Classifica Giro d’Italia 2015 / La maglia rosa e le altre graduatorie. Contador maglia rosa, Viviani-Nizzolo leader a punti (15^ tappa, 24 maggio)

- La Redazione

Classifica Giro d’Italia 2015. La maglia rosa e le altre graduatorie: maglia rossa, maglia azzurra e maglia bianca in vista della quindicesima tappa Marostica-Madonna di Campiglio

contador_rosa
Alberto Contador festeggia la maglia rosa mercoledì (da Facebook Giro d'Italia)

La classifica della maglia rossa del Giro dItalia 2015 parla decisamente a favore della nostra nazione. La graduatoria è riservata alla classifica a punti, dunque fanno fede i traguardi volanti e gli arrivi di tappa: in testa troviamo un duo composto da Elia Viviani e Giacomo Nizzolo, appaiati a quota 119 punti. A inseguire un altro nostro atleta, quel Nicola Boem che aveva vinto con un grande spunto lottava tappa (la Fiuggi-Campitello Matese), quindi Sacha Modolo che ha 91 punti. Solo in quinta posizione troviamo un corridore straniero, il belga della BMC Philippe Gilbert; poi Alberto Contador che ha 77 punti e ovviamente punta al bersaglio grosso della maglia rosa di leader. Non sono terminati gli italiani tra i primi dieci: in settima, ottava e nona posizione troviamo Diego Ulissi, Marco Frapporti e Marco Bandiera.

Dopo la quindicesima tappa del Giro dItalia 2015 la maglia azzurra, riservata al leader degli scalatori, è saldamente sulle spalle di Benat Intxausti. Il basco della Movistar ha 85 punti, che sono 31 in più di quelli di Mikel Landa che grazie alla vittoria di oggi a Madonna di Campiglio irrompe sul podio virtuale del Gran Premio della Montagna, precedendo di un punti un terzetto composto da Simon Geschke, che aveva vestito la maglia azzurra in precedenza, Steven Kruijswijk e Carlos Betancourt. Gli italiani in questa graduatoria sono Giovanni Visconti (sesto con 51 punti), Fabio Aru (ottavo con 24 punti) e Paolo Tiralongo (stessi punti del leader del team Astana); 31 punti di vantaggio al momento sono un buon bottino per Intxausti, ma le montagne decisive devono ancora arrivare. 

La quindicesima tappa del Giro dItalia 2015, Marostica-Madonna di Campiglio (165 Km), è vinta da Mikel Landa (clicca qui per la cronaca e lordine darrivo); ma il trionfatore del giorno è anche Alberto Contador. Lo spagnolo della Tinkoff-Saxo conferma la maglia rosa di leader della classifica e addirittura incrementa il suo vantaggio su Fabio Aru, che rimane con lui ma viene battuto sul traguardo intermedio (passiva la Astana che non reagisce sullo scatto di Contador) e si prende anche un secondo a Madonna di Campiglio, con il leader che guadagna anche 4 di abbuono. Contador adesso ha 235 di vantaggio su Aru e 419 su Andrey Amador, probabilmente il Giro dItalia 2015 sarà una questione tra i primi due anche se ora Landa, quarto a 446, può quantomeno ambire al podio e potrebbe dare un po di fastidio. Resiste in settima posizione Damiano Caruso, nono è Giovanni Visconti; crollano invece Rigoberto Uran, quindicesimo a 1215. 

La classifica generale di questo emozionante Giro d’Italia è ancora una volta rivoluzionata. La maglia rosa torna sulle spalle di Alberto Contador che, dopo l’ottima prestazione nella cronometro di ieri, si è garantito un vantaggio di 2 minuti e 28 secondi su Fabio Aru, secondo in classifica.

Al terzo posto sale un sorprendente (soprattutto per la cronometro disputata) Andrey Amador del Team Movistar con un ritardo di 3 minuti e 36 secondi. Rigoberto Uran, con 4 minuti e 14 secondi di distacco dal madrileno, può ancora sperare nel podio finale ma, quasi certamente, dovrà dire addio ai sogni di gloria che lo vedevano sul primo gradino del podio. Al quinto posto, rientra in gioco con una buona prestazione a crono il belga Jurgen Van Den Broeck della Lotto Soudal, con un ritardo di 4 minuti e 17 secondi. Gli altri italiani si difendono bene con il sesto posto di Dario Cataldo a 4 minuti e 50 secondi dalla maglia rosa e l’ottavo posto di Damiano Caruso con un distacco di 4 minuti e 56 secondi dalla vetta della classifica. Invariata la situazione delle altre classifiche, che d’altronde ieri non potevano regalare molte sorprese. La maglia rossa di leader della classifica a punti è sempre sulle spalle di Elia Viviani, Beñat Intxausti indossa sempre la maglia azzurra di leader della classifica dei GPM, la maglia bianca dopo essere passata per un giorno sulle spalle del secondo in classifica ritorna a Fabio Aru che aumenta il suo vantaggio sugli avversari. Oggi però è un’altra giornata molto importante perché la Marostica-Madonna di Campiglio di 165 km proporrà il primo arrivo in salita alpino di questo Giro. 

POS NOME NAZ TEAM TEMPO DIST
1 CONTADOR VELASCO Alberto ESP TCS 60:01:34 0:00
2 ARU Fabio ITA AST 60:04:09 2:35
3 AMADOR Andrey CRC MOV 60:05:53 4:19
4 LANDA MEANA Mikel ESP AST 60:06:20 4:46
5 KONIG Leopold CZE SKY 60:08:10 6:36
6 TROFIMOV Yury RUS KAT 60:08:32 6:58
7 CARUSO Damiano ITA BMC 60:08:44 7:10
8 MONFORT Maxime BEL LTS 60:09:54 8:20
9 VISCONTI Giovanni ITA MOV 60:11:27 9:53
10 GENIEZ Alexandre FRA FDJ 60:11:37 10:03

POS NOME NAZ TEAM PUNTI
1 INTXAUSTI Benat ESP MOV 85
2 LANDA MEANA Mikel ESP AST 54
3 GESCHKE Simon GER TGA 53
4 KRUIJSWIJK Steven NED TLJ 53
5 BETANCUR GOMEZ Carlos A. COL ALM 53
6 VISCONTI Giovanni ITA MOV 51
7 CONTADOR VELASCO Alberto ESP TCS 25
8 ARU Fabio ITA AST 24
9 TIRALONGO Paolo ITA AST 24
10 TROFIMOV Yury RUS KAT 18

POS NOME NAZ TEAM PUNTI
1 VIVIANI Elia ITA SKY 119
2 NIZZOLO Giacomo ITA TFR 119
3 BOEM Nicola ITA BAR 109
4 MODOLO Sacha ITA LAM 91
5 GILBERT Philippe BEL BMC 83
6 CONTADOR VELASCO Alberto ESP TCS 77
7 ULISSI Diego ITA LAM 75
8 FRAPPORTI Marco ITA AND 72
9 BANDIERA Marco ITA AND 60
10 GROSU Eduard Michael ROU NIP 55



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori