Probabili Formazioni / Algeria vs Russia: tutte le ultime novità (Coppa del Mondo Brasile 2014 girone H, 3^ giornata)

Le probabili formazioni di Algeria vs Russia, partita valida per la terza giornata del girone H della Coppa del Mondo 2014: squadre in campo giovedì 26 giugno alle ore 22 italiane

25.06.2014 - La Redazione
Kokorin_Russia
Foto Infophoto

Gara caldissima in programma questa sera alle ore 22.00 italiane. All’Arena de Braixada, in quel di Curitiba, di fronte l’Algeria e la Russia. Due formazioni che se la giocheranno fino all’ultimo per passare il turno. Il Belgio è già agli ottavi con 6 punti ma al secondo posto ci sono appunto i nordafricani con tre punti, seguiti da Corea del Sud e Russia a pari merito, a quota 1. Il commissario tecnico Fabio Capello dovrà quindi obbligatoriamente vincere e nel contempo sperare in una vittoria non in goleada da parte dei coreani che però se la dovranno vedere proprio contro i Diavoli Rossi, avversario tutt’altro che semplice. Sarà quindi un match caldissimo in Curitiba: non ci resta che iniziare il conto alla rovescia. Eccovi dunque adesso le probabili formazioni delle due squadre e le ultime notizie su Algeria-Russia.

Così ha parlato il commissario tecnico dell’Algeria Vahid Halilhodžic, in vista della delicata partita di questa sera contro la Russia: «Contro la Corea del Sud ho chiesto ai miei giocatori di spingere molto nei primi quindici abbiamo fatto estremamente bene e giocato con efficacia nel primo tempo, siamo stati quasi perfetti. Abbiamo rallentato un po’ nella ripresa, ancora non so spiegare il perché. Ora dobbiamo provare ad ottenere un buon risultato contro la Russia e qualificarci per gli ottavi: tutto è possibile». Algeria che dovrebbe scendere in campo con il 4-2-3-1, il modulo più utilizzato durante i Mondiali in corso. In porta andrà M’Bolhi, dietro ad una retroguardia a quattro composta da Bougherra e Halliche nel ruolo di difensori centrali, con Mandi a destra e l’ex milanista Mesbah a sinistra. A centrocampo, Medjani e Bentaleb formeranno la linea mediana, dietro al trio di trequartisti composto da Feghouli a destra, Brahimi in mezzo e Djabou a sinistra. A completamento dell’11 titolare, Slimani, prima punta centrale.

Nessuna defezione in casa algerina per la partita contro la Russia. Fra le fila nordafricane non si registrano assenti per squalifica o infortuni vari.

La panchina algerina sarà occupata da Si Mohammed, Zemmamouche, Belkalem, Cadamuro, Ghoulam, Lacen, Ghilas, Mostefa, Mahrez, Taider, Yebda, Soudani. Spiccano senza dubbio le esclusioni di Ghoulam, terzino sinistro del Napoli, a cui viene preferito Mesbah, e di Taider, giovane centrocampista di casa Inter.

Così ha parlato il commissario tecnico della Russia, Fabio Capello, in previsione della partita decisiva contro la nazionale algerina: «Certo che penso ancora alla qualificazione. Certo che ci continuo a pensare, ora non abbiamo altra scelta che battere l’Algeria. Ho visto una grande partita e una squadra che ha giocato con grande ritmo e grande intensità». Russia che per tentare l’impresa (è obbligata a vincere per passare il turno), si affiderà ad un 4-2-3-1 con il solito Akinfeev fra i pali, difesa a quattro composta dai due esterni Eshchenko e Kombarov, con la coppia di centrali formata da Berezutskiy e Ignashevich. A centrocampo, a far da filtro e nel contempo da mente alla squadra, il duo composto da Fayzulin e Glushakov. Infine l’attacco, con Kokorin punta centrale, spalleggiato dal trio formato da Kanunnikov, Shatov e Zhirkov. Ct Capello spera naturalmente di fare l’impresa provando a bissare quanto avvenuto 4 anni fa, quando in Sud Africa, alla guida della nazionale inglese, riuscì a superare il Girone e a qualificarsi agli ottavi per il rotto della cuffia.

Così come per la selezione algerina, la Russia non registra assenti per infortuni o squalifiche: tutti a disposizione di coach Fabio Capello.

Questa dovrebbe essere la panchina della Russia per il match di oggi: Lodygin, Ryzhikov, Granat, Kozlov, Schennikov, Semenov, Denisov, Samedov, Ionov, Mogilevets, Dzagoev, Kerzhakov. Diversi i ballottaggi, con Kozlov che se la vedrà con Eshchenko per un ruolo da titolare nella difesa. Denisov potrebbe invece rubare il posto sulla trequarti a Shatov, infine attenzione a Kerzhakov che non è da escludere possa partire dal primo minuto sull’out di destra al posto di Kannuninkov.

 

 23 M’Bolhi: 20 Mandi, 2 Bougherra, 5 Halliche, 6 Mesbah; 12 Medjani, 14 Bentaleb; 10 Feghouli, 11 Brahimi, 18 Djabou; 13 Slimani. All. Halilhodžic.

A disposizione: 1 Si Mohammed, 16 Zemmamouche, 4 Belkalem, 17 Cadamuro, 3 Ghoulam, 8 Lacen, 9 Ghilas, 22 Mostefa, 21 Mahrez, 19 Taider, 7 Yebda, 15 Soudani.

Squalificati: –

Indisponibili: –

 1 Akinfeev; 22 Eshchenko, 14 Berezutskiy, 4 Ignashevich, 23 Kombarov; 20 Fayzulin, 8 Glushakov; 6 Kanunnikov, 17 Shatov 18 Zhirkov; 9 Kokorin. All. Capello.

A disposizione: 12 Lodygin, 16 Ryzhikov, 13 Granat, 2 Kozlov, 3 Schennikov, 5 Semenov, 7 Denisov, 19 Samedov, 21 Ionov, 15 Mogilevets, 10 Dzagoev, 11 Kerzhakov.

Squalificati: –

Indisponibili: –

 

Arbitro: Cuneyt Cakir (Turchia).

 In pochi avrebbero scommesso qualcosa sull’Algeria, ma la nazionale nord-africana ha mostrato nelle prime di uscite di meritarsi il passaggio del turno. Nel gruppo H regna l’equilibrio: il Belgio guida il girone con 6 punti e alle sue spalle la lotta per passare il turno è agguerrita e si deciderà in questa terza e ultima giornata. La Russia di Fabio Capello ha deluso: pareggio all’esordio contro la Corea del Sud e sconfitta (seppur immeritata) contro i belgi. I russi, per passare il turno, devono battere gli algerini, che sono però squadra agguerrita, solida e molto ben allenata da Vahid Halilhodžic. Si gioca alle 22.00 italiane all’Arena de Baixada di Curitiba di Brasilia. Eccovi le probabili formazioni delle due squadre e le ultime notizie su Algeria-Russia, partita che sarà diretta dall’arbitro turco Cuneyt Cakir.

 – Dopo aver perso all’esordio contro il Belgio una partita che meritavano di pareggiare, gli algerini hanno tramutato la delusione in rabbia e nel match contro la Corea del Sud hanno trionfato per 4-2 conquistando 3 punti decisivi in ottica qualificazione alla seconda fase della Coppa del Mondo. La nazionale di Halilhodžic sa di giocare una partita storica per il proprio Paese con il vantagio di avere a disposizione due risultati su tre, ma guai a fare conti. Il commissario tecnico conferma il modulo schierato in finora, ovvero il 4-2-3-1, e gli stessi interpreti. Davanti a M’Bolhi giocheranno Mandi, Bougherra, Halliche e Mesbah. La coppia di centrali dientrocampo sarà composta da Medjani e Bentaleb, mentre il tridente alle spalle di Slimani sarà formato da Feghouli, Brahimi e Djabou.

Fabio Capello sotto accusa. I media russi puntano il dito contro il ct friulano per aver utilizzato poco in questo mondiale uomini di esperienza come Denisov, Zhirkov, e Kerzakhov, molto amati in patria. Don Fabio sembra dunque intenzionato a cambiare modulo: dal 4-3-3 che ha dato pochi – pochissimi frutti e punti – al 4-2-3-1. L’unico dubbio di formazione riguarda Kozlov, uscito malconcio dalla sfida col Belgio. Quindi, in porta Akinfeev, in difesa Eshchenko, Berezutskiy, Ignashevich e Kombarov. Fayzulin e Glushakov i due davanti alla retroguardia. Dietro all’unica punta Kokorin, confermato Kanunnikov, con Shatov e Zhirkov, che dovrebbe spuntarla su Samedov.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori