RISULTATI LEGA PRO/ Classifica aggiornata e livescore in diretta i gironi: in due senza vittorie (8^ giornata, 10 ottobre 2016)

- La Redazione

Risultati Lega Pro, 8^ giornata: classifica aggiornata e livescore in diretta dei gironi A, B e C. Si gioca come sempre su due giorni, stiamo entrando sempre più nel vivo dei tre tornei

propiacenza_alessandria
(LaPresse)

Nel campionato di Lega Pro 2016-2017 si sono giocate fino a qui otto giornate: guardando i risultati, le squadre che non hanno ancora vinto una partita sono rimaste soltanto due, perchè domenica nel girone C il Siracusa, battendo in rimonta il Matera, ha tolto lo zero dalla casella delle vittorie e ha anche migliorato la sua classifica, lasciando Catania e Melfi in fondo allo schieramento. Nel girone A invece non ha ancora vinto il Prato: i toscani lo scorso anno si erano salvati vincendo il playout contro la Lupa Roma e in questa stagione sono partiti malissimo, al momento hanno il peggior attacco (5 gol) e la peggior difesa del girone (16 gol incassati, come la Racing Roma) e hanno collezionato appena due pareggi, alla prima giornata contro il Tuttocuoio (2-2 in casa) e alla terza contro la Pistoiese, sempre in casa e con identico punteggio, dunque cè una striscia di cinque sconfitte consecutive nella quale peraltro il Prato ha segnato un solo gol (in casa contro la Robur Siena). Nel girone B è senza vittorie il Forlì: numeri molto simili a quelli del Prato per una squadra che, senza il ripescaggio, giocherebbe ancora in Serie D. I gol realizzati sono 3, il peggior attacco di tutta la Lega Pro, quelli subiti sono 15 (per distacco la peggior difesa del girone). Anche i romagnoli hanno centrato due pareggi: il primo punto è arrivato alla quarta giornata con un 2-2 casalingo contro lAlbinoLeffe, poi 1-1 alla quinta sul campo del Sudtirol. Soltanto in queste due partite il Forlì è riuscito a segnare; resiste però la panchina di Massimo Gadda (ma in settimana potrebbero arrivare novità) mentre a Prato dopo sei giornate è stato esonerato Leonardo Acori, sostituito da Roberto Malotti che per ora non ha invertito la tendenza. 

Nei risultati di Lega Pro per lottava giornata spicca ovviamente il 4-1 con cui lAlessandria ha demolito il Tuttocuoio, confermando i suoi 4 punti di vantaggio sulla Viterbese e minacciando di uccidere il campionato dopo poche settimane. Il girone A ha una squadra che si eleva sulle altre, non solo quest’anno (Pordenone e Gubbio hanno 16 punti, la coppia Lecce-Foggia ne ha 20): era stato così anche lo scorso anno, ma il rendimento del Cittadella capolista era stato inferiore a quello attuale dei piemontesi. La formazione allenata da Roberto Venturato, che avrebbe poi chiuso con primo posto e promozione diretta, aveva pareggiato due volte e perso sul campo dellAlbinoLeffe nelle prime otto giornate; aveva dunque 17 punti, cinque in meno di quelli che lAlessandria di Piero Braglia ha centrato fino a qui. Anche negli altri gironi del resto il passo era stato più lento: nel girone B la Spal aveva sì vinto le prime cinque giornate, ma poi aveva pareggiato per due turni consecutivi e, quando era tornata a vincere allottava giornata, aveva raggiunto i 20 punti in classifica. Nel girone C era primo il Messina di Arturo Di Napoli: i siciliani erano partiti addirittura con tre pareggi consecutivi e alla quinta giornata avevano pareggiato a Pagani. Dopo otto turni avevano quindi 18 punti; lAlessandria viaggia a ritmo record, considerando soprattutto i 15 gol realizzati e gli appena 4 subiti.

Manca ancora una partita per chiudere lottava giornata di Lega Pro, ma facciamo un passo avanti verso i risultati che ci attendono la prossima settimana. Nel girone B si giocherà una partita interessantissima: quella tra il Pordenone e il Santarcangelo, di scena allo stadio Ottavio Bottecchia. Due squadre che sono separate da 3 punti in classifica in un girone davvero complicato, nel quale si viaggia a una media punti inferiore rispetto agli altri due ma che proprio per questo vede tante realtà che si possono giocare la prima posizione. Nel girone B non è ancora stata individuata una squadra in grado di fare il passo, come la Spal era lo scorso anno o come Alessandria e la coppia Lecce-Foggia stanno facendo in questa stagione: Pordenone e Gubbio hanno già lasciato 8 punti per strada, che non sono pochi perchè rappresentano un terzo del possibile fatturato totale. I friulani, rivelazione dello scorso anno, si stanno confermando alla grande ma hanno già perso in casa contro il Parma (vincevano 2-0) e, giusto ieri, sul campo del Bassano che sta risalendo la corrente; riguardo il Santarcangelo, sicuramente la squadra guidata da Michele Marcolini non pensava a uninizio di stagione simile ma soprattutto grazie alla difesa (6 gol incassati) si è spinto fino ai primi posti della classifica anche se il pareggio di Reggio Emilia nel recupero della quarta giornata gli ha impedito di fare un ulteriore passo avanti. In coda invece attenzione a Fano-Ancona: la penultima della classe (5 punti) sfida i dorici che si stanno riprendendo dopo un pessimo avvio, una vittoria risucchierebbe nuovamente gli ospiti nelle zone calde.

Lottava giornata di Lega Pro 2016-2017 si chiude questa sera, ma intanto possiamo già dare uno sguardo generale alla situazione di classifica dei tre gironi. Spicca in particolare lottimo rendimento delle squadre neopromosse: sicuramente le super potenze del campionato, quelle che ci aspettavamo in vetta alle classifiche, si stanno confermando ma alle loro spalle cè una serie di squadre che nelle prime giornate hanno fatto benissimo in maniera inaspettata. Nel girone A e nel girone B ci sono due neopromosse nei primissimi posti: la Viterbese, seconda nel girone A a 4 lunghezze dallAlessandria, ha centrato 18 punti ed è una delle poche squadre che non hanno ancora perso (5 vittorie e 3 pareggi), soprattutto ha subito un solo gol in questo campionato e dunque, ad eccezione del Sicula Leonzio in Serie D, è la difesza meno battuta dItalia con una striscia aperta di cinque partite consecutive senza incassare (ha subito gol soltanto dalla Racing Roma). Nel girone B sono 16 i punti del Gubbio: i toscani hanno già perso due volte ma hanno vinto 5 partite e sono in testa a braccetto con il Pordenone, avendo segnato la metà dei gol rispetto ai friulani ma subendone molti meno (6 reti incassate9). Le neopromosse fanno più fatica nel girone C: la prima che troviamo in classifica è il Taranto che si trova in ottava posizione con 9 punti, tecnicamente ci sarebbe anche il Fondi che però ha un punto di penalizzazione e dunque è appena più sotto in compagnia della Virtus Francavilla. Se non altro per le neopromosse del girone C è stata una giornata importante: la Virtus Francavilla ha demolito la Casertana, il Siracusa ha vinto in rimonta contro il Matera  la prima partita della stagione mentre la Vibonese ha fermato il Lecce capolista rimontando per due volte.

Manca ancora una partita per completare il quadro dei risultati dell’ottava giornata di Lega Pro, tuttavia intanto possiamo proporvi un bilancio della classifica dei marcatori della terza serie del calcio italiano. Il capocannoniere assoluto arriva dal girone C ed è Salvatore Caturano, già autore di ben 8 gol con la maglia del lecce, anche se ieri non è riuscito ad andare a segno. Il suo primo inseguitore nel gruppo meridionale è Demiro Pozzebon del Messina, autore finora di 5 gol, mentre a livello generale è Rachid Arma del Pordenone, capolista del girone B: per lui infatti finora i gol segnati sono 7 e nel girone ha un bel margine di vantaggio sui primi inseguitori, un gruppo a quota 4 gol. Decisamente più equilibrato appare da questo punto di vista il girone A: qui il bomber è Francesco Forte della Lucchese con 6 gol all’attivo, ma lo inseguono Salvatore Bruno della Giana Erminio e Samuele Neglia della Viterbese, entrambi a quota 5 gol.

Si gioca oggi una gara molto importante per il Gruppo di Lega Pro e dal quale risultato potremo analizzare meglio la classifica della categoria. Alle ore 20.45 allo Stadio Ennio Tardini infatti va in scena la sfida Parma-FeralpiSalò. Le due squadre sono divise da un punto tra ottava e nona posizione. Il parma è partito molto peggio di come ci si aspettava anche se va ricordato comunque che è una squadra neopromossa al di là del fatto che hanno una storia dietro che negli ultimi anni lo ha portato anche in cima all’Europa. Dall’altra parte invece la FeralpiSalò si è rialzata con due vittorie consecutive, riaccendendo una stagione che sembrava dedicata alla lotta nella parte bassissima della classifica. Con una vittoria il Parma andrebbe ad agganciare il gruppetto di tre squadre a 15 punti che segue le due capoliste Gubbio e Pordenone e quindi a -1 dalla testa. FeralpiSalò invece con i tre punti salirebbe proprio in testa alla classifica agganciandole.

Sono terminate anche le tre partite serali del girone C. Bella vittoria della Paganese che, pur rimanendo in dieci uomini nel secondo tempo, non tentenna e anzi riesce ad allargare il divario dal Melfi, prendendosi tre punti importanti per la corsa alla salvezza (c’è anche il terzo gol in campionato del ventiduenne Francesco Deli, sempre più protagonista nella formazione campana). Punti importantissimi anche per il Monopoli, che vince il sentito derby di Puglia espugnando lo stadio degli Ulivi: la Fidelis Andria cade in casa sotto i colpi di Alessandro Gatto, autore della doppietta che fa passare una serata di gioia alla sua squadra e a tutti i tifosi che si ritrovano incredibilmente al sesto posto in classifica. Nella giornata in cui Foggia e Lecce si fermano e non trovano la vittoria, le inseguitrici non ne approfittano: dopo la sconfitta del Matera a Siracusa arriva anche il ko della Juve Stabia, che subisce presto il gol della Reggina (autore il solito Andy Bangu, cresciuto nel settore giovanile della Fiorentina) e non riesce più a rialzare la testa, consentendo alle due pugliesi che comandano la classifica di tirare un sospiro di sollievo. lottava giornata del campionato di Lega Pro si chiude lunedì sera con il posticipo che questa volta è valido per il girone B e, allo stadio Ennio Tardini, è Parma-FeralpiSalò.

Prendono il via le ultime partite dellottava giornata di Lega Pro, in attesa del posticipo tra Parma e Feralpisalò che sarà domani; nel frattempo si sono concluse le quattro sfide del girone A e lAlessandria ancora una volta ha fatto la voce grossa, rimontando lo svantaggio iniziale sul campo del Tuttocuoio e trovando addirittura 4 gol che confermano le quattro lunghezze di vantaggio sulla Viterbese e un dominio che per il momento non conosce sosta (7 vittorie e un pareggio per i grigi in questo avvio di stagione). Domina anche la Lucchese, finalmente concreta contro una Lupa Roma troppo brutta per essere vera: altro sigillo per Francesco Forte che sta vivendo unannata da sogno, almeno per ora. Il poker lo serve anche il Siena sul campo della Racing Roma; parziale riscatto da parte della Carrarese che sorprende la Pro Piacenza e si prende unimportante vittoria esterna. Ora, spazio alle ultime gare del girone C per vedere se la Juve Stabia approfitterà dei pareggi di Foggia e Lecce per avvicinarsi ad un solo punto dalla vetta della classifica.

Risultati finali nelle partite delle ore 18:30 in Lega Pro. Clamoroso quello che succede nella corsa al primo posto del girone C: il Foggia pareggia in casa contro lAkragas non riuscendo a superare il mro agrigentino (gol annullato a Vacca a inizio ripresa) e si ritrova anche con luomo in meno nel finale di partita. Non ne approfitta il Lecce: i salentini vanno in vantaggio per due volte a Vibo Valentia (con Marco Mancosu e Franco Lepore) ma la Vibonese risponde in entrambi i casi con due gol di Andrea Saraniti, mettendo le mani su un pareggio davvero prestigioso e impedendo al Lecce di portarsi in vetta da solo. Le due squadre pugliesi continuano così la loro marcia a braccetto ma potrebbero essere avvicinate più tardi dalla Juve Stabia; tra gli altri risultati spicca la vittoria del Catania sul Messina, il derby siciliano è risolto dalla giornata da assoluto protagonista del ventenne Andrea Di Grazia che timbra una tripletta (per il Messina gol del solito Demiro Pozzebon), sempre per 3-1 vince il Catanzaro contro il Taranto in una partita senza storia mentre il Cosenza rimonta sul campo dellUnicusano Fondi e si prende i tre punti. Vittoria esterna in rimonta anche per il Piacenza nel girone A: espugnata Pistoia.

Primi risultati finali nelle partite di Lega Pro per lottava giornata. Nel girone A ci sono due partite che si chiudono in modo clamoroso: a Olbia la squadra di casa va sotto subito di due gol contro la Giana Erminio (ennesima rete di Salvatore Bruno), al 15 di fatto è già con le spalle al muro ma nel secondo tempo segna tre gol in 13 minuti e vince una gara pazzesca, che finisce anche con un espulso per parte nei minuti di recupero. Molto simile quello che accade allo Zini nella sfida di alta quota tra Cremonese e Arezzo: la doppietta di Davide Moscardelli lancia i toscani ma i grigiorossi rispondono nel giro di due minuti con Stanco e Maiorino, andando addirittura a vincere con la rete in pieno recupero di Stanco (che firma così la sua doppietta personale) e proseguendo la caccia allAlessandria che giocherà più tardi sul campo del Tuttocuoio. In alta quota, ovvero al secondo posto in classifica, resta anche la Viterbese grazie al netto 3-0 ai danni del Pontedera, con doppietta di Neglia. Vittoria esterna del Como sul campo del Prato, il Livorno batte il Renate nel finale (decide il rigore di Maritato); nel girone C invece il Siracusa vince finalmente la prima partita stagionale superando nientemeno che il Matera (in rimonta), addirittura roboante il 4-1 della Virtus Francavilla sulla Casertana. Alle ore 16:30 iniziano altre cinque partite: sia Foggia che Lecce sono impegnate, rispettivamente contro Akragas e Vibonese, vedremo se una delle due riuscirà a staccarsi in classifica.

Stanno per cominciare le prime partite nella lunga domenica dedicata ai gironi A e C di Lega Pro. Nel girone A per il quale si disputa oggi lottava giornata si può facilmente individuare uno dei dati principali di questo inizio di stagione. Gli Over 30 spopolano nella classifica marcatori: sono al momento i grandi veterani a comandare. Salvatore Bruno, 37 anni da compiere tra un mese, ha segnato 4 volte in un fantastico avvio di campionato. Sono 4 anche i gol di Pablo Gonzalez (31 anni) e del suo coetaneo Claudio De Sousa, attaccante della Racing Roma con un passato a Torino (sponda granata) e Roma (sponda biancoceleste). Tre gol li ha segnati il trentacinquenne Horacio Erpen, ex della Juve Stabia e tornato allArezzo dopo la parentesi di Carrara; tris di reti anche per il trentenne Alessandro Marotta, ripartito dal Siena. Insomma: anche superati (o raggiunti) i 30 anni si può continuare a segnare, soprattutto in Lega Pro. Rappresentano eccezioni alcuni giovani da tenere docchio: Francesco Forte, classe 93 della Lucchese, è il capocannoniere del girone A con 5 gol. A quota 4 ci sono Irakli Shekiladze, georgiano classe 92 del Tuttocuoio, mentre a 3 troviamo Emanuel Gyasi, ghanese della Pistoiese che ha 22 anni ed è cresciuto nel Torino.

Nel girone C, di cui si gioca oggi lottava giornata, prosegue il duello Lecce-Foggia che infiamma la corsa al vertice e dunque la promozione diretta in Serie B. Le due squadre viaggiano a braccetto: entrambe hanno ottenuto 19 punti nelle prime sette giornate e, insieme al Matera, sono le uniche imbattute del gruppo. Sia Lecce che Foggia hanno steccato una sola volta: il Lecce lo ha fatto alla quinta giornata nello 0-0 interno contro la Casertana, il Foggia ha interrotto la scorsa domenica la sua striscia vincente impattando 1-1 a Matera. Per entrambe dunque un pareggio contro unavversaria di ottimo livello; ora si riparte, intanto i numeri danno ragione al Lecce che ha segnato due gol in più (15 contro 13) e ne ha anche subito uno in meno (3 contro 4). I salentini hanno anche il capocannoniere di tutta la Lega Pro (Salvatore Caturano con 8 gol) ma ha anche Giuseppe Torromino con 4 reti; nel Foggia fino a questo momento si è particolarmente distinto Fabio Mazzeo, arrivato per sostituire un certo Iemmello e autore di 4 gol (ne ha segnati 3 Vincenzo Sarno, confermato dalla scorsa stagione).

Sono numerose le gare che si giocheranno oggi in Lega Pro tra il girone A e il B. Occhio ai risultati delle partite di questi gironi di Lega Pro che potrebbero regalarci alcune importanti sorprese. Partendo dal primo il big match di giornata è sicuramente Cremonese-Arezzo. I padroni di casa nell’ultima giornata hanno bloccato sul pari la capolista Alessandria fino a quel momento a punteggio pieno. Oggi la squadra di Piero Braglia andrà a giocare contro il Tuttocuoio, nono, in trasferta. Nel Gruppo C invece prosegue la rincorsa del Catania partito quest’anno con sette punti di penalizzazione per problemi finanziari e pronto al derby al Massimino contro il Messina. Sarà una sfida molto particolare che metterà di fronte due compagini interessanti ma che entrambe occupano la parte bassa della classifica. Il Catania infatti è ultimo con appena un punto, mentre il Messina è quattordicesimo sei lunghezze più sopra.

I risultati di Lega Pro ci consegnano un cambiamento importante nella classifica del giorne B, l’unico che sta giocando oggi. Infatti la vittoria del Gubbio contro il Forlì per 1-0 grazie al gol di Casiraghi permette agli umbri di agganciare almeno temporaneamente il Pordenone al comando della classifica. Non sarà stata un’impresa questa vittoria in casa contro l’ultima, ma intanto il Gubbio si può godere un’ottima situazione. Pareggio senza gol invece in Teramo-Padova, che è dunque finita 0-0. Adeso però siamo di nuovo ritornati in campo, stavolta con le tre partite il cui fischio d’inizio ha avuto luogo alle ore 20.30: si tratta di Reggiana-Fano, Santarcangelo-Lumezzane ma soprattutto del big-match Bassano-Pordenone. I friulani hanno dunque l’occasione per tornare ad essere la capolista solitaria (basterebbe un pareggio), ma i veneti dal canto loro cercano il successo che li porterebbe ad una sola lunghezza dalla vetta. Ricordiamo che il programma del giorne finirà lunedì sera con il posticipo Parma-Feralpi Salò.

Eccovi i risultati delle due partite dellottava giornata del girone B della Lega Pro che erano cominciate alle ore 16.30. Si tratta di Maceratese-Mantova 1-0 e Venezia-Sambenedettese 2-2. Un gol (anzi, un autogol) nel primo tempo per i marchigiani, pirotecnico invece il secondo tempo del big-match che alla fine ha dato un punto a ciascuna squadra, cambiando dunque solo di poco la parte alta della classifica. Come al solito però la Lega Pro non si ferma mai e catalizza lattenzione degli appassionati di calcio a ogni ora al sabato, come poi anche alla domenica: infatti alle ore 18.30 ci sarà il fischio dinizio di altri due incontri, sempre validi per il girone B. Si tratta di Gubbio-Forlì e Teramo-Padova. Riflettori puntati soprattutto sul Gubbio, che è nettamente la squadra messa meglio in classifica fra queste quattro ed inoltre ospita il Forlì che invece è ultimo: non sarebbe dunque impossibile ipotizzare una vittoria per i padroni di casa, che in questo caso balzerebbero al comando della classifica insieme al Pordenone, naturalmente in attesa del risultato della successiva partita dei friulani. Insomma, è vietato distrarsi: lo spettacolo della Lega Pro sta già per ricominciare!

Sono appena arrivati i risultati delle prime due partite dellottava giornata del girone B della Lega Pro, quelle che erano cominciate alle ore 14.30. Si tratta di Ancona-AlbinoLeffe 1-0 e Modena-Sudtirol 1-0. Un gol nei primi minuti di gioco per i marchigiani, un gol in extremis per gli emiliani ma la sostanza non cambia: in entrambi i casi hanno sorriso le squadre che erano impegnate in casa. Come al solito però la Lega Pro non si ferma mai e catalizza lattenzione degli appassionati di calcio a ogni ora durante il weekend: infatti alle ore 16.30 ci sarà il fischio dinizio di altri due incontri, sempre validi per il girone B. Si tratta di Maceratese-Mantova e Sambenedettese-Venezia, questultima partita molto importante per le primissime posizioni della classifica. Infatti il Venezia in caso di vittoria salirebbe da solo al primo posto, mentre con un colpaccio la Sambenedettese scavalcherebbe proprio i lagunari, agganciando la capolista Pordenone almeno per qualche ora. Insomma, è vietato distrarsi: lo spettacolo della Lega Pro sta già per ricominciare!

Pochi minuti al fischio dinizio delle prime partite dellottava giornata del girone B della Lega Pro, siamo dunque in attesa del via agli incontri Ancona-AlbinoLeffe e Modena-Sudtirol, che sono i due match in programma alle ore 14.30. Con questi risultati dunque inizierà a delinearsi la nuova classifica del girone B, che ancora una volta sarà il protagonista della giornata di sabato, mentre domani il palcoscenico sarà per gli altri due gruppi. A dire il vero, nessuna delle quattro squadre coinvolte ha iniziato particolarmente bene il campionato 2016-2017: ecco dunque una possibile occasione di riscatto, ma pure con la consapevolezza che chi dovesse perdere dovrà cominciare davvero a pensare soprattutto alla salvezza. Siamo ad ottobre ma la posta in palio si fa in questo modo già piuttosto pesante. Sperando che lo spettacolo sia allaltezza, la parola va ai campi: lottava giornata di Lega Pro infatti sta davvero per cominciare!

Continuiamo l’analisi dei risultati di Lega Pro: grazie alla vittoria sul Venezia, il Pordenone è tornato in testa alla classifica del girone B e guarda tutti dallalto con 16 punti. Questo anche grazie ai gol di Rachid Arma, marocchino di 31 anni che ormai da tempo calca i campi del nostro Paese: nel luglio 2004 le giovanili della Sambonifacese lo promuovevano in prima squadra e da lì iniziava un percorso che portava lattaccante a vestire le maglie di Spal, Torino, Vicenza e Carpi. Dalla stagione 2013-2014 Arma stupisce sui campi della Lega Pro: con il Pisa il marocchino ha timbrato 15 gol in 30 partite il primo anno e 15 in 33 il secondo. Nel 2015-2016 Arma era alla Reggiana, dove ha timbrato il cartellino in 10 occasioni (33 gare); in questo avvio di stagione, con la sua nuova maglia, ha già segnato 7 gol con la media esatta di un gol a partita. Un bottino di 47 reti in 103 presenze in Lega Pro, che però non gli è valso soddisfazioni di squadra: a parte nel 2013-2014, quando però le promozioni riguardavano il passaggio al girone unico, Arma non ha mai disputato i playoff. Ora gli spareggi-promozione si sono allargati a 9 squadre per ogni girone, cosa che ovviamente dà una concreta possibilità in più al Pordenone, e al suo bomber marocchino, di riscrivere la storia.

Parlando dei risultati di Lega Pro, diamo uno sguardo alle principali cifre del girone B che, come sappiamo, inaugura oggi lottava giornata del campionato. Dopo i primi sette turni, in questo girone non ci sono più squadre imbattute: lultima era il Venezia capolista, che ha perso la sfida diretta al vertice contro il Pordenone ed è dunque stato scavalcato. La settima giornata ha fatto segnare il record negativo di gol: sono stati 15 in 10 partite, e la metà delle gare si sono concluse sul risultato di 0-0. Un turno che ha notevolmente elevato il numero delle partite pareggiate: sono 24 sulle 68 disputate, poco più del 35% sul totale. In questo senso il record spetta al Santarcangelo che per quattro volte ha visto uscire il segno X nelle sue gare; tutte hanno pareggiato almeno una volta e Pordenone, Sambenedettese e Gubbio lo hanno fatto in una sola occasione. Undici partite sono terminate 0-0; soltanto alla quinta e alla sesta giornata non si sono riscontrati pareggi a reti bianche, ma qui in ben 9 occasioni (su 20 gare totali) le partite sono terminate per 1-0.

Il girone B inaugura come al solito la lunga giornata del campionato, lottava. Un girone nel quale stanno facendo benissimo le squadre arrivate dalla Serie D: le neopromosse sono protagoniste di un ottimo inizio di stagione. Il Venezia ha perso lo scorso sabato la prima partita ma resta comunque al secondo posto della classifica con 14 punti, a due dal Pordenone capolista; in zona playoff troviamo anche Sambenedettese e Gubbio (13 punti) e Parma (12). Le uniche due che arrancano sono Fano (5) e il Forlì (2) che è ultimo della classe; le prime quattro tuttavia hanno vinto un totale di 15 partite realizzando 33 gol cumulati e incassandone 22. In più la Sambenedettese deve ancora recuperare la partita della prima giornata, in casa contro il Padova: dovesse vincerla, si ritroverebbe virtualmente in testa al campionato con gli stessi punti del Pordenone. Lo scorso anno il grande exploit nel girone B fu quello della Maceratese, che chiuse al terzo posto qualificandosi per i playoff. Fu eliminata subito, ma Cristian Bucchi con quella stagione si è guadagnato la chiamata del Perugia in Serie B.

Torna lo spettacolo del campionato di terza divisione italiana con le partite dellottava giornata. Come sempre il turno è scaglionato su due giornate: apre il girone B cui è destinato il sabato, mentre domenica si giocano le partite degli altri gironi. Oggi 8 ottobre ci attendono dunque, alle ore 14:30, Ancona-AlbinoLeffe e Modena-Sudtirol; alle ore 16:30 avremo Maceratese-Mantova e Venezia-Sambenedettese, alle ore 18:30 sarà il turno di Gubbio-Forlì e Teramo-Padova mentre alle 20:30 si giocheranno Bassano-Pordenone, Reggiana-Fano e Santarcangelo-Lumezzane.

Il posticipo del lunedì sera, alle ore 20:45, è Parma-Feralpisalò. Il big match è senza ombra di dubbio quello del Penzo: il Venezia, persa la leadership della classifica, cerca riscatto contro la sorprendente Sambenedettese che, da neopromossa, occupa la terza posizione dello schieramento e, avendo anche una partita in meno, potrebbe essere virtualmente in testa al gruppo. Riconquistata la vetta del girone, il Pordenone si testa subito su uno dei campi più difficili del campionato, il Mercante dove è di scena un Bassano che pur con qualche défaillance di troppo è nel gruppo delle prime. Interessante anche il posticipo con un Parma deciso a mantenersi insieme alle migliori, e che ospita una Feralpisalò che al momento ha un punto in più.

Risultati girone A, come detto in programma domenica 9 ottobre, si giocano alle ore 14:30 Cremonese-Arezzo, Livorno-Renate, Olbia-Giana Erminio, Prato-Como e Viterbese-Pontedera; alle ore 16:30 spazio a Pistoiese-Piacenza, mentre alle ore 18:30 avremo Lucchese-Lupa Roma, Pro Piacenza-Carrarese, Racing Roma-Siena e Tuttocuoio-Alessandria.  Anche i piemontesi hanno interrotto la loro striscia di vittorie, ma mantengono 4 punti di vantaggio sulla sorpresa Viterbese, che arriva da tre vittorie consecutive e insieme alla capolista è lunica squadra imbattuta del girone. I laziali ospitano un Pontedera che si trova al momento in zona playout; il big match è certamente quello dello Zini, dove giocano Cremonese e Arezzo che occupano la terza posizione con 13 punti, e si devono guardare dagli assalti di Renate (13) e Piacenza (12) con i lombardi che rischiano al Picchi di Livorno.

Risultati girone C: il programma inizia alle 14:30 con Siracusa-Matera e Virtus Francavilla-Casertana; prosegue alle ore 16:30 con Catania-Messina, Foggia-Akragas, Fondi-Cosenza e Vibonese-Lecce; si conclude alle ore 20:30 con Fidelis Andria-Monopoli, Catanzaro-Taranto, Paganese-Melfi e Reggina-Juve Stabia. Prosegue la splendida lotta al vertice tra Foggia e Lecce; a -3 troviamo la Juve Stabia che vola a Reggio Calabria in una partita non semplice. Staccato di 4 lunghezze il Matera che rischia qualcosa sul campo del neopromosso Siracusa, la partita più interessante è però il derby di Sicilia tra un Catania ancora ultimo in classifica e un Messina pericolosamente vicino alle zone calde.

 

Domenica 9 ottobre

RISULTATO FINALE Cremonese-Arezzo 3-2 – 8′ Moscardelli (A), 17′ Moscardelli (A), 82′ Stanco (C), 84′ Maiorino (C), 95′ Stanco (C)

RISULTATO FINALE Livorno-Renate 1-0 – 82′ rig. Maritato

RISULTATO FINALE Olbia-Giana Erminio 3-2 – 7′ Okyere (G), 15′ S. Bruno (G), 71′ Geroni (O), 81′ Piredda (O), 84′ A. Capello (O)

RISULTATO FINALE Prato-Como 0-1 – 15′ Di Quinzio

RISULTATO FINALE Viterbese-Pontedera 3-0 – 24′ Marano, 86′ Neglia, 89′ Neglia

RISULTATO FINALE Pistoiese-Piacenza 1-2 – 54′ Rovini (Pis), 61′ Matteassi (Pia), 70′ Razzitti (Pia)

RISULTATO FINALE Lucchese-Lupa Roma 4-0 – 4′ De Feo, 21′ Terrani, 26′ F. Forte, 86′ J. Martinez

RISULTATO FINALE Pro Piacenza-Carrarese 0-1 – 56′ Dell’Amico

RISULTATO FINALE Racing Roma-Siena 0-4 – 19′ Doninelli, 26′ A. Marotta, 68′ Firenze, 85′ Mendicino

RISULTATO FINALE Tuttocuoio-Alessandria 1-4 – 21′ Zenuni (T), 27′ Cazzola (A), 36′ Bocalon (A), 80′ F. Piccolo (A), 85′ Bocalon (A)

 

Alessandria 22

Viterbese 18

Cremonese 17

Piacenza 15

Arezzo, Livorno 14

Renate 13

Giana Erminio, Olbia, Como* 11

Lucchese, Siena 10

Tuttocuoio 9

Pistoiese 8

Carrarese 7

Pro Piacenza, Pontedera*, Racing Roma 6

Lupa Roma 5

Prato 2

 

* una partita in meno

 

Sabato 8 ottobre

RISULTATO FINALE Ancona-AlbinoLeffe 1-0 – 13′ Frediani

RISULTATO FINALE Modena-Sudtirol 1-0 – 91′ Cosentino

RISULTATO FINALE Maceratese-Mantova 1-0 – 42′ aut. Carini

RISULTATO FINALE Venezia-Sambenedettese 2-2 – 46′ Sabatino (S), 54′ Tortolano (S), 78′ rig. Pederzoli (V), 81′ Bentivoglio (V)

RISULTATO FINALE Gubbio-Forlì 1-0 – 46′ pt D. Casiraghi

RISULTATO FINALE Teramo-Padova 0-0

RISULTATO FINALE Bassano-Pordenone 2-0 – 49′ Minesso, 85′ Fabbro

RISULTATO FINALE Reggiana-Fano 3-1 – 20′ Manconi (R), 37′ Mogos (R), 56′ Angiulli (R), 86′ Ferrani (F)

RISULTATO FINALE Santarcangelo-Lumezzane 2-0 – 51′ Sirignano, 91′ Merini

 

Lunedì 10 ottobre

Ore 20:45 Parma-Feralpisalò

 

Pordenone, Gubbio 16

Bassano, Venezia, Reggiana 15

Sambenedettese* 14

Santarcangelo, Feralpisalò* 13

Parma* 12

Padova* 10

Ancona, Modena 9

Lumezzane 8

Maceratese*, Teramo 7

AlbinoLeffe*, Sudtirol, Mantova 6

Fano 5

Forlì 2

 

* una partita in meno

 

Domenica 9 ottobre

RISULTATO FINALE Siracusa-Matera 2-1 – 63′ Iannini (M), 65′ Catania (S), 70′ Catania (S)

RISULTATO FINALE Virtus Francavilla-Casertana 4-1 – 15′ Nzola (V), 36′ Carlini (C), 45′ Nzola (V), 69′ A. Pastore (V), 92′ Triarico (V)

RISULTATO FINALE Catania-Messina 3-1 – 13′ Di Grazia (C), 41′ Di Grazia (C), 47′ pt D. Pozzebon (M), 81′ Di Grazia (C)

RISULTATO FINALE Catanzaro-Taranto 3-1 – 11′ Carcione (C), 14′ Di Bari (C), 54′ G. Giovinco (C), 74′ Balistreri (T)

RISULTATO FINALE Foggia-Akragas 0-0

RISULTATO FINALE Fondi-Cosenza 1-2 – 5′ rig. Albadoro (F), 11′ Tedeschi (C), 70′ A. Filippini (C)

RISULTATO FINALE Vibonese-Lecce 2-2 – 21′ Mar. Mancosu (L), 47′ pt Saraniti (V), 49′ Lepore (L), 74′ Saraniti (V)

RISULTATO FINALE Fidelis Andria-Monopoli 0-2 – 53′ A. Gatto, 76′ A. Gatto

RISULTATO FINALE Paganese-Melfi 3-0 – 7′ Reginaldo, 43′ Alcibiade, 79′ Deli

RISULTATO FINALE Reggina-Juve Stabia 1-0 – 59′ Bangu

 

Lecce, Foggia 20

Juve Stabia, Cosenza 16

Matera 15

Monopoli 14

Casertana 11

Paganese, Reggina, Akragas 10

Taranto 9

Fondi (-1), Fidelis Andria, Virtus Francavilla 8

Messina, Catanzaro 7

Siracusa 6

Catania (-7), Melfi (-1), Vibonese 4





© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori