DIRETTA / Frosinone-Perugia (risultato finale 1-2) info streaming video e tv: successo esterno per gli umbri! (Serie B, oggi 1 ottobre 2016)

- La Redazione

Diretta Frosinone-Perugia: info streaming video e tv, probabili formazioni, quote, orario, risultato live della partita della settima giornata di Serie B di oggi 1 ottobre 2016.

frosinone_matusa_curva
Foto LaPresse

Tempo scaduto al Matusa, vittoria esterna del Perugia che batte in rimonta il Frosinone per 2 a 1, la formazione di Bucchi sale a 9 punti in classifica. All’87’ Bardi evita l’1-3 al Frosinone opponendosi al colpo di testa di Nicastro, l’estremo difensore locale con un gran colpo di reni si rifugia in corner tenendo ancora in partita la formazione di Marino. Al 90′ i padroni di casa battono un calcio di punizione con Dionisi, ma il suo tiro si infrange sulla barriera del Perugia. Anche qui, come a Benevento, il direttore di gara ha concesso cinque minuti di extra-time, proprio allo scadere Dionisi non trova la porta con una punizione dal limite, sarà questa l’ultima azione dell’incontro con il triplice fischio che sancisce il successo del club umbro, KO interno per il Frosinone che vede allontanarsi la zona alta della classifica. 

Quando mancano solamente cinque minuti al novantesimo, il Perugia è in vantaggio sul Frosinone per 2 a 1. Dopo un inizio di secondo tempo piuttosto sonnolento, la partita si ravviva col passare dei minuti. Al 72′ Di Carmine viene fermato dal fischio dell’arbitro che segnala un controllo del pallone col braccio da parte del numero 10 di Bucchi. Al 74′ la formazione di Marino batte un calcio di punizione con Soddimo, il pallone termina tra le braccia di Rosati che fa buona guardia. Al 76′ Dezi porta in vantaggio il Perugia firmando la rete del 2 a 1, cross di Di Chiara per Nicastro che viene fermato dal palo, arriva però il tap-in del numero 11 di Bucchi con gli ospiti che mettono la freccia e si portano avanti completando la rimonta. I ciociari, incitati dal loro pubblico, provano ad attaccare senza troppa convinzione. 

Al venticinquesimo minuto del secondo tempo Frosinone e Perugia rimangono sempre bloccate sull’1 a 1. I due tecnici in panchina, Marino e Bucchi, provano a sbloccare l’empasse che si è venuto a creare al Matusa effettuando i loro primi cambi, nelle fila del Frosione Paganini prende il posto di Churko, mentre per il Perugia Acampora rileva Brighi. Tuttavia in questa fase del match nessuna delle due squadre riesce a creare occasioni da gol, rispetto alla prima frazione di gioco i ritmi si sono abbassati e il match è diventato molto più soporifero, con i tifosi sugli spalti che contestano l’atteggiamento fin troppo passivo dei padroni di casa che hanno praticamente rinunciato a curare la fase offensiva. 

Al decimo minuto del secondo tempo, il punteggio di Frosinone-Perugia è sempre di 1-1. La prima frazione di gioco si è conclusa con il Perugia che batte un calcio di punizione con Bonaiuto il cui tiro si infrange sulla barriera avversaria. A inizio ripresa nessun cambio, Frosinone e Perugia tornano in campo con gli stessi undici, la prima azione di degna di nota viene registrata al 49′ con un calcio d’angolo battuto da Soddimo, la palla rimane nell’area piccola finché non interviene Del Prete che toglie le castagne dal puoco per la difesa ospite spazzando via la sfera. Al 55′ la formazione di Marino batte un calcio di punizione con Churko che serve Dionisi, il numero 18 ciociaro non riesce comunque ad avanzare palla al piede. 

Quando mancano appena cinque minuti all’intervallo, il punteggio di Frosinone-Perugia vede le due squadre sull’1-1. Nonostante lo svantaggio gli uomini di Bucchi non si perdono assolutamente d’animo, al 27′ ospiti pericolosi su calcio d’angolo, Volta stacca di testa colpendo il pallone che termina però ampiamente a lato della porta difesa da Bardi. Al 28′ il Perugia pareggia i conti con Di Carmine che al termine di una bella iniziativa si accentra e libera un destro imprendibile per Bardi, palla nell’angolino e 1 a 1. Reazione veemente dei padroni di casa che tronano immediatamente in avanti alla ricerca del nuovo vantaggio, al 32′ Pryima stacca di testa sul cross di Soddimo, conclusione favcilmente bloccata da Rosati. 

Frosinone-Perugia 1-0 al venticinquesimo minuto del primo tempo. Gli sforzi degli uomini di Marino cominciano a dare i loro frutti, al 14′ i padroni di casa battono un calcio di punizione con Soddimo che cerca la testa di Daniel Ciofani, la difesa del Perugia si rifugia in calcio d’angolo (già diversi corner battuti dalla squadra di Marino). Al 16′ altro tentativo per Nicastro, anche questa volta il suo sinistro non prende la porta. Al 18′ il Frosinone passa in vantaggio con il destro dalla distanza di Dionisi che trafigge Rosati e firma la rete dell’1 a 0 per la formazione ciociara. I padroni di casa non si accontentano del vantaggio e continuano ad attaccare cercando di trovare subito il gol del raddoppio per ipotecare al più presto la vittoria e i tre punti. 

Al decimo minuto del primo tempo, il punteggio di Frosinone-Perugia (partita valida per la 7^ giornata di Serie B 2016-2017) è fermo sullo 0-0. Prima azione offensiva appannaggio della formazione allenata da Pasquale Marino, con Churko che va alla conclusione senza trovare la porta difesa da Rosati. Al 7′ i padroni di casa conquistano il primo calcio d’angolo del match, ma poco prima gli ospiti hanno avuto un’occasione piuttosto importante con il cross di Dezi per Nicastro che stacca di testa senza trovare la porta, col pallone che si alza troppo e termina sopra la traversa. 

Sta per cominciare: sono già state annunciate le formazioni ufficiali delle due squadre che allo stadio Matusa saranno protagoniste di questa partita valida per la settima giornata di Serie B a partire dalle ore 15.00. Un match molto interessante tra due squadre che devono ancora capire quali potrebbero essere i loro orizzonti nel corso di questo campionato: il Frosinone è partito un po meglio e oggi potrebbe contare anche sul fattore campo, il Perugia però ha loccasione di dare la svolta ad un torneo iniziato in modo abbastanza anonimo. Le premesse sono certamente stuzzicanti, passiamo allora senza indugio a leggere quali sono state le scelte di formazione da parte dei due allenatori Pasquale Marino e Cristian Bucchi. FROSINONE: Bardi, Ciofani, Pryyma, Ariaudo, Mazzotta, Soddimo, Gori, Sammarco, Csurko, Ciofani, Dionisi. Allenatore: Pasquale Marino. PERUGIA: Rosati, Del Prete, Monaco, Volta, Di Chiara, Zebli, Brighi, Dezi, Nicastro, Di Carmine, Buonaiuto. Allenatore: Cristian Bucchi.

Primo incrocio per Pasquale Marino e Cristian Bucchi, che non si sono mai affrontati nelle rispettive carriere di allenatori. L’occasione per inaugurare una nuova pagina di precedenti è data dalla sfida Frosinone-Perugia, valida per la settima giornata del campionato di Serie B. Pasquale Marino ha però avuto modo di affrontare nel corso della sua carriera il Perugia, così come Cristian Bucchi ha già incontrato sul suo cammino il Frosinone. Sono quattro le partite che Pasquale Marino ha disputato contro il Perugia e il bilancio è in “parità”: 2 le sue vittorie, altrettante quelle del Perugia. E’, invece, uno solo il precedente tra Cristian Bucchi e il Frosinone e non è stato positivo, perché nel 2013, quando allenava il Gubbio, fu sconfitto 2 a 0 nel girone B del campionato di Lega Pro. Ora, però, siamo in Serie B, e c’è la chance di aggiornare le statistiche con un risultato positivo. La sfida è lanciata.

E Perugia si affronteranno per la settima giornata del campionato di Serie B, vediamo i precedenti tra le due formazioni. Ad oggi nelle ultime cinque partite Frosinone e Perugia si sono affrontate nel campionato di Serie B ed in quello di Lega Pro. I risultati hanno sorriso per due volte al Frosinone, per due volte al Perugia mentre una gara è terminata in pareggio. L’ultima volta che le due squadre si sono scontrate è stato nella stagione 2014/2015 di Serie B: all’andata la partita terminò 1-0 per il Frosinone grazie al gol di Dionisi e con Ciofani che ha anche sbagliato un rigore. Al ritorno sempre la vittoria del Frosinone per 2-1: le reti di Dionisi e Frara, Faraoni per il Perugia. Attualmente i padroni di casa si trovano al nono posto in classifica nel campionato cadetto con otto punti reduci dalla sconfitta con il Verona. Il Perugia si trova al quattordicesimo posto con sei punti. 

Scopriamo chi sono i migliori giocatori di Frosinone e Perugia per quanto riguarda le prime sei giornate del campionato di Serie B. E’ la classifica IGV, Indice di Valutazione Generale, a indicarci i calciatori che si sono messi più in evidenza finora, raggruppandoli in classifica ma per ruolo. Nella classifica dei portieri non c’è l’estremo difensore del Frosinone, né quello del Perugia. E lo stesso possiamo dire per la squadra ciociara per quanto riguarda la classifica dei difensori. Il Perugia, invece, ha Marco Chiosa e Nicola Belmonte, rispettivamente al decimo posto con 19.7 punti e all’undicesimo posto con 19.6 punti. Dobbiamo spostarci sulla classifica IGV relativa ai centrocampisti per trovare finalmente giocatori del Frosinone: Mirko Gori è decimo con 19.9 punti e Robert Gucher è tredicesimo con 19.7 punti. Il Perugia, però, può vantare il primato di Stefano Guberti, che svetta con il punteggio 21.9. Nessun attaccante del Frosinone è riuscito ad entrare nella classifica IGV per la loro categoria, mentre Francesco Nicastro del Perugia è terzo con 22.3 punti.

Sarà diretta dallarbitro Abbattista, che in questa occasione sarà assistito da Santoro e Rossi, mentre il quarto uomo è Serra. Frosinone-Perugia match valido per la settima giornata di Serie B è in programma per oggi 1 ottobre 2016 alle ore 15 presso lo stadio Matusa, casa della formazione laziale. La partita Frosinone-Perugia di questo pomeriggio sarà un crocevia già importantissimo per gli allenatori delle due squadre, reduci entrambi da un momento particolarmente difficile. Nelle prime sei partite del campionato di Serie B, i ciociari non sono riusciti a tenere fede alle aspettative: appena retrocessi dalla Serie A, i gialloazzurri speravano di poter tentare immediatamente una nuova scalata alla massima serie, avendo mantenuto l’intelaiatura di squadra di base rispetto alle ultime due stagione.

Soprattutto in attacco e a centrocampo: ma sembrano essere stati proprio i cambiamenti in difesa a creare i maggiori grattacapi al nuovo tecnico dei ciociari, Pasquale Marino, mentre contemporaneamente il reparto offensivo fa fatica. Nelle ultime tre partite il Frosinone non è riuscito a segnare neanche un gol, e l’ultimo ko sul campo dell’Hellas Verona (pur con due rigori a favore degli scaligeri) per il momento ha staccato la squadra di Marino dal treno di testa. Otto punti finora in sei partite per i ciociari, a due lunghezze di distanza insegue il Perugia di Bucchi che a discapito di un gioco a tratti sicuramente convincente, non è riuscito finora a raccogliere i risultati sperati.

La posizione del tecnico era diventata particolarmente scomoda, poi è arrivata la vittoria casalinga di misura contro la Spal, con la rete di Nicastro a sette minuti dal novantesimo, che ha cambiato le carte in tavola e ha permesso agli umbri di tirare un sospiro di sollievo e veder migliorare sensibilmente una classifica difficile. Di sicuro un passo falso in questa partita potrebbe comunque mettere in grande difficoltà i due allenatori. 

Allo stadio Matusa di Frosinone si troveranno di fronte le seguenti probabili formazioni. Padroni di casa in campo con Bardi come estremo difensore, Matteo Ciofani in posizione di terzino destro e Crivello in posizione di terzino sinistro, mentre l’ucraino Pryma e Ariaudo saranno i difensori centrali. A centrocampo al fianco di Mirko Gori ci saranno il tedesco Kragl e Sammarco, mentre nel tridente offensivo ci sarà di nuovo spazio per Paganini (lasciato in panchina a Verona in luogo di Soddimo) assieme a Daniel Ciofani e a Dionisi.

Risponderà il Perugia con il portiere Rosati alle spalle di una difesa a tre composta da Monaco, Volta e Belmonte. Di Chiara sarà l’esterno Mancino di centrocampo con Del Prete impiegato sulla corsia opposta, mentre la zona centrale della linea mediana sarà occupata dall’ivoriano Zebli, da Dezi e da Brighi. In avanti, potrebbe esserci una chance da titolare per il match winner della partita contro la Spal, Nicastro, affiancato a Rolando Bianchi nel tandem offensivo.

Pasquale Marino insisterà sul 4-3-3 che finora però non ha regalato le soddisfazioni sperate in attacco. E’ soprattutto il bomber Daniel Ciofani ad aver evidenziato difficoltà nelle ultime partite, ma tutto il reparto offensivo dei ciociari è comunque fermo alla doppietta realizzata da Dionisi nel derby contro il Latina. Il 3-5-2 di Bucchi nel Perugia non ha prodotto comunque molto di più in fase offensiva, con gli umbri a cinque gol realizzati in sei partite disputate, contro i quattro dei ciociari.

Servirà un’altra spinta per riuscire a proporsi ai piani alti della classifica. Il secondo posto attualmente occupato dal Verona dista al momento cinque punti per il Frosinone e sette per il Perugia. Troppo per pensare al momento a qualcosa di più del raggiungimento dei play off come obiettivo stagionale. C’è da sottolineare come la sconfitta di Chiavari abbia comunque dato una scossa al Perugia, ma anche contro la Spal solo un guizzo nel finale ha impedito l’ennesimo match a reti bianche.

Il Frosinone non sta dunque di certo attraversando un momento brillante, ma per i ciociari i migliori risultati sono finora sempre arrivati tra le mura amiche del Matusa. I bookmaker ne tengono conto con vittoria gialloazzurra quotata 2.15 da William Hill, mentre Bwin propone a 3.20 la quota del pareggio e Bet365 offre a una quota di 3.80 la vittoria esterna degli umbri.

La partita Frosinone-Perugia sarà come al solito visibile in diretta solo sulla piattaforma satellitare Sky, che si è assicurata i diritti esclusivi per tutto il campionato di Serie B: il match sarà dunque disponibile in diretta tv solo per gli abbonati al servizio al canale SkyCalcio 2 HD, presenta al numero 252 del telecomando Sky. Il singolo evento sarà inoltre acquistabile tramite il codice 496533: Frosinone-Perugia sarà visibile anche in diretta streaming video attraverso lapplicazione SkyGo, disponibile per Pc, tablet e smartphone, ma riservata ai soli abbonati alla tv satellitare. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori