Pagelle/ Torino-Udinese (0-1): Fantacalcio, i voti della partita (Serie A 2015-2016, 17^ giornata)

- La Redazione

Pagelle Torino-Udinese, i voti della partita per il Fantacalcio: i migliori e i peggiori della sfida dello stadio Olimpico, valida per la diciassettesima giornata del campionato di Serie A

Quagliarellagol_2015Toro
Infophoto - immagine di repertorio

L’Udinese espugna l’Olimpico vincendo 1-0 grazie alla rete di Perica. Friulani che hanno giocato la maggior parte del secondo tempo in dieci per l’espulsione di Wague. Squadra di Colantuono che supera momentaneamente la Lazio, il Bologna e il Palermo portandosi in dodicesima posizione aspettando naturalmente il match di stasera tra i capitalini e l’Inter. Torino che conclude il 2015 con due sconfitte pesanti in un clima di contestazione. Dopo un pessimo primo tempo dovuto alla concentrazione in campo, la squadra di Ventura si fa vincere dalla frenesia nella ripresa. Primo tempo fantastico dei bianco-neri che controllano sempre il gioco concedendo poco agli avversari. Mantiene nel secondo tempo, in dieci, il vantaggio, dimostrando di essere uscita bene dalla brutta sconfitta con l’Inter. Gestisce bene la gara ma negli ultimi minuti ferma il gioco in continuazione per ogni minimo contatto. Il Torino può recriminare qualcosa.

E’ terminato il primo tempo allo stadio Olimpico di Torino e il risultato delle due formazioni è di 0-1 per gli ospiti. Perica al quarantunesimo vince due rimpalli e tira con il destro sul secondo palo; battuto Padelli. Bianco-neri meritatamente in vantaggio visto le occasioni da gol e il possesso della palla, granata che cercano ripartenze in campionato mal finalizzate. Ventura schiera il solito 3-5-2 lasciando in panchina capitan Glik e schierando al suo posto Jansson (voto 6) in centro alla difesa, sostenuto da Moretti (voto 5,5) e Bovo (voto 6). In porta Padelli (voto 6). I tre intermediari di centrocampo sono Benassi (voto 6), Vives (voto 6) e Baselli (voto 5,5). Sulle fasce Zappacosta (voto 6,5) sostituisce lo squalificato Bruno Peres e sulla sinistra Molinaro (voto 6). Davanti il neo-ventiduenne Belotti (voto 6) e Quagliarella (voto 5). Molte assenze invece per Colantuono che schiera una formazione a specchio degli avversari con Karnezis (voto 6) che va tra i pali e una difesa a tre formata da Wague (voto 6), Danilo (voto 5,5) e Felipe (voto 6). Linea di centrocampo formata da destra verso sinistra da Widmer (voto 6), Badu (voto 6,5), Lodi (voto 6,5), Fernandes (voto 6), Edenilson (voto 6). Davanti Di Natale (voto 6,5) e Perica (voto 6,5) che sostituiscono Thereau e Aguirre infortunati.

Rispetto alla solita squadra che gestisce il possesso del pallone, la squadra di Ventura aspetta gli avversari e cerca di ripartire. Deve cambiare atteggiamento nella ripresa. Si fa trovare pronto a sostituire Bruno Peres squalificato e si dimostra importante con belle discese sulla fascia. Molti passaggi sbagliati e molti tocchi errati. Non mi sorprenderei in una sostituzione con Maxi Lopez.

Esattamente l’opposto degli avversari. Gran possesso palla e grande atteggiamento in campo. Gestisce tutte le manovre e serve a Perica l’assist che porta in vantaggio i friulani. Si perde troppe volte Baselli, il peggiore dei tre difensori bianco-neri. (Francesco Gallo)

Può far poco sul gol realizzato da Perica. Si dimostra molto attento nel primo tempo. Quasi nulle le disattenzioni.

Cerca di rendersi pericoloso grazie ad un fantastico destro ma concede tanto dietro. ( Entra in campo molto nervoso e rischia di essere espulso, mai pericoloso).

Commette troppi falli su Perica ma si dimostra all’altezza nella sostituzione di Glik. Si sentiva però l’assenza del capitano.

Da un suo errore di copertura nasce il gol del vantaggio ospite. Per il resto solita prestazione sufficiente.

Ottimo primo tempo di discese e buone giocate. Abbastanza nullo nella ripresa. BENASSI 5 Torna in campo e non si dimostra all’altezza. Buoni inserimenti nel primo tempo ma poca qualità. ( Perde tanti palloni ed è abbastanza poco efficace in fase di ripartenza).

Rende poco il mediano del Torino, forse annullato da un’ottima prestazione dal lato opposto di Lodi.

Rispetto al solito giovane che siamo abituati a vedere, il giocatore ex Atalanta fa veramente poco, soprattutto in fase offensiva.

Poca spinta da parte dell’esterno sinistro che viene sostituito ad inizio secondo tempo. ( Entra col piglio giusto ma butta via numerosi palloni tramite cross sbagliati).

Prestazione inguardabile nel primo tempo, prova a crescere nel secondo tempo, soprattutto in fase di impostazione. Causa anche l’espulsione di Wague.

Grande movimento e ottima tecnica. Molte cose da recriminare nei confronti del direttore di gara. Manca il gol.

Rispetto al solito non si capisce l’assenza di Glik. Scelta tecnica piuttosto sbagliata. Per il resto solito approccio tattico.

Impegnato con una bella parata nel primo tempo su Belotti. Per il resto non compie parate significative.

Assoluta disattenzione del centrale difensivo che nel giro di dieci minuti prende due gialli. Rischia di buttare a casa la partita.

Gran prestazione della difesa friulana che con uomo in meno mantiene il risultato.

Come Danilo grande prestazione.

Meriterebbe di più ma si divora nel finale il gol della tranquillità su un’ottima traiettoria tracciata da Lodi.

Solita grande prestazione sul fattore della fatica e della quantità. Il jolly di Colantuono, è ovunque.

Migliore in campo per distacco, assist a Perica, organizzazione di gioco e tanta fantasia. Il mediano di qualità che serviva a questa squadra. ().

L’unico punto piuttosto negativo del centrocampo bianco-nero. Manca ancora qualcosa per rivedere quel grande giocatore di qualche anno fa.

Si divora anche lui un gol importante ad inizio ripresa, per il resto grande quantità anche per lui. (ALì ADNAN 6 Fa il suo lavoro bene).

Segna il gol decisivo e tiene su la palla per far respirare la squadra nel finale. Grande attaccante scovato.

Torna ad essere un giocatore decisivo, grande classe e grande qualità. Giocatore importante per questa Udinese. ( Buona prestazione difensiva insieme a Danilo e Felipe).

Riesce a far vincere la sua squadra nonostante le numerose assenze.

(Francesco Gallo)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori