Pagelle/ Sassuolo-Cagliari: i voti della partita (Serie A 33^ giornata)

- La Redazione

Pagelle Sassuolo-Cagliari: i voti della partita di serie A, primo anticipo della trentatreesima giornata di campionato. I protagonisti, i migliori e i peggiori di qiuesto scontro salvezza

difrancesco_mano
Foto Infophoto

Si è concluso pochi istanti fa l’anticipo delle ore 18.00 del Mapei Stadium di Reggio Emilia fra i padroni di casa del Sassuolo di Eusebio Di Francesco e il Cagliari di Ivo Pulga. La gara è terminata con il risultato di perfetta parità, 1 a 1. Alla rete dei neroverdi nel primo tempo di Zaza, ha replicato Ibraimi, che ha trasformato un calcio di rigore dopo fallo di Antei su Ibarbo.

C’è tanto rammarico fra le fila del Sassuolo che non ha quasi mai subito l’avversario se non nell’occasione del calcio di rigore concesso ad inizio ripresa. Il club di casa si è portato in vantaggio al 37esimo del match con una bell’azione Berardi-Sansone-Zaza, ma la rete dei rossoblu al 46esimo gli ha subito tagliato le gambe. Si fa ora dura per il Sassuolo che aveva bisogno di vincere per smuovere la classifica

Un punto d’oro per i rossoblu che hanno pareggiato contro il Sassuolo con il minimo sforzo. Alla rete di Zaza è susseguita quella di Ibraimi su rigore al 46esimo. Il Cagliari non si rende quasi mai pericoloso e rischia di subire il colpo del ko in un paio di occasioni. Al fischio finale Ibarbo ha una palla d’oro ma la spreca calciando a lato. Un pareggio importante per i sardi che tornano a fare punti dopo le due sconfitte consecutive e che si avvicinano sempre più ai 40 punti che significano salvezza 

Ottima direzione di gara dell’arbitro Russo che legge bene gli episodi più difficili del match ed in particolare una simulazione di Berardi in area nel primo tempo (giustamente ammonito), e il calcio di rigore per il Cagliari ad inizio ripresa. Perfetti i gialli distribuiti durante il corso del match.

Si è concluso pochi minuti fa il primo tempo della partita fra il Sassuolo e il Cagliari, anticipo delle ore 18.00 della 33esima giornata di Serie A stagione 2013-2014. Una gara decisamente sentita visto che le due compagini, da una parte gli emiliani, e dall’altra i rossoblu, si giocano la permanenza in Serie A. Nessuna sorpresa nelle formazioni: i due allenatori confermano le indiscrezioni degli ultimi giorni. La prima frazione di gioco è terminata con il risultato di 1 a 0 in favore dei padroni di casa che hanno trovato la rete al 37esimo del match grazie a Zaza (6,5). Una partita che ha regalato poche emozioni con le due squadre disposte bene in campo a chiudere ogni varco e senza eccessivamente sbilanciarsi, consce che la posta in gioco è decisamente elevata. Fra i giocatori più frizzanti c’è senza dubbio Berardi (6), che ha voglia di trovare il suo 13esimo gol in stagione, ma che non riesce mai a rendersi pericoloso anche se è lui a far partire l’azione del gol. In casa neroverde si distingue anche Biondini (6,5), che vince quasi tutti i duelli con il giovane Nicola Murru (5) e che spesso e volentieri si fa vedere dalle parti di Avramov (6). Tiene bene la difesa del Sassuolo con i due centrali Antei (6) e Ariaudo (6) anche se, a dirla tutta, entrambi non sono stati fin troppo impegnati. L’attaccante del Cagliari, Victor Ibarbo (5,5) non è infatti quasi mai servito dai compagni di squadra, a cominciare da Marco Sau (5,5), che prova a muoversi tanto senza mai incidere. Fra i migliori degli ospiti vi è come al solito capitan Conti (6), che tampona e prova a far ripartire la squadra senza però rendersi fin troppo concreto. Da segnalare l’errore di Astori (5) sul gol di Zaza: il difensore della Nazionale si fa infatti sfuggire da sotto il naso l’ex attaccante dell’Ascoli, servito ottimamente da Sansone (6,5), quest’ultimo, vivace e fra i migliori in campo.

VOTO PARTITA 6 – Una partita che ha regalato pochissime emozioni e che ha rischiato di annoiare se non fosse stato per la bella rete di Zaza che sta fin qui decidendo il risultato. Zero tiri in porta ed un solo squillo: quando Berardi ha chiesto il rigore, ingiustamente.

VOTO SASSUOLO 6,5 – Il Sassuolo sta facendo la sua partita: ha chiuso ogni varco agli avversari che non hanno mai trovato uno sbocco e non si sono mai resi pericolosi. In attacco è riuscito a concretizzare l’unica vera azione da gol creata con il geniale filtrante di Sansone per Zaza.

MIGLIORE SASSUOLO – Il migliore del Sassuolo è senza dubbio l’autore del gol Simone Zaza, bravo a sfruttare l’unica palla gol avuta fra i piedi. L’ex Ascoli ha cercato di sfondare la porta avversaria in varie occasioni senza mai riuscirci, ma quando è stato servito ottimamente dal compagno di squadra Sansone non ha deluso le attese.

PEGGIORE SASSUOLO – Missiroli. Il centrocampista del Sassuolo si è visto davvero poco in campo e vista la sua qualità ed esperienza da uno come lui ci aspettiamo sicuramente molto di più.

VOTO CAGLIARI 5 – Male il Cagliari in questi primi 45 minuti di gioco. La squadra rossoblu avrebbe dovuto provare ad aggredire il Sassuolo fin dall’inizio ma sta tentando ripetutamente i lanci lunghi che stanno irritando e non poco i due attaccanti Ibarbo e Sau. Ha tentato qualcosa Conti ma senza riuscirci. Molto male la retroguardia in occasione del gol di Zaza.

MIGLIORE CAGLIARI – Come al solito il migliore del Cagliari è il capitano Conti. Il centrocampista è una diga in mezzo al campo, bravo a recuperare palloni e a tentare d’impostare. Servirà però qualcosa di più se vorrà tornare in Sardegna con un punto in tasca o magari la vittoria.

PEGGIORE CAGLIARI – Il peggiore del Cagliari è a nostro avviso Astori, che ha pregiudicato il match con l’errore in marcatura su Zaza: al momento di ricevere la palla, il centrale rossoblu non anticipa l’avversario che è così libero di entrare in area e battere Avelar.

ARBITRO (Russo) 6,5 – Bene fin qui l’arbitro Russo che sta arbitrando in maniera diligente un match comunque “facile”. Sull’unico episodio dubbio, la caduta in area di rigore di Berardi, il fischietto non ha avuto esitazioni, ammonendo giustamente il giovane neroverde.

Sassuolo

Pegolo 6: partita diligente del portiere del Sassuolo, impegnato pochissimo. Non ha colpe sul rigore di Ibraimi

Gazzola 6,5: buona prova del terzino destro dei neroverdi che chiude benissimo su Ibarbo e prova anche a spingere dialogando con Biondini.

Antei 5,5: chiude bene ogni varco il centrale di difesa del Sassuolo, non facendosi quasi mai impensierire dagli avversari. Peccato però per il fallo su Ibarbo che ha provocato il rigore.

Ariaudo 6,5: prestazione diligente, in linea con l’intera retroguardia emiliana, per il centrale di difesa.

Longhi 6: è bravo a chiudere ogni varco su Sau e Pisano; spinge però pochissimo in attacco.

Biondini 6: sicuramente fra i più positivi dei suoi. Propositivo in fase d’attacco e bravo anche in copertura. Prova a dialogare con i compagni e scaraventa molte palle in mezzo all’area (81’ Floccari: sv)

Magnanelli 6: una delle note liete del Sassuolo. Il pallino del gioco passa sempre dai suoi piedi e fino al 90esimo corre sempre a testa alta per cercare di pescare qualche compagno senza però riuscirci.

Missiroli 5,5: male l’esperto centrocampista offensivo del Sassuolo, mai insidioso e molto stanco nel finale. In queste gare ci aspettiamo di più.

Berardi 5: non una gran partita per Berardi che ha voglia di segnare, e si vede, ma il giovane in comproprietà con la Juve non riesce mai ad incidere (58’ Floro Flores 6: si rende subito pericoloso con un bel tentativo, poi ci prova in un’altra occasione. Entra bene in partita)

Zaza 6,5: primo tempo positivo con il gol; nel secondo tempo si spegne per poi riattivarsi con un bel tentativo che non trova però la porta. Gara più che sufficiente per il giovane classe 1991.

Sansone 5,5: non una bellissima partita di Sansone al di là dell’assist per Zaza. Il giocatore non è riuscito a ripetere la splendida prova di domenica scorsa di Bergamo. (89’ Masucci: sv)

All.: Di Francesco 6: le prova tutte il tecnico del Sassuolo, concludendo la gara con il 4-2-4. Il Cagliari però si chiude bene e se non fosse per quel rigore ingenuo, gli emiliani avrebbero vinto la gara.

Cagliari

Avramov 5,5: incolpevole sul gol di Zaza ma fa venire i brividi in un paio di occasioni ai tifosi rossoblu con due uscite tutt’altro che certe.

Pisano 5,5: partita di contenimento, non si vede quasi mai in attacco, ma riesce a chiudere comunque bene su Sansone.

Rossettini 6: chiude bene ogni varco il difensore centrale dei rossoblu anche se spesso e volentieri tenta i lanci lunghi per i propri compagni di squadra, imprendibili.

Astori 5: bene il secondo tempo ma l’errore su Zaza nella prima frazione di gioco costa al Cagliari la rete degli avversari

Murru 5,5: il giovane ha talento e si vede, ma il rossoblu non riesce quasi mai a spingere e spesso e volentieri si fa saltare dagli avversari. Partita senza eccessive sbavature ma senza nemmeno guizzi.

Dessena (5,5): si vede pochissimo il centrocampista del Cagliari che prova a fare qualcosa ma è troppo confusionario. Lascia il campo nel finale per un problema muscolare (90’ Cossu: sv)

Conti 6: comanda bene la linea mediana, tamponando le scorribande avversarie e nel contempo provando ad impostare senza però incidere mai.

Eriksson 5,5: il centrocampista del Cagliari non riesce mai a rendersi pericoloso e si fa vedere pochissimo dalle parti di Pegolo. (88’ Tabanelli sv)

Ibraimi 6: si prende il rigore dal dischetto e riesce a trasformalo con freddezza. Per il resto si vede poco ma il suo gol vale comunque al Cagliari un punto basilare.

Ibarbo 5: male il primo tempo; nel secondo tempo ci prova di più ma il colombiano è spento e la retroguardia del Sassuolo  blocca sul nascere ogni sua idea. Nel finale ha una palla gol che spreca.

Sau 5: si conclude a 25 minuti dalla fine la partita di Sau, quasi mai pericoloso, ma quasi mai servito dai compagni di squadra. (73’ Avelar: sv tocca pochissime palle in 20 minuti di gioco)

All.: Pulga 6: legge bene la partita contenendo senza problema il Sassuolo. Non subisce quasi mai la pressione degli emiliani e il rigore trasformato da Ibraimi è sicuramente una manna dal cielo.

 

(Davide Giancristofaro)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori