PAGELLE/ Pescara-Chievo (0-2): Fantacalcio, i voti della partita (Serie A 2016-2017 7^ giornata)

- La Redazione

Pagelle Pescara-Chievo: Fantacalcio, i voti della partita di Serie A 2016-2017 valida per la 7^ giornata. I protagonisti, i migliori e i peggiori: tutti i giudizi

oddo_pescara_riscaldamento
LaPresse - immagine di repertorio

Il Chievo vince per 0-2 a Pescara e si porta provvisoriamente al terzo in posto in classifica dietro Juve e Napoli. La squadra di Maran ha sfruttato nel finale due contropiedi che le hanno permesso di blindare 3 punti preziosi e meritati. Marcatori dellincontro Meggiorini e Inglese. Il Pescara resta nelle zone basse della classifica con 5 punti dopo 7 giornate. Nel prossimo incontro il Chievo testerà le sue ambizioni di alta classifica in casa contro il Milan mentre il Pescara cercherà il riscatto in casa contro la Sampdoria. VOTO PESCARA: 5 La squadra di Oddo soffre nei primi minuti la forza propulsiva del Chievo. Con il passare del tempo si riprende ma dà sempre limpressione di fare il gioco degli avversari. Nel finale tanta stanchezza e troppi errori condannano i delfini alla sconfitta. VOTO CHIEVO: 7 Raramente gli uomini di Maran sbagliano la partita e fin dallavvio se ne trova conferma. Squadra organizzata e grintosa. Il risultato rimane in equilibrio ma gli ospiti restano in agguato pronti a sfruttare gli errori dei padroni di casa, che con il passare del tempo aumentano a vista docchio. VOTO SIGN. MANGANIELLO (ARBITRO): 7,5 Arbitra molto bene. Non sbaglia praticamente nulla e mostra autorità in campo.

Ecco le nostre pagelle di Pescara-Chievo al termine della prima frazione di gioco, con i voti dei giocatori che si sono messi maggiormente in mostra nei primi 45 minuti, primo tempo che si è chiuso sul parziale di 0-0. Oddo schiera i suoi con il 4-3-1-2. Tra i pali Bizzarri, fronte a lui Crescenzi, Campagnaro, Fornasier e Biraghi. A centrocampo Brugman, Memushaj e Verre mentre tra le linee Benali pronto a innescare la coppia dattacco formata da Manaj e Caprari. Il Chievo risponde con un modulo speculare. Sorrentino protetto dalla retroguardia composta da destra verso sinistra da Frey, Dainelli, Spolli e Gobbi. A centrocampo Castro, Radovanovic ed Hetemaj, tra le linee Valter Birsa a supporto di Floro Flores e Inglese. Arbitra lincontro il signor Manganiello della sezione di Pinerolo. Gli ospiti partono forte mettendo subito in difficoltà gli avversari. Il Chievo pressa alto prendendosi subito il centrocampo. Il Pescara ne risente mostrando parecchia imprecisione anche in fase di possesso. Spolli va vicinissimo al gol nei primi minuti con due colpi di testa da calcio dangolo. In entrambi i casi la marcatura a zona proposta da Oddo lascia perplessi. I tentativi aerei risultano però imprecisi. Poco dopo il Chievo ci prova in contropiede. Castro viene lanciato nelluno contro uno da Birsa ma sbaglia. Lex Catania tira debolmente perdendo lequilibrio. Il Pescara si riaccende grazie allasse Verre-Manaj. Lancio in area per lattaccante che lascia rimbalzare palla e carica il destro. Sorrentino si allunga e devia in angolo. Intervento decisivo così come quello di Frey poco dopo sempre su Manaj. Memushaj penetra invece dalla sinistra. Il tiro-cross che segue per poco non trova la deviazione in gol di Manaj. Al 25esimo ecco il primo ammonito del match: Nicolas Frey. Nella parte finale del primo tempo il Pescara non riesce ppiù a macinare gioco rimanendo in balia degli avversari. Verre perde palla sulla sua trequarti e Birsa subito serve Inglese, abile a ritagliarsi lo spazio per il tiro ma non altrettanto nel trovare lo specchio; esterno della rete. Altra chance in contropiede per il Chievo a due minuti dallintervallo. In questa circostanza Floro Flores si fa ingolosire tentando un tiro murato. Birsa era liberissimo sulla sua destra. Termina a reti inviolate il primo tempo.

MIGLIORE IN CAMPO PESCARA: MANAJ 6,5 – PEGGIORE IN CAMPO PESCARA: FORNASIER 5 – MIGLIORE IN CAMPO CHIEVO: BIRSA 6,5 – PEGGIORE IN CAMPO CHIEVO: GOBBI 5,5

(Francesco Davide Zaza twitter@francescodzaza)

BIZZARRI 6 Abbandonato al suo destino in occasione dei gol subito. Per il resto bene.

CRESCENZI 5,5 Sbaglia troppo nel finale. Una sua grave indecisione permette al Chievo di portare a termine il contropiede dello 0-2.

CAMPAGNARO 6 Tiene a galla il reparto. Mostrando maggior esperienza di tutti.

FORNASIER 5 Mostra troppa indecisione, perdendo l’attimo per chiudere.

BIRAGHI 5 Si propone bene ma compie troppi errori dietro. Un suo movimento errato libera al tiro Meggiorini.

BRUGMAN 4,5 Perde tanti palloni. Impreciso e confuso. (dal 39’ s.t. MURIC s.v.)

MEMUSHAJ 6 Si inserisce bene riuscendo a provocare diversi pericoli nei suoi movimenti senza palla.

VERRE 5,5 Parte bene trovando diverse idee interessanti. Nel secondo tempo soffre l’andamento del match sbagliando eccessivamente.

BENALI 6 Ci prova con un paio di soluzioni. Fa il suo. (dal 30’ s.t. CRISTANTE s.v.)

MANAJ 6 Finchè c’è lui in campo i difensori del Chievo devono sudare per contenerlo. Esce per infortunio. (dal 23’ s.t. MITRITA 5 Non riesce a combinare nulla.)

CAPRARI 5,5 Si muove molto ma legge male diverse situazioni.

ALL. ODDO 5 Pecca di inesperienza rischiando il tutto per tutto dopo il gol subito e venendo subito punito.

SORRENTINO 6,5 Nel primo tempo si allunga salvando lo 0-0 su una conclusione potente di Manaj. Per il resto ordinaria amministrazione.

FREY 6,5 Nel primo tempo salva la porta con due anticipi provvidenziali su Manaj.

DAINELLI 7 Governa con autorità l’area. Tante chiusura, attenzione costante.

SPOLLI 6,5 Sfiora il gol in due occasioni. Bravo nelle chiusure aeree.

GOBBI 6 Dopo un primo tempo difficile si ritrova non sbagliando più nulla.

CASTRO 7 Spina nel fianco della retroguardia avversaria fino alla fine. Trova l’assist che chiude il match.

RADOVANOVIC 6,5 Resta vigile fino alla fine mostrando una certa lucidità.

HETEMAJ 6,5 Corre molto contribuendo a tenere alto il baricentro.

BIRSA 6,5 Accompagna le azioni rifinendo sempre al meglio. Pregevole l’assist che manda in porta Meggiorini. (dal 36’ s.t. N. RIGONI s.v.)

FLORO FLORES 5,5 Si addossa troppe responsabilità risultando egoista e poco incline al gioco di squadra. (dal 18’ s.t. MEGGIORINI 7 Il suo ingresso rivitalizza la manovra. Movimenti a compasso che fanno venire a galla tutti i limiti della difesa avversaria. Non fallisce l’appuntamento con il gol.)

INGLESE 6,5 Corre molto aprendo costantemente la difesa. Sfrutta nel migliore dei modi l’occasione giusta per trovare il primo gol stagionale. (dal 46’ s.t. PARIGINI s.v.)

ALL. MARAN 7 La squadra inizia bene ridimensionando subito l’avversario. Nel corso del match è la perfezione nei dettagli a fare la differenza. Nel finale si raccoglie quanto seminato.

(Francesco Davide Zaza – twitter@francescodzaza)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori