Pagelle/ Corea del Sud-Uzbekistan (2-0), i voti della partita (Coppa d’Asia 2015 quarti)

Pagelle Corea del Sud-Uzbekistan, i voti della partita dei quarti di finale della Coppa d’Asia 2015: i giudizi sui protagonisti, i migliori e i peggiori nelle due squadre e l’arbitro

22.01.2015 - La Redazione
coreadelsud
Infophoto

Nella ripresa è ancora protagonista pronti via Nesterov con una grande parata su colpo di Lee. Si divora una rete Turajev che pescato dentro l’area a porta spalancata colpisce di testa fuori. Le squadre sono stanche e sfilacciate, non si sbilanciano per paura di prendere il gol e la partita va ai tempi supplementari. Nella ripresa sblocca finalmente la partita Son Heung-Min che trova ancora l’opposizione di Nesterov, ma stavolta senza grande poter evitare il gol. Nella ripresa ancora Son Heung

Gara che si protrae fino ai tempi supplementari e regala emozioni, ma la qualità di certo non è altissima. I calciatori si muovono con grande rapidità, ma il controllo e la tecnica non sono al di sopra delle aspettative;   

La qualità della Corea è sicuramente superiore, ma servono 120 minuti per vincere la partita. Son Heung-Min è determinante e gioca una buona gara, autore tra l’altro di una doppietta, ma nei tempi regolamentari avrebbe potuto fare di più.  

L’Uzbekistan esce comunque a testa alta dalla gara. Davanti si fa poco, mentre dietro Nestorev è grandissimo protagonista;

Gestione della gara con grande intelligenza e nessun errore nei momenti decisivi. Bravo a non far incattivire la partita; 

Pronti via è Nasimov a calciare da fuori trovando la pronta opposizione di Kim. Poco dopo ci prova Turajev , palla dentro per lui che non la riesce a deviare da due passi dalla porta. Subito dopo viene fuori la Corea. Nesterov diventa protagonista con una grande parata sui piedi di Lee e una dopo su tiro a giro di Son Heung-Min. C’è tempo anche per una bella ma poco efficace rovesciata di Nasimov prima di andare al riposo sullo zero a zero; Gara che a tratti si accende anche se lascia a desiderare dal punto di vista tecnico da entrambe le parti. Non ci si annoia; Parte male la Corea, che soffre nei primi minuti. Poi viene fuori il bagaglio tecnico e solo Nesterov la ferma; E’ il giocatore con più esperienza internazionale di tutti i 22 in campo e si vede. Con un tiro a giro deve trovare solo un grandissimo Nesterov a dirgli di no. Si muove bene senza dare mai punti di riferimento e mettendo in apprensione la difesa avversaria; Davanti non mette paura, anzi lanciato in porta si fa ipnotizzare da Nesterov. Non punge; Dopo un inizio coraggioso vengono fuori le differenze tecniche e la squadra soffre, salvandosi grazie a un grandissimo Nesterov; Prodigioso. Prima sventa un doppio intervento ravvicinato, poi si supera sul tiro a giro da fuori di Son Heung-Mee. Vero protagonista; Ci si aspetta molto da lui, ma ogni volta che scende sulla sinistra finisce per perdere palla. Ci prova con un tiro da fuori che però termina abbondantemente fuori; Direzione equilibrata con nessuna sbavatura, nessun episodio particolare da commentare.   

M.F.

Kim Jing Hyeon 6.5: attento, riesce sempre a rimanere sul pezzo, senza compiere errori;
Kim Chang S. 6: attento sulla corsia di competenza, non da però contributo in fase di spinta ed esce nella ripresa; (69′ Cha Du-Ri 6): Esperienza e spessore al servizio della squadra nel momento giusto;
Kwak Tae-Hwi 6: al centro della difesa ha grande fisicità e attenzione, gioca una buona gara;
Kim Young-Kwon 6.5: non corre rischi al centro della difesa, gioca una buona gara;
Kim Jin-Su 6: attento tra le linee è sempre bravo a muoversi in velocità e in diagonale;
Park Joo-Ho 6.5: il capitano ci prova spesso anche da fuori, calcia con violenza e tiene alta l’attenzione. Un giocatore di spessore;
Ki Sung-Yong 6: giocatore di qualità, si muove con rapidità e riesce a mantenere sempre la concentrazione;
Son Heung-Min 8: è il giocatore più importante, ha fisico e grande tecnica. Nei tempi regolamentari non trova grande spazio, ma nei tempi supplementari esplode con una doppietta che scalda il pubblico;
Nam Tae-Hee 6.5: ha fisicità e attenzione, tiene alta la guardia e non si fa mai saltare;
Lee Keun-Ho 6: si propone sulla corsia, salta l’uomo e alcune volte è anche pericoloso. Dovrebbe però avere più qualità sotto porta; (111′ Jang Hyun-Soo sv)
Lee Jung-Hyup 5.5: ha sulla coscienza diversi errori nel primo tempo, quando si fa anticipare da Nesterov. Nella ripresa sparisce dal gioco e viene sostituito; (82′ Han Kook-Young 6): entra dando un buono spessore fisico giocando tra i reparti. Salta l’uomo e regala freschezza al reparto;

All.Uli Stielike 5: la gara non la comanda la Corea, che è vero si trova di fronte Nesterov ma riesce a segnare solo durante i tempi supplementari affidandosi alle giocate dei singoli.

Nesterov 8: protagonista assoluto della gara, compie almeno tre parate strappa applausi. Decisivo nel primo tempo su un doppio tiro ravvicinato e poi su un calcio da fuori. Nei supplementari cede ai colpi di Son Heung-Min al quale alla fine non riesce a opporsi;
Mukhammadiev 6: sulla corsia è sempre alto, in anticipo e bravo a tenere la posizione;
Mullajanov 5.5: non riesce a tenere alta l’attenzione al centro della difesa;
Ismailov 6: al centro della difesa gioca una buona partita, anche se soffre l’avversario rapido e talentuoso. Son Heung-Min nei supplementari lo salta costantemente;
Denisov 5.5: delude il suo apporto sulla corsia, ha velocità e grande tecnica poteva dare un contributo migliore;
Ahmedov 6: il capitano è costretto a uscire dopo 30 minuti, era partito forte sfiorando anche la rete con un tiro appena sopra la traversa; (29′ Kapadze 6): entra giocando con grande fisicità e volontà, buona prestazione e intelligenza tattica;
Haydarov 5.5: lento e involuto, uno dei problemi tattici di oggi;
Rashidov 6: ha grande velocità, salta l’uomo e tiene palla. Sulla corsia è pericoloso sempre;
Turajev 5.5: è uno dei più pericolosi dei suoi, si fa sempre trovare ma in fase di finalizzazione lascia a desiderare. Si divora un gol nel primo tempo quando da solo nell’area piccola non colpisce di testa un bel pallone messo dentro. Nella ripresa stessa situazione, ma colpo di testa stavolta indirizzato fuori; (85′ Iskanderov 6.5): veloce e rapido, doveva entrare anche un pò prima;
Tursunov 6: gioca largo e spesso ha grande qualità, salta l’uomo e trova spazi. Davanti però non riesce a trovare la porta. Esce alla fine del primo tempo supplementare; (107′ Sergeev sv)
Nasimov 6.5: davanti gioca una buona partita, esibendosi anche in una grande rovesciata. Non riesce a trovare la porta, ma rimane sempre davanti a farsi trovare pronto;

All. Mirjalol Qosimov 6: la squadra gioca bene nonostante il tasso tecnico molto minore rispetto l’avversario.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori