Pagelle/ Inter-Palermo (3-0): Fantacalcio, i voti della partita (Serie A 2014-2015 22a giornata)

- La Redazione

Pagelle Inter-Palermo, i voti della partita di Serie A valida per la ventiduesima giornata. I protagonisti, i migliori e i peggiori a San Siro: tutti i giudizi per il Fantacalcio

guarin_jajalo
Lo stadio di San Siro (Infophoto)

Nella ripresa partono forte i rosanero che sfiorano clamorosamente il gol. Palla dentro per Dybala che si fa anticipare da Handanovic, a rimorchio arriva Vazquez che da fuori colpisce il palo. Sul legno si avventa Dybala che però a porta vuota calcia alto. Poco dopo colpisce un palo con una frustata di testa da fuori Mauro Icardi. L’attaccante argentino chiuderà la partita con una doppietta. Prima sfrutta un pallone messo dentro da Guarin e sporcato da Palacio, calciando di giustezza di destro, poi segna di testa da vero bomber su cross sempre del colombiano.

Partita brutta nel primo tempo, che si accende nella ripresa regalando anche discrete emozioni. Buona costruzione del gioco per i nerazzurri che vincono con merito;

Oggi funziona tutto e l’Inter è anche un pò fortunata, perchè sull’uno a zero Vazquez colpisce un palo e Dybala si divora il pari a porta vuota. La squadra di Mancini però è caparbia e gioca da vera squadra, vincendo con merito.

Nonostante il passivo pesante, meno male di quanto si possa pensare il Palermo che gioca una buona prestazione dal centrocampo in su. Dietro però oggi è un disastro.

A volte fischia troppo, spezzettando il gioco, altre troppo poco, facendo correre occasioni che potevano essere sanzionate. Errore clamoroso quando ammonisce Medel invece di Ranocchia per un contrasto in cui i due giocatori vanno su Vazquez. Direzione con poca personalità che fa arrabbiare entrambe le squadre;

I nerazzurri sfiorano dopo poco un gol con un bel colpo di testa di Juan Jesus (6), para con un guizzo Sorrentino (6.5). I nerazzurri trovano il vantaggio con un altro colpo di testa stavolta di Guarin (6.5) su palla messa dentro su punizione da Shaqiri (6.5). Il Palermo viene fuori solo a sprazzi, con Lazaar (5) che serve dentro un pallone per Rigoni (5.5) che calcia sull’esterno della rete. Buono spunto di Vazquez (6) steso da Ranocchia (5), l’arbitro però inspiegabilmente ammonisce Medel (6). Sul conseguente calcio di punizione Dybala (6) pennella sfiorando l’incrocio. Sempre l’argentino ci prova con un tiro a giro che però termina al lato. Nei minuti conclusivi di frazione si fa male ed esce Nagatomo (5.5) al suo posto Dodò; – Partita molto tattica e con poche emozioni, non ci si diverte molto a San Siro anche se di fronte ci sono giocatori dall’indiscusso talento; – Manca un pò di precisione, ma si lavora molto e la squadra corre muovendosi bene in velocità, grazie anche a uno Shaqiri in stato di forma importante; – Mette sulla testa di Guarin una bella palla tagliata, si muove con velocità mettendo in continua apprensione la difesa rosanero. Ha qualità e grande tecnica, se cresce anche a livello di fiducia può fare davvero bene; – Si porta ancora dietro l’errore commesso su Higuain in Coppa Italia. Stende Vazquez che l’aveva saltato con un numero, ma l’arbitro ammonisce Medel che era entrato con lui sull’attaccante rosanero. Rischia in diversi interventi, come quello in cui si perde Rigoni che solo davanti Handanovic calcia sull’esterno della rete; – Il Palermo viene fuori a sprazzi, per le grande qualità dei suoi giocatori offensivi, dietro però non gioca una buona partita e soffre molto la velocità di Shaqiri; – Insieme a Dybala forma una coppia davvero temibile per tutte le difese d’Italia. Salta l’uomo e punta sempre verso la porta, Ranocchia non lo vede mai e in un’occasione lo stende pure anche se Guida ammonirà Medel. Giocatore di grande qualità; Un pò confuso sulla corsia, Shaqiri quando lo punta lo salta sempre. Commette un paio di falli che potevano mettere in difficoltà i suoi. Davanti si propone con un buon cross che Rigoni non riesce a sfruttare, ma dietro fatica veramente; – Fischia troppo, interrompendo spesso il gioco. Il giallo a Medel è un errore grave, perchè il fallo lo commette Ranocchia. 

Handanovic 7: compie una grande parata praticamente sui piedi di Dybala. Sempre presente e attento;
Santon 6.5: gioca con grande intensità sulla corsia, si muove con intelligenza e dietro offre grande tranquillità alla sua retroguardia;
Ranocchia 5.5: pesa ancora sulla coscienza la rete di Higuain subita in Coppa Italia, non brilla e lo dimostra quando stende Vazquez e Guida con un abbaglio ammonisce Medel;
Juan Jesus 6.5: gioca una buona partita in fase difensiva, pronti via sfiora anche il gol di testa. Ottimo in copertura sui veloci attaccanti rosanero;
Nagatomo 5.5: non una grande prestazione sulla corsia dove spesso si muove bene Dybala. Concede all’argentino un tiro a giro da fuori che poteva essere molto pericoloso. Si fa male nel finale del primo tempo alla coscia destra ed esce; (35′ Dodò 5.5): entra a freddo, ma commette qualche errore di troppo;
Guarin 8: forse la migliore prestazione da quando è in nerazzurro. Prima colpisce di testa e sblocca la partita, poi offre due assist per le reti di Icardi che chiudono la partita. Si muove con grande velocità e intelligenza, buona prestazione;
Medel 6.5: in mezzo al campo corre e ruba tanti palloni, solita prestazione onesta. Si prende un giallo che andava alzato a Ranocchia;
Brozovic 6: in alcuni momenti è un pò incerto, però a volte alza l’intensità e gioca con grande rapidità e tecnica. Deve crescere di condizione;
Shaqiri 6.5: gioca un grande primo tempo, spinge e salta l’uomo. Da una sua punizione nasce la rete di Guarin che sblocca la partita. Nella partita cala leggermente anche a livello fisico, ma nel complesso ottima partita. Esce nel finale tra gli applausi; (84′ Kovacic sv)
Icardi 8: primo tempo in cui parte in sordina, nella ripresa è devastante. Con un colpo di testa da fuori area colpisce un clamoroso palo. Poi calcia violento da dentro l’area di rigore e realizza il 2-0, da bomber invece il colpo di testa che chiude la partita. Doppietta e grande prestazione per lui;
Palacio 5: prestazione al di sotto delle aspettative, giocatore di grande spessore tecnico ma che quest’anno non riesce a centrare una prestazione. Tocca pochissimi palloni e prolunga quello che Icardi trasformerà nel 2-0. Per il resto poco, ma il pubblico lo applaude quando esce; (82′ Campagnaro sv)

All.Mancini 6.5: i nerazzurri mettono un buon atteggiamento in campo, ci voleva dopo due partite negative.

Sorrentino 6.5: nonostante i tre gol subito compie un paio di parate da fuoriclasse vero. Portiere sottovalutto è un giocatore di grande esperienza;
Terzi 5: in difficoltà sul centro destra della difesa, non gioca una grande partita in fase di copertura;
Gonzalez 5: gioca una partita negativa, prendendosi un giallo che non gli permetterà di scendere in campo la prossima settimana. Perde nettamente il confronto con Icardi nonostante il fisico;
Daprelà 4.5: gioca in una posizione da terzo della difesa a tre che non gli è congeniale. Lo mostra subito sull’errore in copertura sul gol di Guarin. Male oggi;
Morganella 6: sulla corsia destra gioca con buona personalità, mettendo in apprensione Juan Jesus. In difficoltà quando viene pressato, esce nei minuti finali; (74′ Rispoli sv)
Rigoni 6: tra i migliori dei suoi, gioca con personalità anche se incide poco;
Jajalo 5: gioca in mezzo al campo con poca qualità, perde molti palloni e si propone poco. Esce nella ripresa per un cambio tattico dopo il 2-0; (66′ Belotti 5.5): entra quando è difficile incidere;
Barreto 5.5: non da ritmo al centrocampo, si vede poco e cala nella ripresa;
Lazaar 5.5: a tratti è anche pericoloso, come quando nel primo tempo mette dentro una palla importante per l’accorrente Rigoni che calcia sull’esterno della rete. Dietro però soffre troppo Shaqiri quando scende dalla sua corsia; (76′ Emerson sv)
Vazquez 5: parte bene nel primo tempo, muovendosi con velocità e grande qualità. Nella ripresa però sparisce completamente dal gioco;
Dybala 5.5: si muove sempre bene, creando problemi agli avversari. Si divora un gol colossale sull’uno a zero a porta vuota che condiziona il giudizio di una gara dove ha comunque giocato bene;

All.Iachini 6: gara difficile per i suoi e dalla quale escono male, ma il Palermo non gioca mai al di sotto degli avversari anche quando subisce il risultato. Anche oggi tanto dinamismo e qualità, dietro però difficile salvare qualcosa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori