Probabili formazioni / Roma-Milan: i protagonisti (Serie A, 35a giornata)

Probabili formazioni Roma Milan. Le ultime notizie sul grande anticipo di serie A, big-match della trentacinquesima giornata. Le scelte e le dichiarazioni di Garcia e Seedorf

24.04.2014 - La Redazione
garcia_rudi
Rudi Garcia, allenatore della Roma (Infophoto)

Le probabili formazioni di Roma-Milan vedono in campo giocatori che possono singolarmente risolvere la partita, pur facendo parte di due ottime organizzazioni. Vediamo allora quali possono essere, da una parte e dall’altra, i calciatori sui quali tenere i riflettori puntati. …  L’eterno capitano giallorosso, con la sua classe, è il pericolo pubblico numero uno. Quando è in campo è sempre un piacere per gli occhi, e un dispiacere per gli avversari.  Super Mario ha un fiuto del gol invidiabile: Morgan De Sanctis, portiere meno battuto della serie a, si troverà innanzi uno dei più prolifici attaccanti del campionato.

In attesa di quelle ufficiali, stiamo sulle probabili formazioni di Roma-Milan per capire quali possano essere i dubbi che ancora attanagliano Rudi Garcia e Clarence Seedorf per questa partita che apre la 35^ giornata del campionato di Serie A 2013-2014. Non c’è alcun ballottaggio in vista, almeno così sembra. Sia il tecnico dei giallorossi che quello dei rossoneri sono due mister che rimangono fedeli alla propria identità e, se possono, fanno giocare sempre gli stessi undici uomini: il francese con il 4-3-3 e l’olandese con il suo 4-2-3-1 che ha regalato, dopo un avvio difficile, 5 vittorie consecutive. Il Milan inanellerà la sesta?

Si avvicina il posticipo tra Roma e Milan. Le formazioni oramai sono quasi ufficiali, e difficilmente subiranno sostanziali modifiche. Seedorf ha scelto una trequarti con Poli, Kakà e Taarabt a servizio dell’unica punta Mario Balotelli. La scelta dell’ex-sampdoriano sembra dettata dalla necessità di avere una maggiore copertura sulle fasce per contenere la spinta dei terzini della Roma. Quindi toccherà a Honda partire dalla panchina

Dal punto di vista dei giocatori indisponibili nelle probabili formazioni di Roma-Milan sta certamente meglio la squadra giallorossa, anche se Rudi Garcia deve far e a meno di Federico Balzaretti (fuori già da tanto tempo e operato di ernia, non rientrerà entro la stagione), Mehdi Benatia, pilastro della difesa giallorossa, e Kevin Strootman che dovrà rinunciare anche al sogno di giocare il primo Mondiale con la fascia di capitano. Inoltre è fuori Mattia Destro, che deve scontare la seconda delle tre giornate di squalifica comminategli con la prova tv (in realtà salta la terza partita consecutiva, perchè la prima delle quattro giornate era comunque scattata con l’ammonizione). C’è anche uno squalificato nelle fila del Milan: si tratta di Nigel De Jong. In infermeria troviamo poi Valter Birsa e Bryan Cristante, mentre hanno recuperato gli altri compreso Stephan El Shaarawy, che però per questo weekend è stato aggregato alla Primavera di Filippo Inzaghi per mettere minuti nelle gambe e potrebbe tornare disponibile per il derby.

E’ tutto pronto per la 35esima giornata di Serie A. Questa sera, eccezionalmente di venerdì per via della santificazione di Papa Giovanni Paolo II e di Papa Giovanni 23esimo, in campo all’Olimpico di Roma i padroni di casa giallorossi e il Milan di Clarence Seedorf. Rudi Garcia punta alla vittoria per mettere pressione alla Juventus, che dista otto lunghezze e che potrebbe incorrere in qualche passo falso, ma non sarà semplice trionfare contro i rossoneri, che sembrano finalmente aver trovato il giusto ritmo e che hanno vinto le ultime cinque gare consecutivamente. Sarà quindi una gara tutta da gustare nel quale, siamo certi, non mancheranno le emozioni. Eccovi dunque le ultime notizie sulle due squadre e le probabili formazioni di Roma-Milan, partita che sarà diretta dall’arbitro Tagliavento di Terni.

Ecco le parole di mister Rudi Garcia nella conferenza stampa pre-Roma-Milan tenutasi ieri pomeriggio:  «Dopo la vittoria di Firenze ho detto a tutti di combattere contro la convinzione che il campionato fosse finito con il raggiungimento della Champions League. Vogliamo vincere contro il Milan e poi aspettare la Juve. Domani sera sarà una partita di qualità, con tanti giocatori di talento. Loro sperano di qualificarsi all’Europa League e noi faremo di tutto per raggiungere il primo posto. Ora vorrei parlare della partita che c’è domani, ci occuperemo del futuro più avanti: non c’è fretta, sono concentrato sulla sfida contro il Milan. I rossoneri sono andati più avanti di tutte le altre italiane impegnate in Champions. Recentemente hanno vinto cinque partite di fila e per questo domani sarà una sfida tosta: faremo di tutto per vincerla. È da inizio stagione che prepariamo le gare in questo modo. Avremo più di 50 mila tifosi all’Olimpico, che ci daranno ancora più stimoli a fare bene. Dobbiamo scendere in campo come contro l’Atalanta o come contro la Fiorentina nell’ultima gara, con entusiasmo e mettendo in mostra un bel gioco di attacco». Per quanto riguarda le probabili formazioni, Garcia dovrà fare a meno ancora una volta di Destro, squalificato, nonché dei soliti infortunati Benatia, Balzaretti e Strootman. Spazio ad un 4-3-3 con Ljajic confermato dal primo minuto, spalleggiato da Totti e Gervinho. In difesa, Toloi titolare, mentre a centrocampo trio Nainggolan, De Rossi, Pjanic.

La panchina giallorossa sarà composta da: Skorupski, Lobont, Torosidis, A. Romagnoli, Jedvaj, Taddei, F. Ricci, Mazzitelli, Bastos, Florenzi. Poche novità con i giovani Romagnoli e Jedvaj ancora out, mentre a Taddei Garcia preferisce Nainggolan. In panca va anche Bastos, che sembra destinato all’addio a fine stagione, nonché Florenzi, a cui viene preferito Ljajic.

Per la partita di questa sera Rudi Garcia dovrà fare a meno di quattro pedine importanti. Oltre allo squalificato Mattia Destro, il tecnico del Lille dovrà rinunciare a Federico Balzaretti, ai box per un’infiammazione alla coscia, Kevin Strootman, in infermeria dopo la lesione del legamento crociato anteriore del ginocchio, e infine Mehdi Benatia, out per un problema muscolare al retto femorale.

Il tecnico del Milan, Clarence Seedorf, ha parlato così nella conferenza stampa pre-match: «De Sciglio e Taarabt? Mattia De Sciglio è tornato dopo un infortunio di tre settimane. Ho avuto Mattia pochissimo a dispozione, per me rimane un giocatore molto importante, ma adesso deve ritrovarsi il suo spazio nei tempi giusti. Non ci saranno problemi con lui. Taarabt sta facendo molto bene sta dimostrando generosità e applicazione sta capendo che non deve risolvere tutto lui nel corso della partita, ora ha trovato giocatori accanto a lui e che possono fare grandi cose, in questo modo si stanca anche meno nel corso delle gare. Noto equilibrio e lucidità nelle sue giocate alternando quelle individuali a quelle con i compagni. Il recupero di Stephan El Shaarawy? Stephan sono sette mesi che è fuori per infortunio dobbiamo metterlo nelle condizioni migliori, anche se credo che a breve sarà molto pronto. Vogliamo, concordando un programma di lavoro con lo staff medico, farlo arrivare a 70 minuti con la Primavera. Non vogliamo rischiare un patrimonio così importante per il Milan e la Nazionale». Importanti indicazioni del tecnico del Milan su De Sciglio ed El Shaarawy, entrambi ancora out: il primo andrà in panchina mentre il secondo non è stato nemmeno convocato. Si rivede Honda fra i convocati anche se il giapponese dovrebbe partire dalla panchina. In attacco dovrebbe quindi giocare Robinho al fianco di Kakà e Taarabt. Sulla sinistra Constant favorito su Emanuelson mentre in mediana Muntari al fianco di Montolivo.

 La panchina del Milan sarà occupata da Amelia, Gabriel, Bonera, De Sciglio, Zaccardo, Emanuelson, Honda, C. Zapata, Essien, Poli, Pazzini. Tornano Honda ed Essien dopo l’infortunio, mentre ancora in panca De Sciglio, non al 100%. Bonera lascia spazio ad Abate sulla destra, così come Emanuelson, a cui Seedorf preferisce Constant dopo la buona prova contro il Livorno.

Per la partita dell’Olimpico di questa sera, Clarence Seedorf dovrà fare a meno dello squalificato Nigel De Jong nonché del solito infortunio Stephan El Shaarawy, ormai in via di recupero dopo l’infortunio al piede. 

 

 26 De Sanctis; 13 Maicon, 2 Toloi, 5 Castan, 3 Dodò; 44 Nainggolan, 16 De Rossi, 15 Pjanic; 27 Gervinho, 10 Totti, 8 Ljajc. All. Rudi Garcia.

A disp.: 28 Skorupski, 1 Lobont, 35 Torosidis, 46 A. Romagnoli, 33 Jedvaj, 11 Taddei, 9 F. Ricci, 96 Mazzitelli, 20 Bastos, 24 Florenzi.

Squalificati: Destro.

Indisponibili: Benatia, Balzaretti, Strootman.

 32 Abbiati; 20 Abate, 13 Rami, 5 Mexes, 21 Constant; 4 Muntari, 18 Montolivo; 23 Taarabt, 22 Kakà, 7 Robinho; 45 Balotelli. All. Seedorf.

A disp.: 1 Amelia, 59 Gabriel, 25 Bonera, 2 De Sciglio, 81 Zaccardo, 28 Emanuelson, 10 Honda, 17 C. Zapata, 5 Essien, 16 Poli, 11 Pazzini.

Squalificati: N. De Jong.

Indisponibili: El Shaarawy.

 

Arbitro: Tagliavento.

 Si avvicina la partita Roma Milan e gli allenatori stanno apportando le ultime modifiche alle formazioni che prenderanno parte alla sfida. Garcia Benatia e Destro a parte ha a disposizione tutti i titolari. Per l’attacco Florenzi non trova spazio e partirà dalla panchina pronto ad entrare a partita iniziata nel caso ci sia bisogno di maggiore dinamicità sulle fasce. L’allenatore della Roma conferma la coppia centrale difensiva Toloi-Castan.

 La 35^ giornata del campionato di calcio di Serie A offre al sabato, a partire dalle 20.40, il big match tra la Roma e il Milan. I giallorossi continuano a cullare il sogno Scudetto, ma la Juventus è lontana 8 punti (90 contro gli 82 dei capitolini) e dopo l’impegno casalingo all’Olimpico contro i meneghini, mancheranno solamente tre partite, ovvero 9 punti in palio; nonostante lo scontro diretto della penultima giornata i giochi potrebbe essere già belli che fatti. Ma la banda di Rudi Garcia vuole continuare a stupire, giocandosela fino in fondo. La Lupa tiene botta e la vittoria nell’ultimo turno a Firenze grazie al gol di Nainggolan è un nuovo scatto d’orgogli oche rende felici i tifosi. Il Milan sta vivendo invece un ottimo momento di forma: è reduce da 5 vittorie di fila che l’hanno proiettata a ridosso della zona che vale l’Europa League con 51 punti. Prima l’impegno contro la Roma e poi, con il vantaggio del fattore campo (o meglio del pubblico di fede rossonera) il derby, che il Milan non vince da ormai 3 anni. Ci dovremo aspettare un nuovo colpo di coda del Diavolo targato Seedorf o i lupi di Garcia faranno valere il fattore Olimpico? Ecco dunque le ultime notizie sulla partita, che sarà diretta dall’arbitro …, e le probabili formazioni di Roma-Milan.

 Analizzando le statistiche della Roma è evidente comprendere il motivo della sua ottima posizione in classifica, nonché dell’incredibile campionato condotto finora: sarebbe stato scudetto sicuro che non avesse incontrato sulla sua strada i marziani della Juventus di Antonio Conte. I giallorossi sono secondi per possesso palla e pericolosità offensiva; mentre detengono il primato tiri dentro lo specchio della porta (insieme al Napoli di Rafa Benitez), palle giocate e passaggi riusciti. Infine, sono quarti proprio alle spalle del Milan per quanto concerne la supremazia territoriale. Per quanto riguarda invece l’undici di partenza, il mister francese manda ovviamente De Sanctis tra i pali, protetto da Maicon, Toloi (a sorpresa), Castan e Dodò. Nainggolan, De Rossi e Pjanic formeranno il formidabile centrocampo, punto forte della Magica. In attacco il tridente delle meraviglie sarà formato da Gervinho, Totti e Ljajic. Nessun dubbio all’orizzonte.

 Il Diavolo gioca sull’onda dell’entusiasmo (sempre mancato in questa stagione) delle cinque vittorie consecutive e l’ultimo trionfo casalingo contro il Livorno (schiantato 3-0 a San Siro) è il giusto viatico per affrontare la Roma e la stracittadina. I dati statistici del Milan, nonostante la non ottimale posizione in classifica non sono neanche così male: la squadra è terza per possesso palla e per supremazia territoriale; mentre è quarta per tiri dentro lo specchio della porta, palle giocate e passaggi riusciti; cala invece al quinto posto per pericolosità offensiva. Zero dubbi per l’olandese, alla pari del collega francese: nessun ballottaggio in vista. Abbiati in porta con la difesa a quattro composta da Abate e Constant sui terzini, mentre i centrali saranno Rami e Mexes, in piena connection francese. Muntari e Montolivo davanti alla difesa, con il tridente a sostegno di Balotelli formato da Taarabt, e dai due brasiliani Kakà e Robinho.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori