Pagelle/ Athletic Bilbao-Torino (2-3): i voti della partita (Europa League 2014-2015, ritorno sedicesimi)

Le pagelle di Athletic Bilbao-Torino 2-3, ritorno dei sedicesimi di Europa League: i voti della partita disputata giovedì 26 febbraio 2015 al Nuevo Estadio San Mames

26.02.2015 - La Redazione
mames_athletic
(dall'account Twitter ufficiale @AthleticClub)

Il Toro vola agli ottavi di finale di Europa League con unimpresa incredibile. Espugnando il San Mames per 3-2. Quagliarella apre le danze su rigore al 16 minuto, ma al 44 Iraola riesce a pareggiare i conti. Il pari dura molto poco visto che dopo due minuti Maxi Lopez con un colpo di testa firma il 2-1 allo scadere del primo tempo. Nella ripresa De Marcos pareggia di nuovo i conti, ma al 67 Darmian firma il gol-qualificazione che qualifica il Toro agli ottavi.

E stata una partita emozionante che ha visto trionfare meritatamente i granata alla fine di una battaglia che rimarrà per molto impressa negli occhi dei tifosi.

La squadra di Valverde gioca bene, ma sono troppi i palloni persi per eccesso di sicurezza e concede troppo al Torino in fase difensiva e venendo punita sonoramente.

La squadra di Ventura espugna uno stadio ostico come il San Mames con una grande prestazione. I granata hanno dimostrato nei momenti più duri il loro attaccamento alla maglia e continuando su questa strada si possono togliere ancora tanta soddisfazioni.

Estrae qualche cartellino in meno rispetto al dovuto. Viene aiutato male dai suoi assistenti che sbagliano molto sui fuorigioco.

Il primo tempo fra Athletic Bilbao e Torino al San Mamés, ritorno dei sedicesimi di finale dellEuropa League 2014-2015, si conclude sul parziale di 2-1 in favore dei granata. Reti siglate da Quagliarella e Maxi Lopez per il Toro e da Iraola per i padroni di casa. Si riparte dal 2-2 di settimana scorsa .  Ventura per questa sfida cruciale per la stagione dei granata si affida al classico 3-5-3. In porta gioca Padelli. Difesa a 3 composta da Maksimovic, Glik e Moretti. A centrocampo gioca El Kaddouri insieme a Gazzi e Vives, mentre Darmian e Molinaro agiscono sulle fasce. In attacco Maxi Lopez affianca Quagliarella. Unico indisponibile lo squalificato Benassi. Valverde, tecnico dei baschi, schiera la sua squadra con un modulo a specchio rispetto agli avversari. Tra i pali gioca Herrerin. In difesa Exteita affianca Gurpegi e Laporte. A centrocampo spazio al trio formato da Benat, San Jose e Rico, mentre sulle fasce agiscono Iraola e De Marcos. In avanti le chiavi dellattacco sono affidate a Aduriz, supportato alle spalle da Muniain. Arbitra il larbitro israeliano Liany. Dunque Toro meritatamente in vantaggio alla fine dei primi 45 minuti in una gara combattutissima fra le due compagini in campo. Nei primi minuti lAthletic parte molto forte e prova a schiacciare gli avversari, ma il Toro regge bene e si rende spesso pericoloso in contropiede. Al 14 minuto Quagliarella comincia a scaldare il piede con un gran sinistro, da posizione defilata rispetto alla porta di Herrerin, che finisce di poco alto sopra la traversa. Dopo soli 2 minuti Vives viene steso in area da Gurpegi. Rigore per il Torino che Quagliarella con qualche brivido trasforma. LAthletic non ci sta e risponde con qualche conclusione in attacco, ma che non impensieriscono mai seriamente Padelli. Gurpegi al 41 è costretto ad abbandonare il campo, al suo posto entra lattaccante Williams. Al 44 minuto Benat pesca in area Iraola con un lancio pennellato. Il difensore basco stoppa il pallone e beffa con un pallonetto Padelli. Si torna in parità, ma il pareggio dura pochissimo. In pieno recupero di primo tempo, Darmian riceve palla in area, alza la testa e serve Maxi Lopez in mezzo. Colpo di testa dellargentino che non lascia scampo al portiere avversario. Vedremo se nella ripresa il Toro riuscirà nellimpresa di uscire vincitore da questa gara e si qualificherà per gli ottavi di finale. BENAT 6,5 GURPEGI 5 QUAGLIARELLA 7 MOLINARO 5,5 (Paolo Zaza)

Athletic Bilbao

Sul primo gol poteva fare sicuramente meglio. Sulle altre reti non ha colpe particolari, ma appare spesso insicuro e deconcentrato.

Va spesso in difficoltà con Quagliarella e non riesce a tenere in piedi una difesa che assomiglia a un colabrodo questa sera.

Concede il rigore al Torino ingenuamente e non azzecca un intervento in difesa. Un problema fisico lo fa uscire anzitempo dal campo.

DAL 37’ WILLIAMS 6,5: Entra bene in partita e mette in difficoltà il Toro con la sua rapidità. Nel secondo tempo gioca bene e riesce a colpire pure un palo.

Le azioni più pericolose del Torino nascono dalle sue parti è non è un caso.

Macina la fascia per tutta la partita e gioca una buona gara in entrambe le fasi. Ha il merito di segnare il gol dell’1-1.

Comincia molto bene e nel primo tempo tocca numerosi palloni, oltre a sfornare uno splendido assist per Iraola sul primo gol. Nel secondo tempo cala di intensità e si vede poco.

DAL 70’ SUSAETA 6

Perde numerosi duelli in mezzo al campo contro i centrocampisti del Torino e non riesce ad essere incisivo in nessuna delle due fasi.

Prestazione sufficiente senza alti né bassi.

DAL 79’ UNAI LOPEZ: S.V.

Perde spesso i duelli in fascia quando c’è da difendere  e non riesce a rendersi pericoloso mai in fase d’attacco.

Lotta tantissimo in mezzo al campo e prova a trascinare la squadra per tutti i 90 minuti. Si inventa uno splendido assist in occasione del secondo gol.

Gioca troppo nervosamente e non riesce mai ad impensierire la difesa ospite.

All.VALVERDE 5: Le troppe sviste in fase difensiva incidono sul risultato e non basta  buon gioco creato in attacco dai suoi.

Torino

Non può far nulla in occasione dei gol. Per il resto compie delle belle parate, ma c’è  ancora qualcosa da rivedere sulle uscite.

Preciso e attento in fase difensiva, a parte qualche sbavatura nel primo tempo.

E’ una roccia in difesa e non lascia passare nulla dalle sue parti.

Gioca bene come tutto il resto del reparto e sbaglia pochissimo in fase di disimpegno.

Nel primo tempo soffre spesso le giocate di Muniain. Nella ripresa si riprende e mette a disposizione della squadra tutta la sua esperienza.

Lotta con grinta e determinazione in fase difensiva  ed è spesso imprevedibile in attacco, come quando si conquista il rigore che sblocca il risultato.

Porta grinta, corsa e tanta intelligenza in mezzo al campo. Prestazione perfetta.

Spesso scompare dal gioco, ma con le sue fiammate infuoca la partita e si inventa un cross perfetto per Darmian nel terzo gol granata.

DALL’84’ FARNERUD: S.V.

E’ l’eroe del match. Segna il gol decisivo ed entra nel cuore dei tifosi. Offre la solita buona prestazione in entrambe le fasi e il gol è la ciliegina ideale sulla sua partita.

Ha il merito di riportare i suoi in vantaggio dopo soli 2 minuti dal gol subito. Si rende protagonista di una prestazione costellata da lampi di genio, alternati a errori banali.

DAL 73’ MARTINEZ 5,5

E’ il top player di questa squadra. Riesce a trascinare i suoi nei momenti più duri ed è il più pericoloso in zona gol. Trasforma il rigore con freddezza e un pizzico di fortuna.

All.VENTURA 9: Finalmente il suo Toro riesce ad affermarsi anche in Europa con una prestazione perfetta in  tutti i reparti. Entra nella storia del club con una vittoria storica.

 

(Paolo Zaza)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori