DIRETTA / Pescara-Chievo (risultato finale 0-2) info streaming video e tv: Inglese! Il Chievo espugna l’Adriatico (Serie A 2016, oggi 1 ottobre)

- La Redazione

Diretta Pescara-Chievo info streaming video e tv, probabili formazioni, orario e risultato live della partita di Serie A per la 7^ giornata (oggi sabato 1 ottobre 2016)

SassuoloPescara_Coppa
Foto LaPresse

Dopo il vantaggio Maran cerca maggior copertura a centrocampo. Birsa viene sostituito da Nicola Rigoni e Hetemaj va occupare la posizione di trequartista. Oddo tenta invece il tutto per tutto mandando in campo Muric per Brugman e passando al 4-2-4. Scelta che lo condannerà praticamente subito. Da calcio d’angolo il Chievo imposta un contropiede letale. Castro lancia lungo Inglese che nell’uno contro uno batte Bizzarri con un tiro preciso. Prezioso in questa occasione il recupero palla di Meggiorini su Caprari. Nei minuti finali il Pescara fa possesso cercando il gol che potrebbe riaprire il match ma la stanchezza è troppa per provarci sul serio. Nel frattempo fa il suo ingresso in campo anche Parigini, entrato al posto di Inglese. Nei minuti di recupero i padroni di casa trovano il gol con Campagnaro ma l’arbitro giustamente annulla. Sul calcio di punizione di Caprari, l’ex difensore dell’Inter è in posizione di fuorigioco. Vince il Chievo che si porta momentaneamente al terzo posto in classifica.

Al 56esimo arriva il primo ammonito tra le fila del Pescara. Brugman viene punito per un fallo a centrocampo. Crescenzi suona la carica con un destro in corsa. La palla termina ampiamente fuori. Poco dopo Biraghi si sovrappone sulla sinistra ottenendo il fondo. Cross basso e teso. Sorrentino chiude. Maran vuole maggior movimento là davanti ed effettua una sostituzione. Esce Floro Flores, entra Meggiorini. Anche Oddo è obbligato al primo cambio. Manaj subisce un infortunio alla caviglia e il tecnico lo sostituisce con Mitrita. Poco dopo entra anche Cristante prendendo il posto di Benali. Al 75esimo ecco il gol che sblocca il match. Memushaj perde palla e gli ospiti in un batter d’occhio si proiettano in area. Birsa con un lob libera Meggiorini in area. Dribbling su Bizzarri e a porta vuota insacca realizzando il primo gol stagionale di un attaccante per il Chievo. Qualche minuto dopo cartellino giallo per Dainelli.

Di nuovo in campo Pescara e Chievo per l’inizio del secondo tempo. Nessuna sostituzione. Una sfuriata di Caprari mette subito in difficoltà Spolli che commette fallo, trovando il cartellino giallo. Sul calcio di punizione che segue Memushaj trova Fornasier che di testa appoggia per Benali. Stop di petto e tiro. La palla termina alta. Brugman poco dopo perde palla nella sua trequarti ma il Chievo non riesce ad approfittarne. Il Pescara fa possesso coinvolgendo anche Bizzarri. Un suo rinvio errato apre però un’azione del Chievo. Inglese prima di tentare il tiro è però chiuso da Campagnaro. Prima fase piuttosto equilibrata. Il Chievo mostra maggior concretezza a centrocampo mentre il Pescara è spesso costretto al lancio lungo verso Manaj. Intanto Oddo manda a scaldarsi Cristante e Aquilani. Poco dopo Caprari viene trovato in area da Memushaj. L’ex Roma non riesce a trovare il passaggio in area.

Termina a reti inviolate il primo tempo all’Adriatico. Pescara e Chievo ferme sullo 0-0. Alla mezzora il Chievo ci riprova da calcio d’angolo. Per la prima volta oggi, Birsa non trova la testa di un compagno ma i guanti di Bizzarri. Il Pescara respinge la minaccia. I padroni di casa non riescono a far girar palla e il Chievo torna a fare possesso. Verre sbaglia un disimpegno nella sua trequarti regalando palla a Birsa. Tocco per Inglese che si ritaglia lo spazio per il tiro e conclude. Esterno della rete. Un’altra rapida ripartenza crea grattacapi alla difesa del Pescara. Floro Flores riceve al limite ma l’attaccante si fa murare la conclusione. Birsa si arrabbia molto per non aver ricevuto palla. In effetti l’ex Milan era liberissimo alla sua destra. Nel finale di tempo chance per il Pescara da corner. Verre trova una pregevole sponda di testa per Biraghi. Frey lo anticipa salvando Sorrentino.

0-0 alla mezzora tra Pescara e Chievo. L’inizio del Chievo soprende il Pescara. Dopo i due colpi di testa da angolo di Spolli gli ospiti sfiorano il gol in contropiede. Un rapido capovolgimento di fronte proietta Birsa e Castro nel 2 contro 1. Palla per l’ex Catania che dal cuore dell’area conclude debolmente perdendo l’equilibrio. Bizzarri riesce a bloccare. Il Pescara si riprende riuscendo ad alzarsi. Verre chiama in area Manaj. L’ex Inter fa rimbalzare palla in area e carica il destro. Sorrentino si allunga deviando in angolo. Poco dopo Caprari trova un varco mandando all’uno contro uno Manaj. Frey rinviene e salva tutto. Al 21esimo Memushaj penetra in area dalla sinistra eludendo l’opposizione di due avversari. Tiro-cross alto, Manaj si catapulta ma non riesce a correggere in rete. Il primo cartellino giallo del match arriva al 24esimo. Nicolas Frey viene punito per un fallo a centrocampo.

Oddo schiera i suoi con il 4-3-1-2. Tra i pali Bizzarri, fronte a lui Crescenzi, Campagnaro, Fornasier e Biraghi. A centrocampo Brugman, Memushaj e Verre mentre tra le linee Benali pronto a innescare la coppia dattacco formata da Manaj e Caprari. Il Chievo risponde con un modulo speculare. Sorrentino protetto dalla retroguardia composta da destra verso sinistra da Frey, Dainelli, Spolli e Gobbi. A centrocampo Castro, Radovanovic ed Hetemaj, tra le linee Valter Birsa a supporto di Floro Flores e Inglese. Arbitra lincontro il signor Manganiello della sezione di Pinerolo. Inizio aggressivo del Chievo, il Pescara si fa sorprendere. Castro si inserisce bene e da posizione angolata spaventa Bizzarri. Poco dopo Birsa pennella dalla bandierina, la difesa del Pescara marca a zona e Spolli sbuca di testa sfiorando la rete. Il Pescara prova a fare possesso ma la pressione del Chievo porta a commettere troppi errori. All’ottavo Spolli ancora di testa da angolo sfiora il gol. Marcature del Pescara su calcio piazzato da rivedere.

Pescara-Chievo sta per cominciare: andiamo allora a vedere quali sono le formazioni ufficiali scelte dai due allenatori Massimo Oddo e Rolando Maran in vista dellanticipo che allo stadio Adriatico-Giovanni Cornacchia apre il programma della settima giornata di Serie A. Partita stuzzicante per il Chievo, perché in caso di vittoria i gialloblù veronesi occuperebbero almeno fino a domani il terzo posto da soli, evidenziando una prima parte di stagione davvero positiva per il Chievo. Dallaltra parte però cè un Pescara che ha più bisogno di fare punti pesanti: la neopromossa abruzzese non ha ancora ottenuto vittorie sul campo – al di là del caso Sassuolo – nelle prime sei giornate e questa è una delle partite da provare a vincere sulla lunga strada verso la salvezza. Eccovi dunque quali sono i titolari ai quali si affideranno i due allenatori: la parola al campo! PESCARA (4-3-2-1): Bizzarri; Crescenzi, Fornasier, Campagnaro, Biraghi; Brugman, Verre, Memushaj; Benali, Caprari; Manaj. Allenatore: Massimo Oddo. CHIEVO (4-3-1-2): Sorrentino; Frey, Dainelli, Spolli, Gobbi; Castro, Radovanovic, Hetemaj; Birsa; Inglese, Floro Flores. Allenatore: Rolando Maran.

Si annuncia come una partita aperta a ogni risultato, lideale dunque per aprire una nuova giornata di Serie A. Per questo match le quote delle scommesse sono tutte racchiuse a poca distanza, a ulteriore conferma dellequilibrio che ci si attende. Facendo una panoramica sulle opinioni delle agenzie di scommesse, possiamo partire dalla quotazione Snai per la vittoria dei locali di Massimo Oddo, che viene data a 2,65, mentre il successo degli uomini di Rolando Maran sale a 2,70, mentre la quota più alta è stata riservata al pareggio, fissata a 3,25. Per quanto riguarda le altre tipologie di scommesse, si può giocare lunder (che prevede massimo due gol segnati nel corso della partita), a 1,65, oppure lover (almeno tre reti realizzate fra le due squadre), quotato 2,10.

Apre la settima giornata del campionato di Serie A. Diamo uno sguardo alle statistiche relative a questo avvio di stagione delle formazioni che andranno in campo allAdriatico. Regna l’equilibrio tra le due squadre per quanto riguarda la pericolosità offensiva: 7 i gol messi a segno finora da Pescara e Chievo, ma la squadra abruzzese ha tirato più volte in porta (56 contro 44) e con più precisione rispetto alla squadra clivense (29 tiri in porta contro 21). Il Chievo Verona, però, ha fatto registrare più assist (13 contro 10), anche se il Pescara è in vantaggio quanto a quelli vincenti (4 contro 2). Lieve differenza tra le due compagini per quanto riguarda i cross utili – 34 quelli del Chievo, 30 invece quelli del Pescara – e le parate, visto che il portiere biancazzurro ne ha fatte 21 contro le 19 dell’estremo difensore gialloblù. Il Chievo, però, è la squadra che finora ha macinato più chilometri: è al primo posto, infatti, con 109,433km, mentre il Pescara è al decimo con 105,956.

Sarà diretta dall’arbitro Gianluca Manganiello per aprire la giornata di Serie A. Il direttore di gara, dunque, farà il suo debutto stagionale nella massima serie, visto che ha arbitrato finora tre partite di Serie B e in Coppa Italia. In questa stagione, infatti, ha esordito con Spezia-Modena nel secondo turno di Coppa Italia: la partita è terminata 1-0 con sette ammonizioni. Per quanto riguarda, invece, la Serie B, si è occupato di Carpi-Frosione alla quarta giornata, sfida conclusasi 0-0 con cinque ammonizioni, le stesse di Spezia-Novara alla sesta giornata, match terminato 1-0. Il 27 settembre, invece, Gianluca Manganiello ha diretto il recupero della sfida Ascoli-Cesena della seconda giornata, terminata 0-0 con sei ammonizioni. Per la direzione della partita Pescara-Chievo avrà come assistenti Pegorin e Di Vuolo, Di Liberatore sarà il quarto uomo, mentre Doveri e Ros saranno gli addizionali.

Dall’arbitro Gianluca Manganiello, si gioca oggi sabato 1 ottobre 2016 alle ore 18.00 e sarà una sfida valida per la settima giornata del campionato di Serie A 2016-2017. Il match in programma allo stadio Adriatico vede opposti il Pescara di Massimo Oddo ed il Chievo di Rolando Maran. La formazione abruzzese, che si trova a sei punti, insieme ad Atalanta e Sampdoria, uno in più della zona retrocessione, domenica scorsa ha avuto una grande occasione per ottenere la prima vittoria “sul campo” a Marassi contro un Genoa ridotto in nove uomini per le espulsioni, ma ha portato a casa solo un punto, mostrando comunque dei miglioramenti rispetto ai turni precedenti 

Anche il Chievo, che di punti in classifica che ha 10, ed è nel gruppone delle quarte in classifica, arriva da una gara negativa, quella persa al San Paolo contro il Napoli, nella quale Maran non è riuscito ad avere dai suoi la solita prestazione. La formazione clivense sta comunque disputando unottimo campionato e scende a Pescara per riprendere il suo cammino, che prima della sconfitta al San Paolo vedeva quattro risultati utili consecutivi.

La gara dellAdriatico dovrebbe avere un buon “appeal” per il pubblico, sia dello stadio che televisivo, in quanto sia la squadra di casa che gli ospiti cercano di mettere in campo un calcio che bada più alla costruzione che a distruggere, con la ricerca di ritmi molto alti e del pressing. Una partita che dovrebbe assicurare un buon spettacolo.

In settimana il giudice sportivo ha squalificato per due giornate Zampano, per il fallo di mano che in gara non era stato giudicato dallarbitro come possibile rigore, e la società abruzzese ha annunciato il ricorso durgenza. Tra le due formazioni questa è solo la terza gara che si gioca nella massima serie, con il Chievo che nella stagione 2012-2013 seppe assicurarsi la vittoria in entrambe le gare e con lo stesso punteggio di 20. La squadra di casa deve fare attenzione soprattutto alla continuità nel corso della gara, in quanto il Pescara è la formazione che ha subito più di tutte in serie A nel secondo tempo, con 9 delle 10 reti subite che sono arrivate dopo lintervallo.

Per quanto riguarda le probabili formazioni di Pescara-Chievo che dovrebbero scendere in campo ad inizio gara, per Massimo Oddo ci sono molti problemi di infortuni, come ad esempio quelli di Pepe e Bahebeck, che sono entrambi alle prese con acciacchi muscolari, ed anche di squalifiche con Zampano. Nella formazione biancazzurra dovrebbe rientrare Verre dal primo minuto, mentre anche Manaj sta scalpitando per un posto da titolare. Perr la sostituzione di Zampano è in pole position Crescenzi, mentre a centrocampo si giocano il posto disponibile Cristante ed Aquilani, con il primo leggermente favorito.

La linea a quattro della difesa pescarese sarà completata da Biraghi, che giocherà sulla fascia opposta a quella di Crescenzi e da Fornasier e Campagnaro come coppia centrale. Brugman e Memushaj sono gli altri due centrocampisti, mentre a Verre e Benali spetta il compito di lanciare il centravanti Caprari, oltre che di affiancarlo in fase offensiva.

Per quanto riguarda il Chievo, Maran ha pochi dubbi, con il principale che riguarda la difesa con il ballottaggio tra Gamberini e Dainelli, con maggiori chances di scendere in campo per il primo. Nel suo 4-3-1-2, il tecnico clivense schiera oltre a Gamberini in difesa Gobbi e Cacciatore sulle fasce, mette Castro insieme a Hetemaj e Radovanovic nella linea di centrocampo, e Birsa a fornire palloni a Inglese e Meggiorini, ormai coppia dattacco fissa della formazione gialloblù.

Pescara-Chievo, sabato 1 ottobre 2016 alle ore 18.00, sarà trasmessa in diretta tv esclusivamente per gli abbonati Sky, per la precisione sui canali Sky Supercalcio (numero 206) e Sky Calcio 1 (251) della pay tv satellitare, oppure in diretta streaming video sul sito skygo.sky.it.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori