Pagelle/ Germania vs Ghana (2-2): i voti della partita (Coppa del Mondo 2014, gruppo G)

- La Redazione

Le pagelle di Germania vs Ghana, Coppa del Mondo 2014 gruppo F: i tedeschi sono fermati sul pareggio dalle Black Stars in una partita bellissima. Miroslav Klose aggancia Ronaldo a 15 gol

mustafi_ayew
Foto Infophoto

Termina con un pareggio per 2-2 la sfida tra Ghana e Germania. I tedeschi si portano in vantaggio all’inizio della ripresa dopo un primo tempo molto tattico. Segna Goetze di testa, con l’aiuto poi della coscia, su assist di Muller. In dieci minuti però succede di tutto, prima pareggia A.Ayew di testa su grande crossi di Afful, poi ribalta la partita Gyan lanciato in porta da Muntari. Il Ghana gioca bene e sembra portare a casa tre punti clamorosi, fino a quando Loew manda in campo Schweinsteiger e Klose. Il primo si conquista un angolo, il secondo realizza sui suoi sviluppi il gol del definitivo pari; Una delle partite più belle di questo Mondiale. Ritmo, corsa, grande qualità sono gli ingredienti che condiscono Germania-Ghana. La sorpresa sono gli africani che non giocano difendendosi, anzi mettono in grandissima difficoltà i teutonici che riescono grazie ai numeri dei loro campioni a pareggiare la partita. Match velocissimo che ci regala grandi emozioni, non solo per i gol. delude a metà la Germania, che soffre e dimostra fragilità in difesa. Non riesce a difendere contro la velocità dell’attacco ghanese. I tedeschi però dimostrano grande carattere, non abbattendosi ai colpi di Ayew e Gyan. Reagiscono e pareggiano, andando vicinissimi alla vittoria. Una grande squadra è anche questo, anche se dalla prima straripante gara contro il Portogallo è stato fatto un bel passo indietro; cuore, grande umità e soprattutto qualità per questo Ghana che meritava la vittoria contro i titolatissimi tedeschi di Loew. L’inesperienza e la voglia di strafare portano il Ghana a pareggiare una partita che avevano avuto in mano. Grandissimi complimenti a loro che hanno messo sotto, per lunghi tratti, una delle squadre più forti e solide del Mondiale; amministra bene una partita molto regolare, tenendo alta la tensione e arbitrando all’inglese. Si fa sentire dai giocatori con i quali ha un buon dialogo. Eccessivo il giallo finale a Muntari in una partita dove non c’erano stati problemi, il centrocampista del Milan salterà la prossima gara.

Neuer 5.5: incerto quando arrivano palloni dalle sue parti, totalmente inappropriato quando prende il gol dell’1-1 che Ayew indirizza bene ma che un portiere della sua caratura deve prendere. Nella ripresa rischia una mezza papera su un rinvio, che fa rabbrividire tutto il popolo tedesco;

J. Boateng 6.5: ottima prestazione del centrale del Bayern Monaco che torna al suo vecchio ruolo di terzino. Scende con costanza e salta l’uomo, ottimo anche quando infila l’avversario con un passaggio delizioso per Goetze. Rimane però negli spogliatoi nell’intervallo;

(47′ Mustafi 6): buon’approccio alla gara del difensore della Samp, messo fuori ruolo e allargato sulla destra. Sale e corre sulla corsia. Si perde Ayew sul gol dell’1-1, ma è bravo nello scalare rimediando a un errore del centrale di difesa;

Mertesacker 5: lento e compassato non riesce a stare dietro agli attaccanti ghanesi, che lo saltano e sorprendono sempre, da rivedere;

Hummels 6: da sostanza alla difesa dove mette ordine agli errori del suo compagno di reparto. Gioca bene, ma anche lui compie qualche leggerezza di troppo;

Howedes 5: Non è un terzino e si vede, non sale mai e rimane a contenere e non lo fa nemmeno bene. Gyan quando si muove dal suo lato, fa male;

Khedira 5.5: lento e senza idee finisce sempre per rallentare l’azione di gioco della Germania, inspiegabile come giochi lui e non Schweinsteiger che entrerà al suo posto per cambiare la partita;

(68′ Schweinsteiger 7): entra cambiando il volto al match. Si guadagna un calcio d’angolo che porterà al gol di Miro Klose. Sembra in grande forma, inspiegabile che non venga schierato dal primo minuto;

Lahm 6.5: gioca in un ruolo che gli ha cucito addosso Pep Guardiola, gioca bene e imposta con piedi di grande qualità. Non riesce a trovare varchi e allora cambia gioco in continuazione, costruendosi le azioni e le giocate;

Kross 6: non sembra al meglio dall’inizio, quando non riesce a entrare in gara. Poi cresce piano piano giocando una buona partita;

Ozil 6.5: uno dei migliori tra i suoi. E’ strepitoso nel primo tempo quando salta l’uomo e la mette sempre in mezzo, non trovando mai la punta che la butti dentro. Nella ripresa cala vistosamente, ma rimane comunque utile nella costruzione dell’azione;

Muller 6.5: parte forte nel primo tempo, andandosi a cercare il pallone sulla trequarti, nella ripresa poi regala un assist prezioso a Goetze che apre il match con un gol. La notizia, e fa riflettere, è che non segna lui. Ottima prova;

Goetze 5: sembra totalmente fuori condizione, si vede dal passo che non riesce a fargli saltare mai l’avversario. Abulico e compassato, segna il gol del 1-0 sbagliando un colpo di testa che gli carambola sul ginocchio e finisce dentro, sorprendendo proprio per questo Dauda;

(68′ Klose 7.5): entra e butta dentro il primo pallone che tocca. Segna il 15mo gol al Mondiale raggiungendo il capocannoniere di tutti i tempi Ronaldo, meraviglioso; All.

Loew 7: decisivo il tecnico in questa partita, quando va sotto fa due cambi e Schweinsteiger e Klose gli risolvono la partita.

Dauda 7: spettacolare negli interventi, mai banale. E’ anche concreto e deciso nel comandare la difesa. Non sbaglia niente, anzi compie due-tre interventi davvero complicati;

Afful 6.5: bravo in fase di proposizione, quando palla al piede cerca il fondo per metterla in mezzo. Nella ripresa da un suo cross delizioso arriva il gol del pari di A.Ayew, decisivo;

Boye 7: il migliore in campo dei suoi. Determinante nel primo tempo quando alza un muro e impedisce a Muller e Goetze a turno di andare al gol. Devia un’infinità di palle crossate al centro da un indiavolato Ozil. Nel secondo tempo e col passare dei minuti non cala nella sua prestazione;

Mensah 7: parte bene nel controllare il veloce e fisico Muller, poi nella ripresa cresce e gioca ad alto livello fino alla fine. Sul finire poi devia in angolo una palla che Klose avrebbe trasformato da lì a breve nel 3-2;

Asamoah 6.5: primo tempo da dimenticare, quando Ozil e Goetze lo saltano a ripetizione. Non riesce a chiudere e si trova sempre l’uomo davanti. Nella ripresa cresce e sale anche in fase offensiva a proporsi. Decisivo un intervento sul finale su Muller sparato a rete, che vale più di un gol;

Rabiu 6.5: a centrocampo i suoi muscoli fanno la differenza, corsa e grande dinamismo. Gioca sempre palla al piede e a volte si traveste anche da regista. Grande prestazione;

(77′ Badu 6): calato Rabiu Appiah lo manda dentro per dare muscoli al centrocampo. Appena entrato in campo prova un tiro violento di destro, che termina a lato ma denota grande personalità;

Muntari 7: grande dinamismo e grandissima personalità è il vero cuore di questa squadra. Ferma gli avversari con grinta, ma sempre corretto. Su uno dei suoi recuperi serve a Gyan la palla del 2-1. Si impunta poi a tirare a ripetizione da fuori, beccando la porta solo una volta nel primo tempo e facendo tremare Neuer. A tempo scaduto prende un ammonizione pesantissima che gli farà saltare il Portogallo e che lo riduce quasi alle lacrime;

A. Ayew 6.5: fa un gol bellissimo, da rivedere e rivedere. Con una torsione anticipa Mustafi e sorprende Neuer. Corre si da da fare e carica il pubblico e i compagni, prezioso il suo apporto;

K. Boateng 5: corre e si da da fare per la squadra, ma rimane bloccato tra i reparti non risultando mai decisivo. Mai una delle sue accelerazioni, mai una giocata. Doveva fare la differenza, ma non riesce a dare il suo contributo. Nella ripresa, passato sotto, Appiah lo sostituisce con un uomo fresco.

(52′ J.Ayew 6.5): entra e da freschezza al reparto offensivo, anche se sotto porta non è preciso. Palle spesso sparacchiate alte o abbondantemente al lato. Determinante però nelle ripartenze;

Atsu 6: salta l’uomo sulla corsia esterna e la butta sempre dentro. Gioca con grande dinamismo ed esce sfinito a 20 dalla fine;

(72′ Wakaso 5): entra allo scadere, quando la Germania ha già trovato il pari. Il suo approccio alla gara è però totalmente sbagliato, nelle ripartenze non è mai preciso e ha la colpa di non guardare la linea del fuorigioco quando il Ghana avrebbe potuto di nuovo ribaltare il risultato;

Gyan 6.5: potente e preciso il fendente che sorprende Neuer, meno altri tiri che finiscono spesso al lato. Ci mette volontà e grande corsa, bravo;

All. K. Appiah 7: il suo Ghana gioca benissimo, ma in due partite ha raccolto appena 1 punto. Avrebbe meritato di più, ma ha dato spettacolo e dimostrato che anche il calcio africano può essere tattico e intelligente.

(Matteo Fantozzi)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori