Pagelle/ Verona-Napoli (0-2): Fantacalcio, i voti della partita (Serie A 2015-2016, 13^ giornata)

- La Redazione

Pagelle Verona-Napoli: i voti della partita di Serie A 2015-2016, anticipo delle ore 12.30 della 13^ giornata. I protagonisti, i migliori e i peggiori al Bentegodi: i giudizi del Fantacalcio

mandorlini_ginocchio
Andrea Mandorlini, esonerato dopo cinque anni a Verona (Infophoto)

Pronti via Albertazzi si fa male ed è costretto a uscire con l’ingresso in campo di Helander. Grande occasione poi per Higuain che calcia in diagonale trovando pronto e reattivo Rafael. Al minuto 67 arriva il gol che sblocca la partita. Hamsik mette dentro per Insigne che supera Rafael con un diagonale incrociato di destro. Poco dopo arriva anche il raddoppio per la squadra di Sarri. Palla larga di Hamsik per Insigne sulla sinistra, rasoterra dentro per Higuain che non sbaglia. A nulla servono i cambi di Mandorlini e l’ingresso di Toni per una gara che termina così.

Partita che dopo un primo tempo grigio si accende e regala grandi emozioni. Il Napoli vince e convince, il Verona si arrende solo nel finale;

Nel primo tempo si è visto qualche flebile segnale di ripresa, ma nel secondo tempo il Verona crolla di nuovo;

Gli azzurri giocano una gara da grande squadra, anche soffrendo ma tenendola sempre in mano e sbloccandola nel momento migliore. L’impressione è che questa squadra andrà molto lontana; 

Gara gestita nel migliore dei modi anche quando si scaldano gli animi.

Pronti via il Napoli ha una bella occasione con Hamsik servito dentro, lo slovacco calcia debole e Rafael blocca. Gli azzurri fanno la partita anche se Albiol combina un mezzo disastro del quale non ne approfitta Gomez. Poco dopo occasione per Ghoulam che calcia senza prendere però il pallone. Poi per Higuain che da posizione impossibile calcia alto. Ci provano senza fortuna da fuori Hamsik e Insigne. Higuain viene fermato giustamente in fuorigioco prima che metta la palla in porta.- Per essere una gara delle 12.30 regala tantissime emozioni e diverse occasioni da gol anche se nessuna per ora concretizzata; – Squadra senza grandi idee che trova personalità solo nel giovanissimo Checchin, dov’è finito il Verona? – Mandorlini lo schiera a sorpresa in mezzo al campo, il ragazzo dimostra personalità e grande intelligenza in mezzo al campo. Può fare strada; – Non si vede praticamente mai, primo tempo davvero anonimo; – Gli azzurri fanno la partita senza riuscire a trovare però la porta, la gara però è stata costruita nella maniera giusta; – E’ pericolosissimo da ogni parte del campo anche quando sembra che sia impossibile calciare verso la porta. Riesce un paio di volte a sfiorare la rete, ma sempre senza centrare lo specchio per poco; – Gioca un primo tempo anche ordinato, ma compie una leggerezza su Gomez che poteva costare davvero molto cara; – Damato arbitra la partita con intelligenza, tenendo sempre alta l’attenzione e senza sbagliare nulla. 

Rafael 7: Prende due gol sui quali può davvero poco, ma compie diverse parate su Higuain da grande campione;
Pisano 6: Ha fisico e personalità, ma anche lui va in confusione nella parte finale del match;
Moras 6: nonostante la confusione finale gioca almeno per un’ora con grande attenzione contro un campione come Higuain;
Bianchetti 6.5: ottima partita fino al gol di Insigne, poi cede ai colpi di giocatori straordinari. Prima però dimostra di avere qualità davvero importanti;
Albertazzi 6.5: gioca un grande primo tempo, culminato da una diagonale che serve da un gol già fatto da Higuain. La sua gara si conclude però all’inizio della ripresa per un risentimento fisico; (47′ Helander 5.5): in difficoltà non riesce a trovare mai il tempo giusto dell’entrata;
Checchin 6: nel primo tempo è il migliore il giovanissimo messo dentro a sorpresa da Mandorlini. Gioca con il compasso, ma è anche bravo a usare la forza fisica. Esce nella ripresa dopo essere calato un po’ fisicamente; (68′ Wszolek sv)
Greco 5: soffre al centro del campo la rapidità degli avversari. Poco presente fisicamente non riesce a imprimere la sua qualità;
Hallfredsson 5.5: Nel primo tempo parte bene, ma nella ripresa cala e perde ritmo senza crescere fisicamente;
Gomez 5.5: manca un po’ davanti quando ha l’occasione per muoversi e provare a trovare la via del gol. Nella ripresa sembra non pervenuto;
Pazzini 5: non riesce mai a essere pericoloso anche se ha l’attenuante di pochissimi palloni serviti dentro;
Jankovic 5: nel primo tempo è inesistente, nella ripresa si fa vedere solo per un tiro da fuori piuttosto potente ma centrale. Male oggi; (72′ Toni sv)

All. Mandorlini 5.5 – Non è l’unico colpevole, ma alla fine la sensazione è che sarà lui a pagare per tutti.

Reina 6: Non deve compiere grandi interventi, ma è sempre attento quando viene chiamato in causa;
Hysaj 6: Sulla corsia soffre un po’ nel primo tempo e cresce nella ripresa anche se è troppo nervoso;
Albiol 5: commette un paio di errori grossolani che potevano costare cari, ma che alla fine non hanno compromesso la gara;
Chiriches 6.5: Deve sostituire Koulibaly e lo fa con personalità e grande attenzione al centro della difesa;
Ghoulam 6.5: Buona gara sulla corsia sinistra soprattutto in fase di proposizione. Corre molto e si muove spesso con intensità sulla corsia anche quando deve difendere.;
Allan 6.5: Gioca una partita di grande sostanza, ma anche di qualità e intensità. Il centrocampista brasiliano è già un leader;
Jorginho 7: ottima partita in cabina di regia dove detta i tempi davvero con grande qualità e alzando spesso il ritmo della partita per poi decidere quando riabbassarlo;
Hamsik 7: primo tempo appannato, ripresa strepitosa con lo slovacco decisivo in entrambe le reti. Prima serve l’assist a Insigne poi serve lo stesso largo a sinistra che imbecca Higuain per il raddoppio. Finalmente è tornato a giocare nel suo ruolo e si vede; (78′ David Lopez sv)
Callejon 5: unico neo della partita insieme ad Albiol. inesistente per gran parte del tempo che rimane in campo, non riesce a trovare spazio e sotto porta è totalmente assente. Esce dopo un’ora di gioco; (65′ El Kaddouri 6): anche se ha poco tempo entra e si mette in mostra;
Higuain 7: calcia da ogni punto possibile e immaginabile. Segna un gol facile, ma si rende pericoloso tantissime altre volte in cui è bravo anche Rafael a dirgli di no;
Insigne 7: un gol bellissimo, un assist generoso e una partita condita di grandi giocate. Risposta immediata a Conte che non l’ha convocato; (87′ Maggio sv)

All. Sarri 7: Sarri si godrà una domenica tranquilla, guadagnati due punti sulla Roma ora aspetta Inter e Fiorentina. Per il resto il campo ha parlato di una squadra davvero organizzata e messa benissimo in campo

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori