PROBABILI FORMAZIONI / Sampdoria-Torino: le ultime novità (Serie A 2014-2015, domani domenica 14 settembre)

Le probabili formazioni di Sampdoria Torino: tutte le notizie sulla partita che apre la domenica della seconda giornata di Serie A 2014-2015. Lo scorso anno finì 2-2 tra le polemiche

13.09.2014 - La Redazione
SampToro_formazioni
Foto Infophoto

C’erano alcuni dubbi alla vigilia della sfida tra Sampdoria e Torino che aprirà la giornata di oggi in Serie A. La sfida infatti andrà in scena al Luigi Ferraris alle ore 12.30. Mihajlovic manderà in campo al debutto Alessio Romagnoli, sarà lui a sostituire lo squalificato Vasco Regini. Davanti invece c’è il dubbio Bergessio-Okaka, con il secondo favorito sul primo. Il dubbio che agitava la vigilia di Ventura era quello tra Larrondo e Amauri, l’italobrasiliano appena arrivato dal Parma dovrebbe partire dal primo minuto. Molinaro a sinistra avrà più possibilità di scendere in campo dal primo minuto rispetto a Maksimovic. Sciolto anche il dubbio a centrocampo, dentro El Kaddouri e Sanchez Mino in panchina.

Domani alle ore 12:30 si inaugura la domenica della seconda giornata del campionato di Serie A 2014-2015: lanticipo a pranzo è il primo della stagione ed è Sampdoria-Torino, una grande classica. Lo scorso anno era finita 2-2, con polemiche da una parte e dallaltra per loperato dellarbitro Gervasoni; il quale aveva fischiato la fine del primo tempo appena prima che Pozzi ribattesse in rete la respinta di Padelli sulla punizione di Palombo, e a tempo scaduto nella ripresa aveva concesso un dubbio rigore ai blucerchiati. Questa volta a dirigere lincontro sarà Mazzoleni.

La Sampdoria ha agganciato il pareggio sul campo del Palermo in dieci uomini e quando ormai sembrava battuta; altro segnale del carattere che Sinisa Mihajlovic ha trasmesso a tutto il gruppo. Naturalmente per domani il tecnico serbo dovrà fare i conti con la squalifica di Vasco Regini, e con lindisponibilità di Rizzo che ha la tonsillite; al posto dellex difensore dellEmpoli dovrebbe arrivare il momento di Matias Silvestre, che proverà a rilanciare una carriera bloccatasi a Milano tra infortuni e poco utilizzo. Cacciatore viene confermato a sinistra, così come cè la conferma del tridente: si vede titolare Gonzalo Bergessio, con ai lati Gabbiadini ed Eder. Un trio offensivo che potenzialmente può fare grandi cose, a patto però che sia supportato dal centrocampo; Palombo torna nel suo ruolo naturale dopo aver fatto il centrale, Obiang e Soriano hanno la qualità giusta per impostare la manovra. A dirigere il reparto arretrato sarà naturalmente capitan Gastaldello. A disposizione attenzione a Stefano Okaka e Gianluca Sansone che possono portare muscoli e dinamismo allattacco, mentre Marchionni può fare la mezzala o il regista davanti alla difesa a seconda della bisogna, ma anche tornare allantico e giostrare in qualità di esterno di un tridente o quarto di centrocampo. 

Il pareggio interno contro lInter è stato certamente positivo come risultato, ma Ventura si deve mangiare le mani per il calcio di rigore sbagliato da Larrondo che avrebbe potuto portare in dote tre punti preziosi alla prima di campionato. Adesso si riparte: superato lobiettivo di entrare nella fase a gironi di Europa League, i granata guardano alla trasferta di Marassi cercando di non farsi condizionare dalla partita di giovedi. Il tecnico genovese ha recuperato tutti ad eccezione di Farnerud, che essendosi rotto il crociato ne avrà per molto, e Basha che ha ancora problemi al piede; le rotazioni a centrocampo si accorciano ma Gazzi e Ruben Perez, oltre a Benassi, sono pronti a dare il cambio a partita in corso a Nocerino e Vives che sono ancora una volta titolari. El Kaddouri potrebbe fare qualche passo in avanti e giocare da trequartista, mentre Amauri e Quagliarella potrebbero non avere problemi a giocare insieme, avendolo già fatto con la maglia della Juventus. In difesa è confermato Maksimovic sul centrodestra e quindi Bovo dovrebbe andare solo in panchina, Darmian torna galvanizzato dagli impegni con la nazionale mentre cè attesa per leventuale utilizzo di Sanchez Mino, che può dare molto alla causa del Torino.

 

 2 Viviano; 29 De Silvestri, 28 Gastaldello, 26 Silvestre, 86 Cacciatore; 14 Obiang, 17 Palombo, 21 Soriano; 11 Gabbiadini, 18 Bergessio, 23 Eder. 

Allenatore: Sinisa Mihajlovic

A disposizione: 1 Da Costa, 5 A. Romagnoli, 44 Fornasier, 3 Mesbah, 10 Krsticic, 6 Duncan, 32 Marchionni, 15 Wszolek, 7 Fedato, 12 G. Sansone, 27 L. Djordjevic, 9 Okaka

Squalificati: Regini

Indisponibili: Rizzo

 30 Padelli; 5 C. Bovo, 25 Glik, 24 E. Moretti; 36 Darmian, 23 Nocerino, 20 Vives, 28 Sanchez Mino, 3 Molinaro; 22 Amauri, 27 Quagliarella. 

Allenatore: Giampiero Ventura

A disposizione: 1 J. Gillet, 33 Bruno Peres, 21 Gaston Silva, 5 C. Bovo, 18 Jansson, 14 Gazzi, 6 Ruben Perez, 94 Benassi, 7 El Kaddouri, 10 P. Barreto, 9 Larrondo, 17 J. Martinez

Squalificati: –

Indisponibili: Basha, Farnerud

 

Arbitro: Mazzoleni

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori