carriera eccezionale. Carolina è una delle favorite per la medaglia d’oro, anche in virtù delle assenze della campionessa coreana Yu Na Kim, che ha recentemente annunciato il suo ritiro, e della russa Adelina Sotnikova, medaglia d’oro alle Olimpiadi. Il pericolo maggiore potrebbe venire dall’atleta di casa, la fortissima giapponese Mao Asada. In casa azzurra, anche Valentina Marchei potrebbe fare un buon risultato, puntando magari a un piazzamento tra le prime dieci. Nella danza affideremo invece le nostre speranze di medaglie alla coppia Anna Cappellini-Luca Lanotte, in grado di salire sul podio. Tra gli uomini è già stato ammesso al programma libero Ivan Righini, risultato raggiunto anche da Ondrej Hotarek-Stefania Berton e Nicole Della Monica-Matteo Guarise nella gara a coppie. Per presentare questi Mondiali di pattinaggio artistico abbiamo sentito l’allenatrice e coreografa Raffaella Cazzaniga. Eccola in questa intervista esclusiva per IlSussidiario.net.

Cosa ti aspetti da Carolina Kostner in questi Mondiali? Grandi cose naturalmente, magari anche l’oro, una medaglia che si meriterebbe vista la grande carriera che ha fatto. Penso che abbia tutte le possibilità per ottenerla, anche se dovrà disputare una gara perfetta.
Quali saranno le sue avversarie principali? Ci saranno delle defezioni importanti come quelle della coreana Yu Na Kim, che ha annunciato il suo ritiro, e della russa Adelina Sotnikova. Ci sarà però la giapponese Mao Asada che gareggerà in casa. Credo comunque che Carolina farà valere tutta la sua classe e tutto il suo talento.
Dispiace il probabile ritiro di un’atleta del suo valore? Dispiace certamente, perché Carolina è stata l’atleta che ha dato una spinta incredibile a questo sport, come già la coppia Fusar Poli-Margaglio, e in particolare a tutto il movimento del pattinaggio artistico femminile italiano. Il suo addio lascerà un vuoto veramente importante.
Anche Valentina Marchei potrebbe fare una grande gara? Penso che sia in grado di arrivare tra le prime dieci, è sicuramente nelle sue possibilità e ha la convinzione e la determinazione giuste perchè questo accada.
Cosa faranno nella danza Anna Cappellini e Luca Lanotte?

Speriamo facciano una grande gara e arrivino a medaglia, non dico di quale metallo per scaramanzia.
Gli altri italiani come li vedi? Righini potrebbe fare bene. Disputare una buona gara è nelle sue possibilità.
Sarà una manifestazione di grande valore o il forfait di alcuni atleti le potrebbe togliere significato? No, sarà una grande manifestazione. Nonostante alcuni ritiri sarà un Mondiale di grande valore tecnico.
Giusto che il Giappone ospiti questi Mondiali? Direi proprio di sì, in questi giorni infatti stiamo vedendo che c’è veramente tanta gente a seguire le gare. Mi chiedo (ride, ndr) se i giapponesi lavorino, loro poi che sono degli stakanovisti, visto che i Mondiali si svolgono anche durante la settimana e non solo il sabato e la domenica. Al di là di questa battuta il Giappone è la nazione ideale per ospitare i Mondiali di pattinaggio.
Quando potrebbe ospitarli l’Italia? Speriamo presto, e il Forum di Assago sarebbe la sede ideale. Ci vorrebbero gli investimenti giusti e fare tanta pubblicità, penso però che verrebbe anche tanto pubblico. I tecnici e gli atleti sarebbero veramente contenti di gareggiare a Milano. C’è anche la voce che i Mondiali potrebbero arrivare presto, forse tra due anni. E’ una cosa che mi auguro avvenga veramente! (Franco Vittadini)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori