Diretta / Napoli-Roma (risultato finale 1-3) info streaming video-tv: colpaccio di Spalletti, Sarri KO (Serie A 2016, oggi 15 ottobre)

Diretta Napoli-Roma: info streaming video e tv, risultato live e cronaca della partita che si gioca allo stadio San Paolo ed è valida per l’ottava giornata del campionato di Serie A

15.10.2016 - La Redazione
AlbiolTotti
Francesco Totti - La Presse

Napoli-Roma termina 1-3 ed è una vittoria pesantissima quella degli uomini di Spalletti al San Paolo, griffata da Dzeko, trascinatore ora dei giallorossi! Nel finale, ad interrompere una girandola di cambi frenetica, viste le condizioni precarie di tanti singoli da una parte e dall’altra, è arrivato il tris di Salah: lancio in profondità per lui di De Rossi, volata solitaria dell’egiziano e palla spedita contro il palo e poi in rete. Una mazzata per il Napoli, pubblico partenopeo zittito e ultime occasioni per Mertens di accorciare le distanze, vanificate da un attento Szczesny. Sia El Shaarawy che Jorginho, poi, avrebbero tempo e spazio per segnare a cavallo del 90, troppo imprecisi però nella scelta al tiro. I 3 punti vanno dunque alla Roma, che condanna il Napoli alla seconda sconfitta di fila, la prima in casa per gli azzurri sotto la gestione-Sarri in campionato.

Napoli-Roma 1-2 quando siamo entrati negli ultimi minuti del match al San Paolo e regge il vantaggio giallorosso: gioco più spezzettato e tanti giocatori in debito d’ossigeno o addirittura infortunati, in questa ripresa, molto tesa anche sugli spalti. Clima surriscaldato quindi e le offensive napoletane, aiutate dall’ingresso di Mertens, scuotono la difesa della Roma, che ha perso Juan Jesus (guai muscolari) e trovato un rientrante Emerson Palmieri. Nella partita a scacchi tra i due tecnici ora Sarri, pur senza un vero centravanti in campo, si è sbilanciato in avanti a caccia del pari, con l’inserimento anche di El Kaddouri per Callejon; Spalletti si arrocca invece dietro, a difesa della sua area di rigore, puntando ancor di più sulla velocità in contropiede di Salah. In campo poi El Shaarawy per Nainggolan, anche lui acciacciato, tra i giallorossi.

ripartita senza cambi da parte di Sarri e Spalletti e con la Roma ancora molto convinta e determinata in avanti, giocando spesso nella metà campo avversaria. Difesa azzurra sempre in difficoltà, in particolare sui palloni lunghi a cercare la profondità di trequartisti e attaccanti giallorossi. Sembra aver risposto bene all’errore precedente Koulibaly, impressionante nel recupero in velocità su Salah, non uno qualsiasi… Continua invece la sua prova non convincente Gabbiadini, ben controllato nella morsa Manolas-Fazio. Il gol del raddoppio romanista è arrivato sugli sviluppi di calcio di punizione: fallo, molto contestato, a trequarti campo, con cross seguente di Perotti sul secondo palo e colpo di testa vincente di Dzeko, alla doppietta personale. Marcatura tutt’altro che solida della difesa partenopea con Hysaj e 0-2 Roma. Subito dentro Mertens, proprio per Gabbiadini, fischiato dal San Paolo. E subito gol di Koulibaly a riaprire la partita, di testa su calcio d’angolo. Atmosfera incandescente ora!

Napoli-Roma 0-1 a fine primo tempo, a metà del big match del San Paolo la Roma ha sbloccato il pari con il sigillo di Edin Dzeko! Nel finale di frazione palla gol per Hamsik, dopo un duetto con Insigne, con deviazione provvidenziale sul tiro dello slovacco della difea giallorossa. Poi ottima risposta di Szczesny su Ghoulam, sul tiro in porta violento del terzino del Napoli al 35; poco prima era stato Dzeko a farsi minaccioso in area avversaria, con uscita pronta di Reina ad anticiparlo. Proprio il bosniaco però, al minuto 43, ha “scoperchiato” il match: errore in disimpegno di Koulibaly, recupera palla Salah che serve perfettamente il compagno d’attacco, finalmente concreto dopo le tante occasioni perse in precedenza. Palla all’angolino e Roma avanti, sfruttando le indecisioni di un Napoli che dovrà trasformarsi nella ripresa, per riprendere il filo di una partita molto complicata…

Napoli-Roma 0-0 alla mezzora del primo tempo al San Paolo, continua a spingere la squadra di Sarri ma i giallorossi sono sempre velenosi ed hanno sfiorato a più riprese il gol del vantaggio! Troppo “leggero” Dzeko al tiro, prima recuperato da un grande Koulibaly e poi debole nella conclusione centrale. E’ stato Perotti a far correre il brivido più freddo sulla schiena di Sarri (per nulla soddisfatto dalla prestazione dei suoi) al minuto 22: destro a giro quasi perfetto per lui, palla ad accarezzare il palo. Dall’altra parte non ancora pienamente in partita Gabbiadini, chiamato alla deviazione sul primo palo da Ghoulam, per la migliore occasione costruita in questo spicchio di match, ma leggermente in ritardo nell’impatto ed anticipato da Szczesny. Poi triplo tiro di Callejon, Insigne e Jorginho, con tre respinte dei difensori giallorossi, che ci mettono il corpo a protezione della propria porta… Regge il pari a reti inviolate dunque, sfida aperta!

partita su ritmi subito interessanti e con le due squadre molto propositive in avanti! Bene Insigne, vivace e pericoloso in questi primi minuti di gioco: per lui occasione su calcio piazzato al minuto 5, con destro a fil di palo, di poco largo oltre il montante. Ma non c’è un secondo per prendere fiato, le azioni di susseguono a grande velocità ed anche la Roma ha avuto almeno un paio di ripartenze “lanciate”, con Dzeko chiamato in causa in area di rigore avversaria, senza trovare però precisione nella deviazione verso Reina. Tanti i contatti fallosi in mezzo al campo, grande grinta e match piacevole in avvio. Sotto il sole di Napoli si resta sullo 0-0 ma la sensazione è quella del big match, a cui basta una rete per accendersi definitivamente!

Napoli-Roma sta per cominciare: sono già state comunicate le formazioni ufficiali della partita che apre con il botto lottava giornata di Serie A. In palio tra Napoli e Roma ci sono tre punti che valgono tantissimo, siamo tutti curiosi di scoprire chi saprà avere la meglio fra i partenopei e i giallorossi. Maurizio Sarri si affida al solito 4-3-3 con Gabbiadini naturalmente punta centrale in assenza di Milik, ma da questo punto di vista sta sicuramente peggio la Roma e Luciano Spalletti ha dovuto fare di necessità virtù per schierare un comunque temibile 4-2-3-1, che però in difesa e pure a centrocampo è figlio delle necessità. Dunque adesso è giunta lora di vivere il big-match del San Paolo, sperando naturalmente che sia un grande spettacolo: parola al campo per Napoli-Roma! NAPOLI (4-3-3): Reina; Hysaj, Maksimovic, Koulibaly, Ghoulam; Allan, Jorginho, Hamsik; Callejon, Gabbiadini, Insigne. A disposizione: Rafael, Sepe, Chiriches, Tonelli, Maggio, Strinic, Zielinski, Rog, Diawara, Giaccherini, Mertens, El Kaddouri. Allenatore: Maurizio Sarri. ROMA (4-2-3-1): Szczesny; Florenzi, Manolas, Fazio, Juan Jesus; Paredes, De Rossi; Salah, Nainggolan, Perotti; Dzeko. A disposizione: Alisson, Lobont, Emerson, Seck, Gerson, Totti, El Shaarawy, Iturbe. Allenatore: Luciano Spalletti.

Napoli-Roma è senza ombra di dubbio la partita più interessante nel panorama dellottava giornata di Serie A: i protagonisti in campo sono potenzialmente tutti i giocatori che verranno schierati. Possiamo però citarne un paio: nel Napoli è chiaro che gli occhi di tanti addetti ai lavori – e tifosi – saranno posati su Manolo Gabbiadini. Lattaccante sarà finalmente titolare e, sulla carta, a lungo dopo linfortunio di Arkadiusz Milik: la sua media gol per minuti giocati è importante ed è anche superiore a quella che teneva un certo Gonzalo Higuain; certo entrare dalla panchina per pochi minuti – e magari con una certa situazione di punteggio – è diverso dallandare in campo subito e dover confrontare squadre attente e ancora sullo 0-0. Staremo a vedere; come vedremo se nella Roma si eleverà il rendimento di Federico Fazio, lui pure chiamato nella formazione titolare per gli infortuni nel reparto difensivo. Largentino è giocatore di fisico ma anche sostanza; per il momento non ha ancora lasciato il segno in questa Roma ma, al fianco di un leader fatto e finito come Manolas, può diventare un punto di riferimento per i compagni, quello che Luciano Spalletti chiede alla sua linea arretrata.

Si annuncia davvero come il big match di questa 8^ giornata di serie A e in attesa che il fischio di inizio risuoni al San Paolo per dare avvio alla sfida tra le due contendenti al titolo di spauracchio della Juventus andiamo a vedere qualche statistica interessante. Alla vigilia di questa partita ricordiamo che gli azzurri di Sarri rimangono in seconda posizione nella classifica del campionato a quota 14 punti, ma la Roma rimane subito dietro con appena una lunghezza di differenza. Labile anche il rapporto fra le due differenze reti, con i giallorossi a + 7 e i campani a +8: un soffio dunque può davvero modificare non poco le cose. Stando però ad altre statistiche notiamo che la Roma si dimostra in campo più efficace: i giallorossi di Spalletti infatti non solo detengono il maggior numero di gol, ben 16 con una media di 2.29 a match, ma sono leader anche nella classifica dei tiri, dimostrando di essere una squadra aggressiva ma che finora sta subendo troppo dunque. Pochi i record finora fatti dal Napoli che comunque si conferma come una delle squadre che corre di più: una media di 107.799 chilometri e terzo posto in classifica.

Il big match della 8^ giornata di Serie A è sicuramente Napoli-Roma, il vecchio Derby del Sole andato in scena almeno nel campionato di Serie A 139 volte: a controllare tutti i testa a testa che legano dunque le due formazioni troveremmo ben 48 vittorie giallorosse, 50 pareggi e solo 41 vittorie campane. Per ovvi motivi appare sicuramente più utile per farci unidea dellanticipo della Serie A andare a vedere gli ultimi testa a testa, risalenti alle due precedenti stagioni di campionato. Su quattro incontri tra il 2014 e il 2016 la Roma è riuscita a strappare due successi, mentre gli azzurri sono andati alla vittoria in una sola occasione. Lultimo scontro diretto tra le due formazione risale allo scorso 25 aprile 2016 quando allOlimpico era stata la rete di Nainggolan all89 minuto regolamentare a decidere la sfida: un gol realizzato grazie al passaggio al limite di Salah, che ha permesso al belga di beffare il portiere del Napoli. Ora come allora le due formazioni erano e sono in seconda e terza posizione della classifica di Serie A in lotta per contendere alla Juventus la prima posizione e il titolo: se al 25 aprile 2016 la distanza tra Napoli e Roma era di appena 2 punti, oggi la classifica alla 8^ giornata le colloca a un gap di appena un punto.

sempre più vicina, cresce lattesa per il big match dello stadio San Paolo. Dopo la sconfitta di Bergamo, Maurizio Sarri è stato abbastanza tranciante parlando di un Napoli che deve dare tutto per confermare il secondo posto della passata stagione, giudicando la Juventus squadra di altra categoria. Parole proferite prima dell’infortunio di Milik che sicuramente non agevola la situazione in casa partenopea. E’ stato più spavaldo Luciano Spalletti in dichiarazioni recenti, parlando di una Roma che potenzialmente può insidiare il dominio della Juventus, a patto di trovare un rendimento più continuo rispetto a quanto fatto vedere nella prima parte di campionato, in cui la Roma finora non ha mai vinto in trasferta né in Europa (pareggi contro Porto e Viktoria Plzen) né in campionato (pareggio a Cagliari e sconfitte contro Fiorentina e Torino).

La gara Napoli-Roma sarà diretta dal signor Daniele Orsato della sezione Aia di Schio. Il fischietto veneto verrà coadiuvato dagli assistenti di linea Cariolato e Tonolini con Babirati quarto uomo e Tagliavento e Irrati nei ruoli di addizionali di porta. Orsato ha 40 anni e nella propria carriera ha diretto complessivamente 164 gare di Serie A e 15 di Champions League. In questa stagione ha già diretto tre incontri della massima serie ed ossia Genoa Cagliari terminata sul punteggio di 3-1, Chievo Lazio finita sullo 0-0 e Fiorentina Milan 0-0. Anche i due addizionali di porta sono arbitri di grande esperienza e spessore. Paolo Tagliavento infatti, ha collezionato in carriera 191 gettoni in Serie A, 18 in Champions League e 6 nelle qualificazioni ai campionati Europei. Massimiliano Irrati nonostante sia ancora giovanissimo ha già avuto modo di dirigere 59 gare in Serie A ed in questa stagione ha diretto Chievo Inter 2-0, Sampdoria Milan 0-1 e Genoa Pescara 1-1.

Napoli-Romadiretta dall’arbitro Daniele Orsato e si gioca sabato 15 ottobre 2016 alle ore 15.00, sarà il primo anticipo che aprirà ufficialmente l’ottava giornata del campionato di Serie A 2016-2017. Uno scontro tra la seconda e la terza in classifica, carico delle tensioni che porta un match che potrebbe designare l’anti-Juve. I partenopei sono reduci da un duro colpo da digerire: l’infortunio di Arek Milik, il bomber polacco chiamato per far dimenticare ai tifosi Gonzalo Higuain e che aveva avuto un impatto straordinario nel campionato italiano. Milik ha riportato in Nazionale la rottura del legamento crociato ed ora dovrà attendere l’anno nuovo per tornare in campo: il peso dell’attacco sarà ora tutto sulle spalle di Manolo Gabbiadini, e la Roma proverà ad approfittare di questa situazione, considerando anche che un successo allo stadio San Paolo garantirebbe ai giallorossi il secondo posto in classifica.

La squadra di Spalletti è reduce da un momento positivo prima della sosta, ma ha dovuto registrare in settimana l’addio del direttore sportivo Walter Sabatini, sostituito da Frederic Massara: si chiude un ciclo che ha portato un gran numero di campioni, ma non molte vittorie, in maglia giallorossa nelle ultime stagioni.

Prima della sosta il Napoli era arrivato lanciatissimo alla trasferta di Bergamo dopo le vittorie interne contro il Chievo in campionato e soprattutto contro il Benfica in Champions League, risultato importantissimo considerando che nel loro girone della massima competizione europea i partenopei sono primi a punteggio pieno. In casa dell’Atalanta però è arrivata la doccia fredda del gol di Petagna, che ha costretto gli azzurri a subire la prima sconfitta della stagione.

La Roma invece dopo il ko sul campo del Torino (il secondo consecutivo in trasferta dopo quello di Firenze) ha rialzato la testa in Europa League contro i romeni dell’Astra Giurgiu, battendo poi in un combattutissimo match all’Olimpico l’Inter guadagnandosi un posto nel gruppo delle terze. Dopo la rovinosa sconfitta contro il Porto che ha negato l’accesso alla Champions League, i giallorossi sono stati implacabili in casa, ma hanno sofferto molto di più lontano dalle mura amiche.

L’anno scorso, il 13 dicembre del 2015, il confronto allo stadio San Paolo tra le due formazioni è terminato senza reti. Il primo novembre del 2014 è stato invece il Napoli ad avere la meglio con un secco due a zero, grazie alle reti di Higuain e Callejon. I giallorossi hanno espugnato il capoluogo campano per l’ultima volta in campionato il 18 dicembre del 2011, con un’autorete dell’allora portiere azzurro Morgan De Sanctis ed i gol di Osvaldo e Fabio Simplicio, con il Napoli capace solo di accorciare le distanze con Marek Hamsik.

Si scontreranno due squadre leader della Serie A: il Napoli forte del fattore campo, nonostante lo shock per l’infortunio di Milik parte comunque favorito con quota 2.05 offerta da William Hill per il successo partenopeo, mentre la vittoria capitolina viene quotata 3.80 da Bet365. Pareggio offerto ad una quota di 3.60 da Betfair.

Napoli-Roma, sabato 15 ottobre 2016 alle ore 15.00, potrà essere seguita in diretta tv dagli abbonati Mediaset Premium sul canale del digitale terrestre pay Premium Sport HD, e in diretta streaming video sul sito play.mediasetpremium.it. Gli abbonati Sky potranno invece collegarsi sui canali 201 e 251 del boquet satellitare (Sky Sport 1 HD e Sky Calcio 1 HD) con diretta streaming video sul sito skygo.sky.it.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori