Pagelle/ Juventus-Barcellona: i voti della partita (finale Champions League 2015)

- La Redazione

Pagelle Juventus-Barcellona: i voti della partita, finale della Champions League 2014-2015. I protagonisti, i migliori e i peggiori a Berlino: tutti i giudizi (oggi sabato 6 giugno)

champions_panno
Infophoto

Il Barcellona batte 3-1 la Juventus nella finale di Champions League e si aggiudica la Coppa per la quinta volta nella sua storia. A nulla è valso il pareggio siglato da Morata (in risposta alla rete di Rakitic in apertura). I blaugrana vengono fuori nel secondo tempo con Suarez e Neymar che regalano il trionfo alla squadra di Luis Enrique. 

Sul più bello i bianconeri vedono svanire il sogno triplete. Sconfitti, ma con grande dignità. Prestazione combattiva da parte degli uomini di Allegri. La squadra di Luis Enrique non ha giocato un calcio spettacolare ma ha fatto valere la sua superiorità tecnica. Successo insindacabile. Si dimostra all’altezza di una finale di Champions League, arbitrando con sicurezza e precisione. Non sbaglia negli episodi dubbi, gestisce bene il dialogo con i giocatori. 

All’Olympiastadion di Berlino è terminato il primo tempo tra Juventus e Barcellona con i blaugrana avanti per una rete a zero grazie al gol di Rakitic (voto 7,5). Il croato affonda il colpo vincente al terzo minuto sul cross dalla sinistra di Iniesta (voto 7): la sua zampata ravvicinata non lascia scampo a Buffon  (voto 7). I bianconeri provano a scuotersi all’ottavo con una conclusione di Vidal (voto 6) che si impenna sopra la traversa. Il Barcellona risponde con un tiro di Neymar (voto 6) che termina fuori non di molto. Al quattordicesimo Suarez (voto 6) appoggia per Dani Alves (voto 7) il cui tiro viene respinto da Buffon con il guantone sinistro. Poco dopo Pogba (voto 6,5) sfodera un assist perfetto per Tevez (voto 5,5) ma la difesa spagnola si salva in corner. Al ventiquattresimo ci prova Morata (voto 5) con un sinistro a giro dal limite ma la mira non è perfetta. Alla mezzora Neymar prova a sorprendere il numero uno dei bianconeri con una conclusione sulla sinistra dell’area ma l’azione sfuma in un nulla di fatto.Al trentaseiesimo c’è un contatto sospetto fra Jordi Alba e Pogba al limite dell’area ma l’arbitro lascia correre. Tre minuti dopo Suarez prova l’azione personale e punta l’angolo con un rasoterra che mette i brividi a Buffon. Allo scadere tentativo della Juve con una botta di Marchisio che Ter Stegen blocca centralmente.

La formazione bianconera ha avuto l’abilità di restare in partita dopo il gol dello svantaggio ma fatica troppo in fase offensiva. Compie almeno un paio di interventi decisivi. Bianconeri ancora a galla grazie alle sue parate. Troppo impreciso. Non è riuscito a giocarsi efficacemente le sue chances in attacco.

Blaugrana avanti con il minimo sforzo. Serve però maggiore cattiveria per chiudere la partita. Con grande freddezza e precisione affossa Buffon al terzo minuto portando avanti i suoi E’ molto attivo ma non è riuscito ad  imprimere grande precisione alle sue giocate (J.dA.)

JUVENTUS (4-3-1-2)

Buffon 7 Compie un autentico miracolo su Dani Alves e un almeno un altro paio di interventi importanti
Lichtsteiner 6,5: Cerca di tenere a bada Neymar, mette lo zampino nell’azione del momentaneo pareggio 
Barzagli 6: Nonostante una forma non eccezione offre una prestazione ordinata e precisa
Bonucci 6: Anche lui esce a testa alta da questa finale. Non facile vedersela con i fenomeni del Barcellona
Evra 6: Prestazione di grande sacrificio ed esperienza. Si rende utile come può-
Marchisio 7: Macina tanti chilometri e sfiora pure il gol con un missile da fuori area 
Pirlo 5,5: E’ sempre preciso con la palla tra i piedi ma non riesce a trovare la giocata vincente
Pogba 7: Gioca senza paura. Sfodera almeno un paio di giocate importanti per il reparto offensivo. 
Vidal 5: Poco lucido e troppo nervoso, non riesce ad entrare del tutto in gara (dal 79′) Pereyra s.v.
Morata 6,5 Pimpante e intraprendente in fase offensiva. Trova il gol del pareggio sulla respinta corta di Ter Stegen.
(dall’85’) Llorente s.v.
Tevez 5,5: Si impegna moltissimo ma non è apparso del tutto sereno. Ha giocato partite migliori.

All.Allegri 6,5 Può comunque essere orgoglioso dei suoi ragazzi che, a livello tattico, si sono fatti rispettare. 

BARCELLONA (4-3-3)

Ter Stegen 5,5: Vacilla sul tiro di Tevez, regalando la palla del pari a Morata con una respinta corta 
Dani Alves 6,5: Dietro fa il suo ma anche in ripartenza è pericolosissimo. Buffon gli nega la gioia del gol con un grande intervento. 
Piqué 6,5: Soffre la velocità di Morata e Tevez, ma amministra con ordine il reparto difensivo
Mascherano 5: Ad inizio gara commette diverse imprecisioni che potevano costare a caro prezzo
Jordi Alba 6: Ce la mette tutta, prestazione di grande sostanza e scarificio da parte di Alba
Rakitic 7: Realizza il gol del vantaggio blaugrana, si rende prezioso in tutte le varie fasi del gioco
(dal 91′) Mathieu s.v.
Sergio Busquets 7: Partita di grande quantià, si vede poco ma incide molto 
Iniesta 7,5: Sempre pericoloso con la palla al piede. Ispira Rakitic in occasione del primo gol, giocatore fondamentale per i blaugrana.(dal 77′) Xavi s.v.
Messi 7: Si vede soprattutto nel secondo tempo quando sfodera diverse giocate di pregiata fattura.
Suarez 7: Una costante spina nel fianco della difesa bianconera, trova l’importante rete del 2-1
(dal 95′) Pedro s.v.
Neymar 6: Qualche guizzo insidioso e poco altro. Poteva sicuramente fare di più.
All. Enrique 7,5 Prestazione autoritaria da parte dei suoi ragazzi, consapevoli fin da subito della propria forza

(Jacopo D’Antuono)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori