Pagelle/ Inter-Bologna (2-2): i voti della partita (Serie A 32ma giornata)

- La Redazione

Pagelle Inter-Bologna: i voti della partita di serie A, anticipo serale della trentaduesima giornata di campionato. I protagonisti, i migliori e i peggiori del match di San Siro

curci_juan
(INFOPHOTO)
Pubblicità

Finisce 2-2 a San Siro tra Inter e Bologna. Dunque ancora un passo falso per i nerazzurri che non riescono a schiodarsi dal 5° posto. La partita era cominciata davvero bene per i padroni di casa che si erano portati già al 5° minuto in vantaggio con Icardi. Il pareggio felsineo arriva mezzora dopo grazie a una potente conclusione di Pazienza da fuori area leggermente deviata da Cristaldo. Nella ripresa ci pensa ancora Icardi a riportare l’inter in vantaggio, ma anche stavolta la squadra di Mazzarri si fa recuperare dal goal di Kone al 63°. Nel finale primo rigore stagionale  dei nerazzurri sbagliato da Milito. Il Bologna conquista un punto d’oro al Meazza ed aggancia il Chievo in 16^ posizione.E’ stato un match ricco di emozioni soprattutto grazie ai 4 goal segnati e dal rigore sbagliato da Milito nel finale. E’ stata una partita combattuta a viso aperto da entrambe le squadre che hanno dato il massimo e hanno reso il degno spettacolo che questa partita meritava.

Soliti problemi per i nerazzurri che per la maggior parte del tempo hanno creato ben poco e si sono affidati spesso alle conclusioni dalla distanza. Migliore  la prova della squadra dopo l’ingresso in campo di Kovacic, ma questa volta non si possono trovare alibi

Prova di carattere offerta a San Siro dalla squadra di Ballardini che in maniera seppur fortunosa riesce ad uscire con 1 punto preziosissimo in chiave salvezza. Cuore e grinta hanno permesso a questa formazione di appianare i limiti tecnici confronto ai nerazzurri

Gara diretta con pochissime sbavature.

Pubblicità

Il primo tempo fra Inter e Bologna si conclude in pareggio sul parziale di 1-1 (voto 5,5 prima frazione poco spettacolare). Decidono finora le reti di Icardi (voto 6,5) e Pazienza (voto 6,5). Mazzarri (voto 5,5) vuole tornare a vincere tra le mura amiche e schiera la sua squadra con un 3-4-1-2. Tra i pali c’è Handanovic. In mezzo alla difesa rientra Ranocchia al fianco di Rolando e Juan Jesus. In mezzo al campo spazio per Cambiasso ed Hernanes, mentre sulle fasce agiscono Nagatomo e D’Ambrosio. La punte scelte dal tecnico livornese sono Icardi e Palacio, supportati da Alvarez.Non è convocato Jonathan per un problema muscolare. Ballardini (voto 6) risponde schierando la sua squadra con il 3-5-1-1. In porta gioca Curci. Difesa a 3 composta da Antonsson, Natali e Mantovani, sulla trequarti torna Kone, mentre in attacco l’unica punta è l’uruguayano Cristaldo. Arbitra il signor Mazzoleni. La partita sembrava essersi subito messa in discesa per i nerazzurri che dopo 5 minuti hanno trovato il gol con Icardi. L’argentino ex Sampdoria ha sfruttato un bel cross di Nagatomo (voto 6) dalla destra e concludendo  di prima intenzione da due passi ha trafitto Curci (voto 5,5). L’Inter dopo il gol ha sfruttato il contraccolpo psicologico degli avversari ed ha sfiorato più volte il raddoppio, specie con Palacio (voto 6,5) e Alvarez (voto 6) che si sono resi pericolosi con le loro conclusioni da fuori area. Il Bologna verso il 16° minuto ha cominciato a giocare e si è reso pericoloso prima con Lazaros (voto 6), conclusione secca dalla distanza del greco, e poi con Mantovani (voto 6) che con un colpo di testa su un cross dalla bandierina per poco beffa Handanovic. Dopo l’uscita del brasiliano Juan Jesus (voto 6) per problemi fisici, gli ospiti sono riusciti a portarsi sul pareggio. E’ stato Pazienza ad insaccare, dopo una bella respinta di Handanovic su Lazaros, che dalla distanza di contro balzo ha gonfiato la rete. Nel finale di primo tempo le due squadre si sono affacciate alle aree avversarie più volte, ma il risultato non è cambiato. Vedremo se nella ripresa i nerazzurri torneranno al successo in campionato davanti agli occhi del presidente Tohir o se i felsinei riusciranno nell’impresa di uscire da San Siro con qualcosa in tasca!

Migliore in campo Inter, Icardi 6,5: il giovane attaccante fa gol e si muove bene, sembra più integrato con il resto della squadra ed è cinico al punto giusto

Peggiore in campo Inter, D’Ambrosio 5: non riesce a imporsi fisicamente nè a portare acqua al mulino degli attaccanti in avanti

Migliore in campo Bologna, Pazienza 6,5: gran gol e grandi polmoni, per ora la sua è una partita perfetta

Peggiore in campo Bologna, Konè 5: non c’è (Paolo Zaza)

INTER-BOLOGNA: I VOTI DEI NERAZZURRI

HANDANOVIC 6: Troppo insicuro sul tiro di Lazaros che anticipa il primo goal. Si rifà nel finale quando salva miracolosamente su Acquafresca per ben due volte.

Pubblicità

ROLANDO 5: Ancora troppo insicuro in una difesa che  perde acqua da troppe parti. L’errore sul secondo goal lascia l’impronta negativa sulla sua prestazione.

RANOCCHIA 5,5:Prestazione discreta per lui. Incide “incredibilmente” più in fase offensiva che difensiva e non riesce ancora ad essere leader indietro.

JUAN JESUS 6: Sfortunatissimo quando esce dopo 28 minuti per problemi fisici.

DAL 29’ SAMUEL: Corre pochi rischi e gioca una prestazione sufficiente.

NAGATOMO 6,5: Solita buona prova sull’out mancino. Sforna un cross bellissimo sul primo goal di Icardi e non si spegne mai  fino a quando l’arbitro non effettua il triplice  fischio.

HERNANES 6: Prestazione  sufficiente del brasiliano. Non riesce ad incidere in fase offensiva come vorrebbe.

CAMBIASSO 6: Sufficienza anche per lui, anche stasera è mancata qualche sua invenzione in mezzo al campo.

DAL 79’MILITO 4,5: Il rigore sbagliato malamente pesa sulla sua prestazione e gli incide sul voto finale.

D’AMROSIO 5,5: Nel primo tempo appare un po’ troppo insicuro sui palloni che gioca. Nella ripresa sembra essersi ripreso, ma Mazzarri lo toglie dopo appena 7 minuti di gioco.

DAL 52’ KOVACIC 6,5: Aggiunge qualità ed idee in mezzo al campo e dal suo ingresso la squadra cambia atteggiamento.

ALVAREZ 5,5: Mazzarri da inizio anno non gli ha ancora una posizione chiara e lui sembra risentire le indecisioni del suo allenatore.

PALACIO 6: Gioca una prestazione con poche luci, ma comunque sfiora il goal nel primo tempo e si conquista il rigore nel finale.

ICARDI 7: Due bei goal, soprattutto il secondo, che gli alzano il morale, ma non bastano alla sua squadra per trionfare.

MAZZARRI 5: Troppi problemi tattici in tutte e due le fasi ed inveire contro la sua squadra di certo non gli renderà più facile risolverli.

INTER-BOLOGNA I VOTI DEI FELSINEI

CURCI 7: Eroe del match con il rigore parato a Milito. Sui due goal nerazzurri non può far nulla.

ANTONSSON 6: Se la cava tutto sommato bene, nonostante i pericoli più grossi arrivino proprio dalle sue parti.

NATALI 6: A 35 anni regge il confronto con gente del calibro di Palacio e Icardi. Resta fulminato sul primo goal nerazzurro.

MANTOVANI 6: Concede ingenuamente un rigore all’Inter che per sua fortuna Milito non sbaglia. Eccetto quest’errore gioca una buona partita e il secondo gol nasce dai suoi piedi.

GARICS 6,5: Ingaggia un bel duello alla pari con Nagatomo nel primo tempo. Si rende protagonista nel primo goal felsineo. Sparisce un po’ nella ripresa.

PAZIENZA 6,5: Contro le grandi si esalta e sfodera una buona prestazione in mezzo al campo. Il goal è la ciliegina sulla torta della sua prestazione.

KHRIN 6:Sente la partita, essendo un ex, e parte a rilento per poi crescere tra fine primo e tempo e secondo.

DAL 71’ ACQUAFRESCA 5: Si mangia due goal clamorosi nel finale e l’Acquafresca di Cagliari sembra ormai un lontano ricordo…

CHRISTODOULOPOULOS 7: Il migliore fra i suoi. Trascina la sua squadra al pareggio e gioca un’ottima partita senza prendersi pause.

CECH 5: Soffre molta stanchezza e concede molto campo agli avversari dalle sue parti.

DAL 59’ MORLEO 6. Non è in un’ottima condizione, visto che rientra da un infortunio, ma tutto sommato se la sua prestazione è sufficiente.

KONE’ 6,5: Rientra nella trequarti  e gioca una discreta partita. Come all’andata punisce nuovamente i nerazzurri con un goal di rapina.

CRISTALDO 5,5: Si vede ben poco in partita e troppe volte rimane isolato nella difesa nerazzurra. Ci mette lo zampino decisivo sul primo goal.

BALLARDINI 6,5: Chiede alla sua squadra di giocare una partita a viso aperto contro l’Inter e questo atteggiamento porta i suoi frutti.

 

(Paolo Zaza)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

I commenti dei lettori